11 MAG 2004

Vigilanza Rai: Seguito della discussione sulla situazione generale della Rai ed esame di eventuali risoluzioni

[NON DEFINITO] | - 00:00 Durata: 24 min 24 sec

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

Seguito della discussione sulla situazione generale della Rai ed esame di eventuali risoluzioni.

Registrazione audio di "Vigilanza Rai: Seguito della discussione sulla situazione generale della Rai ed esame di eventuali risoluzioni", registrato martedì 11 maggio 2004 alle 00:00.

La registrazione audio ha una durata di 24 minuti.
  • Presidente

    Il RELATORE, presidente Petruccioli, ritiene che dal dibattito svolto la scorsa settimana, pur nella diversità delle posizioni espresse, sia emersa la consapevolezza del carattere assolutamente particolare che si è venuto a creare con le dimissioni della presidente del Consiglio di amministrazione della Rai, dottoressa Annunziata, e con la successiva entrata in vigore della legge n. 112 del 2004 sul riordino del sistema radiotelevisivo.<br>Infatti il Consiglio di amministrazione - che per effetto dell'entrata in vigore della nuova disciplina avrebbe comunque assunto, a seguito dell'abrogazione esplicita dell'articolo 2 della legge n. 206 del 1993, la singolare caratteristica di organo di amministrazione di una società non soggetto a revoca - oggi non può neanche essere più reintegrato.<br>Si tratta di una considerazione oggettiva, come pure è oggettiva quella secondo cui, con le dimissioni della dottoressa Annunziata, al di là del venir meno della formula politica della presidenza di garanzia, ci si trova comunque per la prima volta di fronte ad un Consiglio di amministrazione che è espressione unicamente degli orientamenti politico-culturali di maggioranza.<br>Può invece, evidentemente, non essere condivisa la sua convinzione che tale anomalia politica debba essere al più presto sciolta; a tal fine egli non ritiene praticabili soluzioni-ponte quali l'istituzioni di un commissario di garanzia, che oltretutto non si comprende da chi debba essere nominato, e ritiene che l'unica strada sia quella delle dimissioni dell'attuale Consiglio di amministrazione e dell'elezione di un nuovo Consiglio secondo le procedure previste dall'articolo 20, comma 9, della legge 112 del 2004.<br>Egli ritiene comunque indubitabile che, venuto meno il potere di questa Commissione di attivare la procedura di revoca del Consiglio di amministrazione prevista dalla legge n. 206 del 1993, resti il potere di esprimere, ovviamente con voto di maggioranza, una valutazione politica sulla situazione che si è venuta a creare, previa la presentazione di risoluzioni in tal senso, la cui iscrizione all'ordine del giorno della Commissione dovrebbe essere evidentemente decisa dall'Ufficio di Presidenza.<br>Il PRESIDENTE Petruccioli dichiara quindi chiusa la discussione. <br><strong>Indice degli interventi</strong><br>La seduta comincia alle 14h15.<br>Presidenza del presidente <strong>Claudio Petruccioli</strong><br>
    0:00 Durata: 12 min 11 sec
  • Enzo Carra (MARGH-U)

    Il deputato CARRA fa presente che nell'audizione dello scorso 28 aprile il direttore di Rai Fiction, dottor Agostino Saccà, rispondendo ad una sua domanda circa la realizzazione dello sceneggiato televisivo sulla vita di Alcide de Gasperi, affermò che vi erano dei problemi tra la regista e la società di produzione, che sarebbero stati comunque risolti da quest'ultima.<br>Tali affermazioni sono state poi pubblicamente contraddette nei giorni successivi dalla regista signora Liliana Cavani e dalla produttrice signora Claudia Mori.<br>Da notizie di stampa si è saputo che il presidente Petruccioli ha acquisito informazioni su questa materia, mentre da successive dichiarazioni del dottor Saccà sembrerebbe che la questione sia stata risolta positivamente.<br>Resta tuttavia non chiara la discrepanza fra quanto affermato nell'audizione del dottor Saccà e le dichiarazioni rilasciate dalla regista e dalla produttrice, in qualche modo suffragate dalla conclusione della vicenda. Egli si chiede quindi se non sarebbe consigliabile una nuova audizione del dottor Saccà per avere opportuni chiarimenti. <br>Sui lavori della Commissione
    0:12 Durata: 5 min 5 sec
  • Presidente

    Il PRESIDENTE Petruccioli fa presente in primo luogo che egli aveva in animo di riferire all'Ufficio di Presidenza su questa vicenda.<br>Accoglie peraltro l'occasione offerta dalla richiesta di informazioni del deputato Carra per riferire alla Commissione plenaria.<br>Come è noto nei giorni scorsi diversi quotidiani avevano riportato dichiarazioni della signora Mori e della signora Cavani che suonavano come una sostanziale smentita a quanto affermato in Commissione dal dottor Saccà, e cioè che i problemi erano stati determinati dalla difficoltà della produzione di venire incontro alle esigenze di una regia «televisiva» come quella della signora Cavani, e che la produzione aveva assicurato che avrebbe comunque garantito la realizzazione dell'opera, anche ricorrendo ad un altro regista, comunque di valore professionale non inferiore a quello di Liliana Cavani.<br>In particolare il «Corriere della sera» riportava affermazioni della signora Cavani che invocava l'attenzione della Commissione di vigilanza, in ordine alla quale oltretutto erano riportate anche delle valutazioni che peraltro la signora Cavani ha poi dichiarato non essere corrispondenti a quanto da lei affermato.<br>Sulla base di tali fatti, nella mattina di ieri egli ha preso contatto con la signora Cavani e - avendo questa affermato che tutti i rapporti con la Rai erano stati gestiti dalla società produttrice «Ciao Ragazzi» - con la signora Mori, che gli ha fornito una serie di elementi informativi. <br>Successivamente ha sentito il dottor Saccà, il quale gli ha ribadito che non vi sono mai state preclusioni da parte della Rai nei confronti di Liliana Cavani e gli ha preannunciato quanto poi ha successivamente affermato nel corso di una conferenza stampa, e cioè che le riprese dello sceneggiato sarebbero regolarmente iniziate con il produttore e la regista previsti.<br>A questo punto egli ritiene che la questione, dal punto di vista della Commissione, possa ritenersi chiusa, a meno che l'Ufficio di Presidenza non decida comunque di approfondire la vicenda attraverso una ulteriore audizione del dottor Saccà, che peraltro sembrerebbe gradita anche all'interessato.<br>La seduta termina alle 14h40. <br>
    0:17 Durata: 7 min 8 sec