20 SET 2004

Notiziario del 20 settembre 2004

[NON DEFINITO] | - 00:00 Durata: 25 min 9 sec

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

Notiziario di lunedì 20 settembre 2004In studio Dino Marafioti.

Puntata di "Notiziario del 20 settembre 2004" di lunedì 20 settembre 2004 .

La registrazione audio di questa puntata ha una durata di 25 minuti.
  • Daniele Capezzone, segretario di Radicali Italiani

    <br><strong>Indice</strong><p><strong>Referendum</strong>: ultimissime ore per raccogliere le firme sui referendum per abrogare la legge sulla procreazione medicalmente assistita. Entro oggi infatti le firme dovranno essere raccolte in tutta Italia, e solo in alcune grandi città sarà possibile firmare ancora per qualche giorno. E' importantissimo insomma che chi non lo ha ancora fatto vada a firmare ad un tavolo nella propria città oppure presso le segreterie comunali- vi invitiamo insomma a visitare i siti lucacoscioni.it e radicali.it per sapere dove è possibile firmare oggi. Ieri ha parlato di queste ultime ore di campagna referendaria il segretario di Radicali Italiani Daniele Capezzone - sentiamolo.
    0:00 Durata: 3 min 45 sec
  • Luca Coscioni, presidente di Radicali Italiani

    <br>Ricordiamo che oggi alle 11, come ogni lunedì, andrà in onda in replica la consueta conversazione settimanale di Massimo Bordin con Marco Pannella e sentiamo ora il saluto di Luca Coscioni su queste ultime ore di mobilitazione.
    0:04 Durata: 40 sec
  • Gavino Angius (DS-U) (intervista di Claudio Landi)

    <br>Il testo e l'audio di questo appello è disponibile anche sul blog di Luca Coscioni blog.lucacoscioni.it<p><strong>Riprenderà domani alla camera l'iter del disegno di legge che riforma la seconda parte della Costituzione.</strong> La decisione del cosiddetto listone - cioè dei partiti della Lista Prodi - di astenersi al momento del voto sull'articolo 1 del provvedimento ha riaperto l'eterno dibattito nel centrosinistra, diviso su molte questioni. Molti parlamentari del centrosinistra, e anche alcuni deputati dello stesso listone - si sono dissociati da questa scelta, e sono stati particolarmente sorpresi i senatori, che avevano votato no quando il Ddl era passato a Palazzo Madama. Particolarmente perplesso il presidente dei senatori diessini Angius, che non ha condiviso la decisione del suo collega alla camera Violante, che appunto è astenuto. Violante e Angius hanno poi voluto spiegare in un comunicato comune che «i diversi giudizi espressi in queste ore non mettono in discussione la necessità di condurre insieme a tutte le forze del centrosinistra una azione del Parlamento che eviti strappi e lacerazioni della Costituzione». Ma sentiamo cosa aveva detto, prima del comunicato scritto con Violante, lo stesso Angius, al microfono di Claudio Landi
    0:06 Durata: 2 min 17 sec
  • Willer Bordon (Mar-DL-U) (intervista di Claudio Landi)

    0:09 Durata: 2 min 14 sec
  • Cesare Marini (Misto-SDI) (intervista di Claudio Landi)

    0:11 Durata: 1 min 56 sec
  • La rubrica del professor Luigi De Marchi

    <br>
    0:13 Durata: 6 min 9 sec
  • «Il lessico dell'economia», rubrica a cura della professoressa Fiorella Kostoris Padoa Schioppa

    0:19 Durata: 8 min 8 sec