10 MAR 2005

Notiziario del 10 marzo 2005

[NON DEFINITO] | - 00:00 Durata: 21 min 59 sec

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

Notiziario di giovedì 10 marzo 2005In studio Paolo Martini.

Puntata di "Notiziario del 10 marzo 2005" di giovedì 10 marzo 2005 .

La registrazione audio di questa puntata ha una durata di 21 minuti.
  • Emma Bonino, in diretta sul summit di Madrid

    <br><strong>Indice</strong><p><strong>E' in corso a Madrid il summit internazionale sulla democrazia, il terrorismo e la sicurezza</strong>. Tra i partecipanti anche Emma Bonino. Ieri in particolare la Bonino ha partecipato ad una tavola rotonda sulle relazioni tra Usa ed Europa. C'erano anche tra gli altri Madeleine Albright, l'ex ministro degli esteri francese Vedrine, Ana Palacio e Timoty Garton Ash. <p>Intanto <strong>ieri la Farnesina ha fatto sapere che è iniziata la campagna a sostegno della Bonino</strong> con la comunicazione da parte del governo italiano ai partners europei della candidatura. I'italia ha fatto sapere di auspicare che si possa arrivare ad una «candidatura unica» dell'Europa, anche in considerazione "dell'alto profilo e delle competenze specifiche" della Bonino. la Farnesina ha ritenuto di fare questo passo anche perché altri paesi - la Francia, la Svezia, la Danimarca - hanno mostrato interesse per questo incarico. Ieri inoltre c'è stato un incontro tra l'ambasciatore italiano negli Usa Fulvio Vento ed esponenti dell'amministrazione americana e della diplomazia statunitense, a partire dall'ambasciatore Bolton.
    0:01 Durata: 7 min 34 sec
  • Franco Frattini, vicepresidente e commissario europeo per la Giustizia, libertà e sicurezza (intervista di David Carretta)

    <br>Sulla candidatura della Bonino ieri David Carretta ha chiesto l'opinione del commissario europeo Franco Frattini - sentiamolo
    0:10 Durata: 41 sec
  • Andrea Ronchi (AN) (intervista di Alessio Falconio)

    <br>Sostiene la candidatura della Bonino e ci spiega cosa ha spinto il ministro Fini ad avanzarla il deputato di Alleanza Nazionale Andrea Ronchi - sentiamolo.
    0:10 Durata: 2 min 8 sec
  • Marco Cappato, segretario dell'Associazione Luca Coscioni (intervista di Dino Marafioti)

    <br><strong>Dopo il voto dell'Onu</strong> - che mette al bando la clonazione riproduttiva e quella terapeutica, ma lo fa con una decisione che non è vincolante per gli stati membri, e che è stata comunque presa da meno della metà dei 190 paesi che la compongono - <strong>vogliamo approfondire gli schieramenti che si sono confrontati al palazzo di vetro</strong>. Lo facciamo con Marco Cappato, segretario dell'Associazione Luca Coscioni, intervistato ieri da Dino Marafioti
    0:13 Durata: 3 min 44 sec
  • Alessandro Battisti (Mar-DL-U) (intervista di Claudio Landi)

    <br><strong>Parliamo dell'appello del cardinale Camillo Ruini perché al referendum sulla procreazione assistita non si vada a votare e delle posizioni dei partiti politici</strong>: ieri Luca Volontè ha affermato che la dichiarazione di Romano Prodi - che ha spiegato che da cattolico adulto si recherà alle urne - è un «favore a Pannella». Volontè in sostanza sponsorizza quella che chiama «astensione consapevole», anche se in questo modo tradisce un timore evidente: se il quorum sarà raggiunto vinceranno i sì all'abrogazione di quei quattro punti della legge che sono l'obiettivo dei promotori. Ieri poi si è espresso sul tema anche Francesco Rutelli, con una dichiarazione. Rutelli non ha specificato qual è il suo parere, ma ha detto che nel suo partito c'è libertà di coscienza, e che lui difenderà il diritto dei suoi iscritti di votare per il sì, oppure per il no, oppure di astenersi. «Respingo al mittente gli inviti di chi vorrebbe che io mi esprimessi secondo la sua convenienza ed il suo interesse», ha detto Rutelli. Sul dibattito interno alla Margherita - partito che annovera favorevoli e contrari al referendum - Claudio Landi ha intervistato tre senatori - sentiamo intanto Alessandro Battisti.
    0:18 Durata: 1 min 30 sec
  • Franco Danieli (Mar-DL-U) (intervista di Claudio Landi)

    0:19 Durata: 1 min 30 sec
  • Paolo Giaretta (Mar-DL-U) (intervista di Claudio Landi)

    0:21 Durata: 2 min 36 sec
  • Gerardo Bianco (MARGH-U) (intervista di Alessio Falconio)

    <strong>La legge Cirielli non è solo la legge salvaPreviti, ma anche la norma che prefigura una vera e propria catastrofe nelle carceri italiane</strong>. Ma alla politica ufficiale sembra non interessare. Nessuno infatti, a parte Adriano Sofri, sembra interessato ad occuparsi di questa legge a parte l'aspetto che riguarda Cesare Previti. Ed è bene ricordare che la legge prevede l'eliminazione dei benefici e delle misure previste dalla legge Gozzini per tutti i recidivi, cioè per quasi il 70 per cento dei detenuti italiani. Inoltre elimina al terzo reato qualsiasi beneficio previsto dalle leggi vigenti. Ne parleremo a Radio Radicale sabato sera, dalle 21 in poi, in una puntata speciale di Radio Carcere curata da radicali italiani, dall'Associazione Il detenuto ignoto e da Nessuno tocchi Caino. appuntamento sabato 12 marzo, dalle 21. <br>Gerardo Bianco, deputato della Margherita, ha annunciato da tempo che non andrà a votare. A lui Alessio Falconio ha chiesto un giudizio sulla scelta di Romano Prodi di andare a votare e sulle voci che invece attribuiscono al leader della Margherita Rutelli la volontà di aderire al comitato astensionista Scienza e vita. Sentiamo Bianco
    0:24 Durata: 2 min 16 sec