15 MAR 2005

Notiziario del 15 marzo 2005

[NON DEFINITO] | - 00:00 Durata: 20 min 33 sec

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

Notiziario di martedì 15 marzo 2005In studio Dino Marafioti.

Puntata di "Notiziario del 15 marzo 2005" di martedì 15 marzo 2005 .

La registrazione audio di questa puntata ha una durata di 20 minuti.
  • Maurizio Gasparri, ministro delle comunicazioni (intervista di Alessio Falconio)

    <br><strong>Indice</strong><p><strong>Ospite del nostro filodiretto ieri era il ministro delle comunicazioni Maurizio Gasparri</strong>. Gasparri è stato - tra i leader della Cdl - uno di quelli che più fortemente ha auspicato un accordo con i radicali. Sentiamolo su questo, sollecitato da Alessio Falconio
    0:00 Durata: 2 min 46 sec
  • Rita Bernardini, tesoriere di Radicali Italiani, in diretta

    <br><strong>Proprio per la data del referendum domani, davanti a Palazzo Chigi, il comitato promotore per i referendum organizza un appuntamento</strong> - sit in dalle 15 alle 17, con lo slogan "data equa, liste elettorali pulite- Lo avete sentito nello spot - ora sentiamo in diretta Rita Bernardini
    0:03 Durata: 4 min
  • Felice Carlo Besostri (DS) (intervista di Emiliano Silvestri)

    <br><strong>Restiamo sui referendum</strong>: Emiliano Silvestri ha intervistato Felice Besostri, ex parlamentare socialista candidato per l'Ulivo alle regionali della Lombardia, sostenitore della battaglia referendaria.
    0:07 Durata: 1 min
  • Vincenzo Siniscalchi (DS-U) (intervista di Alessio Falconio)

    <br><strong>Oltre alle liste elettorali a rischio di essere composte da fantasmi e da morti c'è - come ormai tutti sanno - anche la questione legalità legata alle modalità di raccolta firme</strong>. Se ne parla in questi giorni con riferimento alle vicende che riguardano la lista di Alessandra Mussolini, ma il problema evidentemente non è solo in quella lista. <br>Ieri Daniele Capezzone ricordava come «se il problema è quello di colpire qualcuno che ha fatto pasticci in modo troppo "grossolano", ci si può "accontentare"». Ma se invece - come spero - si vuole agire in modo serio e non ipocrita, si possono (e devono) fare due cose. Per subito, un controllo a tappeto, anche condotto con l'ausilio di osservatori internazionali (ad esempio, chiedendo un intervento immediato dell'Osce), su tutte le liste presentate da tutti, in tutta Italia. Per il futuro, poi, serve l'approvazione della proposta radicale. Prima si depositano le liste (complete di tutto il necessario: elenco definitivo dei candidati, simbolo, collegamenti, ecc.) presso una qualche sede pubblica (Tribunali, Corti d'appello, ecc.), e soltanto dopo si inizia la raccolta delle firme.<br> Sulla questione della raccolta firme ieri Alessio Falconio ha intervistato Vincenzo Siniscalchi, deputato dei DS e presidente della giunta per la autorizzazioni della Camera.
    0:10 Durata: 4 min 26 sec
  • Marco Beltrandi, della direzione di Radicali Italiani (intervistato da Dino Marafioti)

    <br><strong>Tra le altre cose di cui abbiamo parlato con Gasparri ieri c'è anche la questione del rinnovo dell'autorità sulle tlc</strong>, sulla quale il Parlamento dovrebbe decidere mercoledì - su questo abbiamo interpellato Marco Beltrandi, della direzione di Radicali Italiani
    0:14 Durata: 2 min 31 sec
  • La nota di Gianfranco Dell'Alba, ex europarlamentare radicale

    <br><strong>La settimana delle istituzioni europee</strong>. Oggi il presidente del Parlamento europeo, Josep Borrell terrà il discorso di chiusura dell'Assemblea parlamentare euromediterranea al Cairo ai cui lavori, come gli ascoltatori ricorderanno, ha partecipato anche Emma Bonino, dedicata alla lotta al terrorismo e alla democrazia nei Paesi arabi. Nel pomeriggio di oggi il commissario allo sviluppo e agli aiuti umanitari Louis Michel risponderà ai membri della commissione per lo sviluppo del Parlamento europeo sulle iniziative europee per la democrazia e i diritti umani. <br>Mercoledì prenderà il via alle 10.00 il consiglio dei ministri degli esteri dei Paesi dell'Unione europea. All'ordine del giorno vi saranno: la preparazione del Consiglio europeo del 22 e 23 marzo, l'avvio dei negoziati di adesione della Croazia, la situazione in Medio Oriente, la preparazione delle Commissione diritti umani delle Nazioni Unite, le relazioni dell'Ue con la Russia e la politica europea di vicinato. <br>Mercoledì a Bruxelles intorno alle 11.30 il commissario all'energia Andris Piebalgs terrà una conferenza stampa sulle infrazioni in materia di liberalizzazione dei mercati del gas e dell'energia elettrica. A seguire, è prevista una conferenza stampa del commissario alla fiscalità e all'unione doganale Laslo Kovaks. <br>Nel pomeriggio, presso la sede del Parlamento europeo di Bruxelles, si terrà un incontro sulla strategia di Lisbona cui prenderanno parte i rappresentanti dei parlamenti nazionali dei 25 Paesi membri dell'Unione: previsti gli interventi del presidente del Parlamento europeo Josep Borrell e del presidente di turno dell'Unione europea, il primo ministro lussemburghese Jean-Claude Juncker.<br>Il commissario all'occupazione, affari sociali e pari opportunità Vladimir Spidla incontrerà la ministra turca delle pari opportunità, la signora Aksti. Del ruolo delle donne nella società, nella politica e l'economia in Turchia, si occuperà, nella giornata di domani, anche la Commissione per i diritti della donna del Parlamento europeo. <br>Ancora mercoledì, nel pomeriggio, la commissione allo sviluppo del Parlamento europeo si occuperà dell'assistenza ai Paesi colpiti dallo Tsunami e delle possibilità di intervento a sostegno del processo di pace nella banda Aceh: verranno ascoltati i responsabili della missione della Croce Rossa ad Aceh e i rappresentanti dell'ambasciata indonesiana. La commissione si occuperà inoltre degli aspetti istituzionali della creazione di un servizio europeo per l'intervento umanitario. Tra i punti all'ordine del giorno vi è anche l'incontro dei membri della commissione con il presidente della Repubblica del Congo Sassou-Nguesso e con la signora Maathai, premio Nobel per la pace del 2004, sui conflitti in Africa centrale.<br>Per restare al pomeriggio di mercoledì, il ministro degli esteri italiano Gianfranco Fini incontrerà il commissario europeo agli affari amministrativi e alla lotta antifrode Kallas. <br>Giovedì la commissione allo sviluppo del Parlamento europeo ascolterà il commissario al commercio esterno Peter Mandelson, rappresentanti dell'Unicef e della campagna avviata in India con lo slogan «Stop children labour», sullo sfruttamento dei minori nei Paesi in via di sviluppo.<br>Giovedì mattina presso la commissione libertà civili, giustizia e affari interni del Parlamento europeo, si terrà un seminario pubblico sul tema: «Terrorismo: un crimine che rientra nella giurisdizione della Corte penale internazionale?», cui prenderà parte anche il vicepresidente della commissione europea e commissario alla Giustizia, libertà e sicurezza, Franco Frattini. <br>Il commissario Frattini incontrerà, insieme alla commissaria alle relazioni esterne e alla politica di vicinato, Benita Ferrero Waldner, l'inviato speciale del presidente russo per la lotta al terrorismo, Anatoly Safonov.<br>Giovedì mattina il presidente della Commissione europea Barroso interverrà alla conferenza sulla strategia di Lisbona.<br>Intorno alle 11.15 a Bruxelles, il commissario all'occupazione, agli affari sociali e alle pari opportunità, Vladimir Spidla, terrà una conferenza stampa di illustrazione del libro verde sull'evoluzione demografica dei Paesi dell'Unione europea.<br>Alle 16.00 presso la sede del Consiglio è prevista una conferenza stampa congiunta dell'Alto rappresentante per la politica estera e di difesa dell'Ue Javier Solana e il ministro degli affari esteri cinese Li Zhao Xing. <br>Alle 17.00 il presidente della Commissione europea Barroso terrà una conferenza stampa a Bruxelles con il presidente della Repubblica del Congo Sassou-Nguesso.<br>A Roma, presso la sede del ministero dell'economia e finanze, il ministro Domenico Siniscalco terrà alle 10.30 una conferenza stampa insieme al presidente della Bei (Banca europea per gli investimenti), Philippe Maystadt.<br>Venerdì il ministro degli esteri Fini incontra il suo omologo cinese Li Zhao Xing. <br>Domenica ci sarà una riunione straordinaria dell'Ecofin.
    0:22 Durata: 5 min 50 sec