16 MAR 2005

Capezzone. Il punto sulla giornata politica del 16 marzo 2005

[NON DEFINITO] | di Daniele Capezzone - 00:00 Durata: 48 min 4 sec

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

Roma, 16 marzo 2005 Oggi la giornata politica radicale è stata incentrata sul tema dei referendum, con il sit-in che si è svolto presso Palazzo Chigi.

Per quanto riguarda la data in cui si dovranno tenere i referendum, il governo non è stato incoraggiante, infatti Follini ha prospettato delle date nel mese di giugno invocando ragioni che Capezzone definisce 11pretesti giuridici e scuse.

I radicali, invece, hanno fatto osservare che non c'è alcuna norma che impedisca di tenere i referendum a maggio.

L'altra notizia negativa viene dal ministro degli interni Pisanu, il quale ha lasciato capire
che la decisione potrebbe essere presa venerdì, nel Consiglio dei Ministri.

Il leader radicale si chiede il perché di tanta fretta, mentre c'è tempo fino al 9 aprile.

Se il governo deciderà presto - osserva - si tratterà dell'ennesimo regalo alla Conferenza episcopale; spiegando poi le ragioni dei Radicali.

Capezzone passa quindi a commentare l'attualità politica riferendosi alla sortita ed alla gaffe di Berlusconi, che ha prospettato un futuro ritiro delle truppe italiane in Iraq concordato con Blair.

In questo modo ha provocato delle repliche negative da parte del premier britannico e di Bush.

leggi tutto

riduci