05 APR 2005

Notiziario del 5 aprile 2005

[NON DEFINITO] | - 00:00 Durata: 1 ora 7 min

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

Notiziario di martedì 5 aprile 2005In studio Dino Marafioti.

Puntata di "Notiziario del 5 aprile 2005" di martedì 5 aprile 2005 .

La registrazione audio di questa puntata ha una durata di 1 ora e 7 minuti.
  • Lettura dei risultati elettorali definitivi

    <br><strong>Indice</strong><p><strong>I risultati elettorali di ieri</strong>
    0:00 Durata: 3 min 10 sec
  • <br>Torniamo dunque a parlare dello sciopero della sete di Pannella, della proposta politica di amnistia, della mancanza di fatti concreti da parte del Parlamento e della classe politica. Ne parliamo con l'avvocato Valerio Spigarelli, segretario dell'Unione delle Camere Penali, che ieri ha ricordato l'impegno dell'avvocatura su un'altra campagna radicale, promossa da Il detenuto ignoto, Nessuno tocchi Caino e Radicali Italiani: quella contro il disegno di legge cosiddetto ex Cirielli. Sentiamo Spigarelli in diretta.
    0:00 Durata: 37 min 45 sec
  • Intervista a Marco Pannella realizzata presso Radio24

    <br>Di elezioni - con alcuni commenti - torneremo a parlare tra poco - prima però vogliamo ricordare che <strong>prosegue da 56 ore lo sciopero della sete di Marco Pannella</strong>. Una iniziativa che Pannella ha lanciato sabato scorso, quando il papa era ancora vivo e che mantiene per onorare quella vita che si è spenta e che aveva chiesto al Parlamento italiano una misura di clemenza per i detenuti italiani. Nel frattempo è arrivata anche una importante dichiarazione del presidente del Senato Pera. Pannella - che ieri è stato intervistato da Repubblica radio, da Radio 24 e da Radiodue - ha sottolineato il silenzio arrivato dal premier Berlusconi e dal capo dell'opposizione, così come dagli stati maggiori dei Poli. Nel corso dell'intervista con Radio24, Pannella ha ricordato com'è nata la sua iniziativa - sentiamo.
    0:04 Durata: 3 min 56 sec
  • Ottaviano Del Turco (Misto-SDI) neopresidente della Regione Abruzzo

    <br><strong>Torniamo ai risultati elettorali</strong>.<br>Ha vinto la sua sfida Ottaviano Del Turco che era anche l'unico candidato ad ospitare un radicale: Del Turco è il neopresidente della regione Abruzzo, ed è esponente dello Sdi, le cui liste ospitavano Ignazio Marcozzi Rozzi
    0:08 Durata: 2 min 39 sec
  • Mercedes Bresso, neopresidente della Regione Piemonte (intervista di Andrea De Angelis)

    <br>Sentiamo ora la voce di Mercedes Bresso, candidata per l'Unione in Piemonte, che pure si è affermata sul suo avversario Enzo Ghigo
    0:11 Durata: 59 sec
  • Don Andrea Gallo, il fondatore della comunità di San Benedetto al porto (intervista di Riccardo Arena)

    <br><strong>Ieri pomeriggio, attorno alle 17, Marco Pannella ha così commentato l'esito del voto</strong>: «avevamo avvisato da tempo Silvio Berlusconi che con una politica di rilancio della "linea Fanfani-Almirante", sostanzialmente clerico-fascista oltre che di smaccata subalternità alla Lega, il popolo italiano non avrebbe potuto che confermare il suo rifiuto e la sua condanna espressi per tre decenni. I quattro referendum in corso di convocazione non potranno che confermarlo clamorosamente, se saranno tenuti in condizioni di legalità e in una data che, oltre tutto, non ripeta la sciagurata scelta fatta nel 1997 dal governo Prodi-Napolitano, ma sarà coerente con il preannuncio fatto pubblicamente dal Presidente del Consiglio di rispetto della ragionevolezza e dei diritti dei cittadini che intendano partecipare alla prova referendaria. Quel che innanzitutto importa è sottolineare che queste elezioni sono state caratterizzate dall'ulteriore aggravarsi del carattere di illegalità, truffaldino, antidemocratico della competizione, aggravamento che il centro-destra e il centro-sinistra congiuntamente, testardamente hanno, fino alla fine, e contro ogni richiesta e monito radicali, difeso. In tal modo, probabilmente, a decidere della sorte degli organi eletti saranno non le leggi della Repubblica o l'elettorato ma organi giurisdizionali che non meritano maggiore fiducia degli altri "poteri" e funzioni del regime partitocratico. Comunque le istituzioni e la "politica" non continuino, proprio in questi giorni, a essere scandalosamente incoerenti con le manifestazioni di ossequio, di rispetto, di "dolore" fornite in occasione della morte del Pontefice, affrontando invece la grave crisi carceraria che condanna decine e decine di migliaia di persone a forme di pene contrarie alla Costituzione e alla civiltà giuridica e umana, e onorino invece la memoria di Giovanni Paolo II con un atto di amnistia e di clemenza che appartiene a tradizioni non solamente italiane ma a molti paesi». <br><strong>Torniamo dunque a parlare dello sciopero della sete di Pannella</strong>, della proposta politica di amnistia, della mancanza di fatti concreti da parte del Parlamento e della classe politica. Sulla iniziativa nonviolenta di Marco Pannella domenica scorsa - nel corso di una edizione straordinaria di Radiocarcere - abbiamo chiesto un parere a Don Andrea Gallo, il fondatore della comunità di San Benedetto al porto. L'intervista è di Riccardo Arena - sentiamolo
    0:14 Durata: 3 min 42 sec
  • Valerio Spigarelli, segretario dell'Unione delle Camere Penali, in diretta

    <br><strong>Torniamo dunque a parlare dello sciopero della sete di Pannella</strong>, della proposta politica di amnistia, della mancanza di fatti concreti da parte del Parlamento e della classe politica. Ne parliamo con l'avvocato Valerio Spigarelli, segretario dell'Unione delle Camere Penali, che ieri ha ricordato l'impegno dell'avvocatura su un'altra campagna radicale, promossa da Il detenuto ignoto, Nessuno tocchi Caino e Radicali Italiani: quella contro il disegno di legge cosiddetto ex Cirielli. Sentiamo Spigarelli in diretta.
    0:18 Durata: 3 min 7 sec
  • Erminia Mazzoni (UDC) (intervista di Riccardo Arena)

    <br>Durante l'edizione straordinaria di Radiocarcere - che, lo ricordiamo, torna in onda stasera alle 21 - abbiamo ascoltato anche le opinioni e le proposte di alcuni esponenti politici. Sentiamo intanto la proposta di Erminia Mazzoni, deputata dell'Udc
    0:22 Durata: 1 min 28 sec
  • Enzo Trantino (AN) (intervista di Riccardo Arena)

    <br>Sentiamo ora cosa dice Enzo Trantino, parlamentare di AN ed avvocato
    0:23 Durata: 1 min 35 sec
  • Giuseppe Fanfani (MARGH-U) (intervista di Riccardo Arena)

    <br>Sentiamo infine un altro avvocato che è anche parlamentare, il responsabile giustizia della Margherita Giuseppe Fanfani
    0:25 Durata: 1 min 10 sec
  • Il punto di Gianfranco Dell'Alba, ex europarlamentale radicale

    <br><strong>La settimana in Europa</strong> E' iniziata ieri, e terminerà oggi, la riunione della commissione del Parlamento europeo incaricata di redarre il rapporto sulle prospettive finanziarie. Il tema del deficit e del patto di stabilità sarà ancora una volta al centro dell'attività a Bruxelles. Ieri il commissario Almunia ha definito "preoccupanti" i conti pubblici italiani ed ha ricordato che il nostro paese, insieme a Francia e Germania, continua a sforare il rapporto del 3 per cento tra deficit e pil. Le previsioni di Bruxelles sui nostri conti sono pessimistiche. Sempre oggi è prevista una conferenza stampa del Presidente della Commissione europea Barroso insieme al Commissario al bilancio Dalia Grybauskaite. Il vicesegretario di stato americano Zoellek visiterà il Parlamento Europeo e terrà una conferenza stampa insieme ad Elmar Bork, presidente della commissione esteri del Parlamento. Zoellek sarà anche audito dalla commissione esteri. Ancora oggi, presso la sede della commissione a Bruxelles, si terrà una conferenza stampa del Commissario all'occupazione Spidla sui temi dell'occupazione. Infine oggi si terrà anche una conferenza stampa di Emma Bonino sul mondo arabo, organizzata dal gruppo Alde al Parlamento europeo. Mercoledì dovrebbe tenersi anche una conferenza stampa del Commissario Frattini, presso la commissione a Bruxelles, sulle prospettive finanziarie nel campo della giustizia, libertà e sicurezza. Alle 12 la consueta conferenza stampa del mercoledì della Commissione. Sempre mercoledì il presidente Barroso riceve i reali di Spagna che saranno anche ricevuti dal presidente del Parlamento Borrell e dai capigruppo. Ancora mercoledì si terrà una seduta congiunta delle Commissioni per lo sviluppo regionale e per l'Europa delle regioni sul futuro delle politiche di coesione. In commissione industria invece il commissario alla ricerca Potocnik presenta il settimo programma sulla ricerca. Il Parlamento europeo - in un incontro organizzato dalla rappresentanza italiana del Pse - ricorderà Renzo Imbeni, che è stato vicepresidente del Parlamento e parlamentare diessino. Sempre mercoledì il Presidente Barroso e la commissaria Fischer Boel riceveranno il premier danese Rasmussen. Giovedì 7 aprile il commissario POTOCNIK terrà una conferenza stampa sul programma di ricerca FP 7. Lo stesso Potocnik sarà venerdì a Trieste per la conferenza annuale degli istituti di ricerca. Sempre giovedì il commissario Almunia sarà alla riunione del Consiglio dei governatori della BCE a Francoforte. Ancora giovedì, alle 14 30 il presidente Trichet terrà una conferenza stampa, mentre il commissario Frattini parteciperà ad Helsinki alla ventiseiesima conferenza dei ministri della giustizia del consiglio d'Europa, che discutono degli aspetti sociali della giustizia. Barroso incontrerà inoltre gli alti rappresentanti delle religioni in Europa. Venerdì si terrà una conferenza stampa di presentazione della prossima sessione del Parlamento europeo che si terrà dall'11 al 14 aprile prossimo, mentre la commissaria Benita Ferrero Waldner sarà a Roma dove terrà un incontro sulla politica di vicinato dell'Unione Europea. Infine uno dei temi che saranno affrontati in settimana è la questione del tessile cinese e della concorrenza con quello europeo.
    0:29 Durata: 7 min 37 sec