20 SET 2005

Notiziario del 20 settembre 2005

[NON DEFINITO] | - 00:00 Durata: 10 min 33 sec

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

Notiziario di martedì 20 settembre 2005.

Puntata di "Notiziario del 20 settembre 2005" di martedì 20 settembre 2005 .

La registrazione audio di questa puntata ha una durata di 10 minuti.
  • Gianni De Michelis (PSI), segretario Nuovo Psi (non firmato)

    <br><strong>Indice</strong><p><strong>Mancano pochi giorni al seminario-convention tra Radicali Italiani, l'Associazione Luca Coscioni e i socialisti dello Sdi, convocata a partire da venerdì a Fiuggi</strong>. Sabato inoltre - a Roma - si terrà una manifestazione per l'unità socialista convocata in occasione dell'ultimo congresso del Nuovo Psi. Di questi temi, e anche della situazione del suo partito, in vista del congresso che si terrà ad ottobre, abbiamo parlato con Gianni De Michelis, segretario del Nuovo Psi. Sentiamo intanto come De Michelis descrive la differenza tra la sua posizione e quella di Bobo Craxi, vicesegretario del partito.
    0:00 Durata: 3 min 55 sec
  • Lettura dei comunicati di Daniele Capezzone e di Marco Cappato

    <br><strong>Il cardinal Camillo Ruini - aprendo ieri il Consiglio Episcopale Permanente - è tornato ad intervenire sul tema della famiglia e dei gay</strong>: «Le varie forme odierne di dissoluzione del matrimonio come le unioni libere e il matrimonio di prova fino allo pseudo matrimonio tra persone dello stesso sesso sono espressioni di una libertà anarchica che a torto si fa passare per vera liberazione dell'uomo». Un intervento pesante quello del presidente della Cei, anche sulle scelte legislative degli stati, visto che il cardinale ha affermato che altre forme di convivenza «non possono essere giuridicamente equiparate» alla famiglia fondata sul matrimonio, «né possono ricevere in quanto tali un riconoscimento legale».
    0:05 Durata: 2 min 29 sec
  • Titti De Simone (RC) ((non firmato)

    <br><strong>Proprio ieri il leader dell'Unione Romano Prodi era tornato ad esprimersi sui Pacs, spiegando che non ha mai sostenuto la necessità di introdurre i matrimoni tra omosessuali</strong>. «Mi sono state attribuite posizioni non corrispondenti al mio pensiero», ha in sostanza detto Prodi. La questione della natura dei patti tra persone dello stesso sesso o di sesso diverso si è riaperta dopo la presa di posizione di Francesco Rutelli, che ha detto di non condividere un riconoscimento pubblico delle unioni di fatto e di preferire una sorta di contratto privatistico. Sentiamo come spiega i Pacs la parlamentare di Rifondazione Comunista Titti De Simone.
    0:08 Durata: 4 min 9 sec