17 NOV 2005

Notiziario del 17 novembre 2005

[NON DEFINITO] | - 00:00 Durata: 25 min 7 sec

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

Notiziario di giovedì 17 novembre 2005In studio Giovanna Reanda.

Puntata di "Notiziario del 17 novembre 2005" di giovedì 17 novembre 2005 .

La registrazione di questa puntata ha una durata di 25 minuti.
  • Daniele Capezzone, segretario di Radicali Italiani (intervista di Claudio Landi)

    <br><strong>Indice</strong><p><strong>Questa mattina a Roma - in una iniziativa che si terrà al residence Ripetta - verrà presentato nome e simbolo del nuovo soggetto della rosa nel pugno</strong>, nato dal dialogo intenso di questi mesi tra Federazione Giovanile Socialista, SDI, Radicali Italiani ed Associazione Luca Coscioni. L'appuntamento e' alle 10 15. Di rosa nel pugno avevamo parlato ieri con Giuliano Amato. Ieri il nostro Claudio Landi ha chiesto a Daniele Capezzone di commentare le parole del professore e senatore dell'Ulivo sui radicali, i socialisti, i neocon, la politica internazionale. Sentiamo Capezzone.
    0:00 Durata: 4 min 8 sec
  • Lanfranco Turci (DS-U) (intervista di Claudio Landi)

    <br><strong>Sul nuovo soggetto politico radicale e le dichiarazioni che pochi giorni fa ha fatto il leader dei DS Piero Fassino abbiamo intervistato il senatore Lanfranco Turci</strong> - sentiamo come legge le parole di Fassino
    0:05 Durata: 1 min 23 sec
  • Giovanni Crema (Misto-SDI-US) (intervista di Claudio Landi)

    <br>Ancora sulla nascita della rosa nel pugno abbiamo intervistato il senatore Socialista Giovanni Crema
    0:06 Durata: 1 min 19 sec
  • Emma Bonino (intervista di David Carretta)

    <br><strong>Ieri era a Bruxelles il Presidente afghano Hamid Karzai</strong>. David Carretta ha parlato con Emma Bonino di questo incontro.
    0:08 Durata: 2 min 49 sec
  • Matteo Mecacci, in collegamento da New York

    <br><strong>Ora ci occupiamo del Summit mondiale sulla società dell'informazione, o meglio sul paese in cui questo Summit - che si è aperto ieri - si svolge</strong>. Da diversi giorni una serie di esponenti dell'opposizione tunisina sono infatti in sciopero della fame perché il mondo - che segue il Summit - sappia cos'è il regime tunisino del presidente Ben Alì. Un regime che non ha esitato a colpire organizzazioni internazionali che ne hanno denunciato i comportamenti, e che da un anno e mezzo tiene in carcere nove giovani colpevoli di aver scaricato da internet materiale giudicato sospetto di legami con il terrorismo. i nove sono stati condannati a tredici anni di carcere per questo e da ieri il Partito Radicale Transnazionale ha lanciato un digiuno di sostegno ai digiunatori tunisini. Sta digiunando da ieri Matteo Mecacci, che rappresenta il Partito Radicale all'Onu a New York. Sentiamolo.
    0:11 Durata: 4 min 23 sec
  • Lettura della dichiarazione di Sergio Stanzani, presidente del Partito Radicale Transnazionale

    <br>Di Tunisia, e anche di Bielorussia, ha parlato ieri Sergio Stanzani in una dichiarazione
    0:16 Durata: 1 min 5 sec
  • Francesco Storace, ministro della salute (intervista di Alessio Falconio)

    <br><strong>Torniamo alla politica interna: ieri in aula alla Camera - durante il Question time - il ministro della salute Storace ha risposto ad una interrogazione sulla pillola RU486 </strong>in cui i deputati di AN gli chiedevano quali misure ha messo in atto il governo per limitare l'accesso a questa possibilità offerta dalla medicina e consentita dalla legge in vigore. Dopo la seduta Alessio Falconio ha posto qualche domanda al ministro - sentiamo.
    0:17 Durata: 2 min 25 sec
  • Silvio Viale, medico all'ospedale Sant'Anna di Torino e militante radicale (intervista di Dino Marafioti)

    <br>Sentiamo ora - sui rischi per la donna e altri temi, affrontati anche ieri dal quotidiano Il Foglio - le valutazioni di Silvio Viale, medico all'ospedale Sant'Anna di Torino e militante radicale.
    0:20 Durata: 3 min 18 sec
  • Vincenzo Siniscalchi (DS-U) (intervista di Alessio Falconio)

    <br><strong>Pubblicare le intercettazioni telefoniche legate alla inchiesta che ha portato all'arresto di un parlamentare regionale siciliano dlel'Udc, intercettazioni in cui ci sono riferimenti al presidente della Camera Casini, è un illecito</strong>. Ce lo ha detto ieri Vincenzo Siniscalchi, deputato diessino, avvocato e presidente della Giunta per le immunità della Camera dei Deputati. Sentiamolo.
    0:24 Durata: 4 min 17 sec