21 GEN 2002

Mo: Soldati israeliani a Tulkarem

[NON DEFINITO] | - 00:00 Durata: 1 min 45 sec

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

Manuel Katz, corrispondente da Gerusalemme, per i microfoni di Radio Radicale, informa sugli sviluppi della situazione in Medio Oriente, dove l'esercito israeliano è entrato a Tulkarem per compiere arresti in massa.Gerusalemme, 21 gennaio 2002 - Questa notte poco prima dell'alba l'esercito israeliano è entrato in forze nella città di Tulkarem: ha imposto il coprifuoco e ha occupato totalmente la città.Attualmente i soldati stanno andando casa per casa con delle liste di nomi facendo degli arresti.

Lo scopo di questa missione è di indebolire o distruggere l'infrastruttura
dell'organizzazione Tanzim, a Tulkarem, la stessa organizzazione che è responsabile dell'attacco fatto pochi giorni fa a Jedera dove furono uccisi 6 israeliani.In parallelo continuao le segnalazioni in massa di altri attentati che sono progettati.

I centri di queste segnalazioni sono appunto a Tulkarem, dove l'esercito sta operando in queste ore, e in altre città palestinesi.

Non è da escludere che l'esercito agirà anche in questi centri e non si sa per quanto tempo resterà a Tulkarem.Clinton in visita a Tel AvivIeri sera è arrivato l'ex presidente americano Bill Clinton, che ha ricevuto una laurea onoris causa dall'università di Tel Aviv.

Nel suo discorso l'ex presidente ha ivitato gli israeliani a non perdere la speranza.Ha ribadito che Arafat ha perso un'occasione d'oro a Camp david per arrivare ad uno stato palestinese.

Ha poi fatto una riunione con gli israeliani che erano presenti a Camp David quando si arrivò così vicini ad un accordo di pace.

Da commenti che sono stati fatti dopo quella riunione emerge che Clinton ha riconosciuto che allora non ci fu una cornice internazionale sufficientemente rigida per aiutare Arafat a prendere le deci.

leggi tutto

riduci