28 GEN 2002

Droga: Pannella in Gran Bretagna crea precedente antiproibizionista

[NON DEFINITO] | - 00:00 Durata: 51 min 34 sec
Organizzatori: 

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

Marco Pannella si presenta al commissariato di Stockport (Manchester) con una dose di hashish e una di marjuana, compiendo un atto di disobbedienza civile, ma non viene arrestato, creando così un precedente per la lotta antiproibizionista transnazionale.

Domani mattina Chris Davies e Marco Cappato, parlamentari europei, saranno chiamati in giudizio per la stessa azione compiuta da leader radicale.

Stockport, 28 gennaio 2002 - "A questo punto tutti i cittadini britannici avranno i diritti che ho io in questo momento: ringraziamo la polizia che in pratica conferisce ai cittadini quei diritti che
la legge loro nega".

Così Marco Pannella ha commentato l'atteggiamento della polizia britannica che si è rifiutata di arrestarlo pur essendo entrato nel commissariato di Stockport, un sottoborgo di Manchester, consegnando una dose di hashish e una di marjuana.

L'iniziativa del leader radicale arriva in seguito alle precedenti azioni di Chris Davis, parlamentare europeo del gruppo liberal-democratico, e Marco Cappato, eurodeputato della Lista Bonino.

Davies si è fatto arrestare lo scorso 15 dicembre, in solidarietà a Colin Davies (non ci sono gradi di parentela), il quale aveva aperto un coffe-shop a Manchester su stampo olandese ed ora è detenuto in carcere dal 20 novembre scorso.

Cappato ha voluto seguire il collega liberal-democratico consegnandosi il 20 dicembre, cogliendo l'occasione per sensibilizzare l'opinione britannica e soprattutto il Parlamento Europeo, sulla questione del proibizionismo sulle droghe leggere, battaglia strorica dei radicali."Violiamo le leggi per fare leggi migliori" Marco Pannella, oggi a Stockport, ha trovato il conforto e il sostegno di molti militanti antiproibizionisti, per lo più olandesi, che si sono recati davanti al commissariato per manifestare in favore all'azione dell'eurodeputato radicale e si sono dichiarati pronti in massa a compiere lo stesso atto all'indomani dell'arresto del leader radicale.

Pannella, ringraziando i sotenitori, ha anzitutto ricordato il gesto dell'eurodeputato britannico Davies grazie al quale si è incardinata in Gran Bretagna "una battaglia di diritto, per decriminalizzare i diritti e i doveri delle persone e per togliere al monopolio delle grandi criminalità, quelle realtà sociali che devono essere disciplinate e regolamentate secondo il diritto e i diritti".

"Questa azione - ha spiegato Pannella - è volta a ottenere in modo evidente l'applicazione di leggi che non sono più nemmeno sostenute e comprese dalle forze del diritto e della legge della polizia".

"Come Socrate ad Atene, d'innanzi una legge ingiusta, noi ufficialmemnte la violiamo, perchè la società possa fare una legge migliore, perchè la legge stessa abbia prestigio e forza nel cuore dei cittadini e non sia anticamera del crimine." "Il proibizionismo criminalizza ed è criminogeno - ha proseguito Pannella - e contro questo cerchiamo di affermare un ordine fondato sulla libertà dei diritti e dei doveri".La lotta neo-gandhiana Rispondendo ad una domanda di un giornalista inglese sul motivo di questa forma di lotta, Pannella ha dichiarato: "I dibattiti si fanno sempre ma non hanno mai fatto maturare le soluzione, mentre - ha affermato - le azioni dirette di stampo gandhiano hanno costituito nel secolo scorso il nervo delle vittorie dei diritti civili".

Raccontando poi la storia radicale Pannella ha proseguito dichiarando: "Il Partito Radicale Transnazionale da 40 anni conduce questa forma di lotta neo-gandhiana".

Ha poi ricordato l'iniziativa del Satyagraha mondiale di un mese fa: "Abbiamo organizzato un Satyagraha mondiale in 103 paesi per l'affermazione dei diritti delle donne in Afganistan", in seguito ha parlato anche delle lotte in sostegno al Dalai Lama e per le minoranze religiose in Vitnam e in Cina.La lotta radicale Pannella ha poi spiegato perchè i radicali da anni portano avanti con numerose azioni di disobbedienza civile il problema del proibizionismo sulle droghe leggere: "La canapa è una non droga criminalizzata, mentre le droghe occidentali, come alcool e tabacco, non sono criminalizzate - ha poi proseguito - non si conosce un solo morto in millenni per gli effetti di canapa indiana".

Con molta decisione ha poi affermato che la droga è divenuta una flagello, come l'alcool negli Stati Uniti durante il proibizionismo.Pannella non viene arrestato: "Tutti i cittadini britannici avranno i miei diritti" Varcando la porta della stazione di polizia, con le due dosi di droga ben evidenti in mano, Pannella è stato fermato e inizialmente non gli è stato concesso di entrare: "Chiediamo con amicizia alla polizia - ha detto - di fare il suo dovere perchè questa è la via per costringere i parlamenti a fare leggi giuste e civili".

Dopo pochi minuti la polizia gli ha permesso di entrare, ma ha posto come unica condizione il pagamento di una multa, che il leader radicale ha rifiutato di pagare con l'intento di farsi arrestare, che però gli è stato nuovamente negato.

Il prossimo appuntamento antiproibizionista sarà per domani mattina con il processo a Marco Cappato e Chris Davies.

leggi tutto

riduci

  • Pannella accolto dai manifestanti inglesi

    <br>Indice delle fasi del video
    0:00 Durata: 1 min 50 sec
  • Il video dell'iniziativa

    <br>
    0:00 Durata: 26 min 41 sec
  • L'annuncio dell'iniziativa

    0:01 Durata: 3 min 45 sec
  • Dichiarazioni alla stampa britannica

    0:06 Durata: 7 min 18 sec
  • L'ingresso nella stazione di polizia di Stockport

    0:13 Durata: 5 min 12 sec
  • Pannella all'uscita dalla stazione di polizia

    <strong>Servizi correlati</strong> 28.12.2002:Oggi Pannella si autodenuncia per droga 21.12.2001: Cappato e Davies a processo il 28 gennaio 2002 21.12.2001: Marco Cappato rilasciato 20.12.2001: Marco Cappato in arresto a Manchester 19.12.2001: Europarlamentari radicali presenziano al processo contro Chris Davies 16.12.2001: L'azione di Chris Davies ed il sostegno dei radicali
    0:19 Durata: 6 min 48 sec