25 GIU 2002

Plenum Camera: Pannella "La situazione si sporca e si ingarbuglia"

[NON DEFINITO] | - 00:00 Durata: 1 sec
Organizzatori: 

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

I tredici seggi vacanti non trovano occupazione: secondo Pannella "è una situazione che si ingarbuglia e si sporca".

Domani in conferenza stampa annuncia sulle modalità di proseguimento del Satyagraha.

Roma, 25 giugno 2002 – Casini e Soro, con i capigruppo, non sono arrivati a nessuna conclusione sulla vicenda dei seggi fantasma, se non rimandare la decisione alla Camera.

Pannella annuncia quindi per domani (mercoledì) una conferenza stampa in cui renderà noto che forma prenderà il Satyagraha che da più di due mesi sta portando avanti.

Il leader radicale aveva annunciato ieri, ospite al
Tg2, che se oggi la riunione dei capigruppo e del presidente per la giunta delle elezioni Antonello Soro con il presidente della Camera Pierferdinando Casini non avrebbe portato un esito positivo, sarebbe passato nuovamente allo sciopero della sete.

L'esito della riunione con i capigruppo Intanto la riunione di questa mattina non ha avuto l'esito sperato.

Prima di tutto perché i capigruppo dell'opposizione hanno deciso di disertare, giustificando l'assenza con il fatto che "la maggioranza - si legge nella lettera inviata a Casini - che ha impedito la verifica dei voti in un solo seggio elettorale, segnala l'assenza di garanzie per la minoranza su questioni fondamentali per la democrazia come la legalità della composizione dell'Assemblea, e cioè che in Parlamento accedano coloro che è stato accertato abbiano i titoli per accedervi".

Soro ha quindi reso noto, concluso l'incontro, che il presidente Casini sta pensando di portare in aula il caso dei seggi vacanti.

Pannella: la situazione si ingarbuglia e si sporca Pannella, in seguito alla riunione dei capigruppo, ha dichiarato: "Quello che so è che la situazione comodamente si ingarbuglia e si sporca sempre di più, e mentre accade questo, già questa mattina è cominciata un'altra sceneggiata ignobile e grottesca: il parlamento doveva eleggere i rappresentanti che la costituzione prevede per il Csm e invece quello che sono riusciti a fare è mandare di nuovo questo a deserta".

Con la mancata nomina dei membri del Csm, quindi, secondo il leader radicale, la situazione si intreccia ulteriormente.Pannella, a questo proposito, ricorda anche la necessità di un messaggio alle Camere da parte di Ciampi: "L'assenza di messaggi da parte del Presidente della Repubblica è una messa a morte di uno strumento costituzionale di grande importanza".Liliana Pannella: Presidente faccia qualcosa Pannella è in Satyagraha da oltre due mesi e ha già perso circa 30 Kg.

La sorella Liliana ha mandato questa mattina una lettera-appello a Ciampi, in cui si legge: "Sono certa che lei - riferendosi al Capo dello Stato - non possa rimanere insensibile a quanto accade: una decisione di legalità ritardata, sempre più ritardata all'interno del nostro Parlamento che certo nella sua autonomia deve decidere".

Satyagraha: "Voglio riflettere" Per quel che riguarda il Satyagraha Pannella annuncia di voler riflettere con le compagne e i compagni, presenti al presideio di Montecitorio, "nella vera Camera legislativa, che - secondo il leader radicale - è questa dove si fanno gli scioperi della sete, della fame e le maratone" dice, e di voler parlare anche con Daniele Capezzone e "riflettere molto anch'io".

"Risponderemo con i fatti, domani mattina alle 11 in conferenza stampa sempre qui al gazebo - annuncia Pannella - sulle modalità della risposta dello sciopero della sete ed altro, però a questo punto ribadisco che la vicenda si complica e si sporca sempre di più, agiremo di conseguenza".

leggi tutto

riduci

  • Le interviste a Soro e La Russa<p><strong>Servizi correlati</strong> (24.06.2002) - Pannella al Tg2 (24.06.2002) - Pannella e Bonino a Casini: "Serve voto utile" (23.06.2002) - Pannella alla maratona oratoria (22.06.2002) - Pannella: Incontro Casini poi decido su sciopero della sete 21.06.2002 - Intervista a Tg2, Imminente passaggio a sciopero della sete 21.06.2002 - Pannella precisa le forme dei suoi 70 giorni di partecipazione al satyagraha 20.06.2002 - Pannella attacca Casini, «Si sta comportando in modo inaccettabile» 20.06.2002 - Al via la Maratona oratoria e della sete a Piazza Montecitorio (A cura di Alessio Falconio)