16 AGO 2002

Radicali: Luca Coscioni ospite a «3131 Costume e Società»

[NON DEFINITO] | - 00:00 Durata: 25 min 56 sec
Organizzatori: 

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

Luca Coscioni parla a «3131 Costume e Società» della sua vita: la malattia, la politica e la sua forza.

Roma, 16 agosto 2002 - Dagli studio di Radio Due va in onda la trasmissione "3131 Costume e Società", condotta da Pierluigi Diaco.

Ospite della trasmissione il presidente di Radicali Italiani Luca Coscioni.

Coscioni da ormai due anni è diventato simbolo e corpo della lotta radicale non violenta.

Affetto da sclerosi laterale amiotrofica, una malattia che l'ha reso completamente paralizzato e lo costringe a parlare tramite un sintetizzatore vocale, ha fatto della sua vita di "persona
diversamente abile", uno strumento di lotta per la libertà, la legalità e il diritto, da militante e da dirigente politico.

La mia storia biologica "La mia storia biologica comincia 35 anni fa circa - ha raccontato Coscioni - quando uno dei 500 milioni di spermatozoi di mio padre, Rodolfo, raggiunge per primo un ovocita di mia madre Annacristina".

"Il caso ha per me una straordinaria importanza - ha proseguito - tutto muove e tutto ferma: avevo una probabilità su 500 milioni di venire concepito e una su 100 mila di ammalarmi, cazzo, si sono verificate entrambe" La mia forza Coscioni ha poi raccontato i motivi che lo portano a proseguire nella sua lotta radicale: "La forza di vivere e di combattere una battaglia radicale, quella per la libertà di ricerca, nonostante la malattia, non è un dono come lo è la fede - ha poi proseguito - Ci sono momenti in cui vorrei mollare tutto, poi ricomincio a lottare, cioè a vivere".

"La forza è messa a dura prova ogni istante della giornata, è molto difficile poi essere sereni quando una spada di Damocle non incombe su di te, ma ha cominciato ad attraversarti da parte a parte".

"Ciò che mi sostiene - ha poi detto - è l'istinto di sopravvivenza, la ricerca continua di una libertà che sembra irraggiungibile, la militanza politica con le mie compagne e compagni radicali: le nostre battaglie per realizzare una società libera, sì, proprio una società libera, in uno stato di diritto anche in Italia".

Pannella Coscioni ha poi ricordato l'importanza che Marco Pannella ricopre ora nella sua vita politica e personale: "Marco - ha raccontato - è una persona politicamente ed umanamente molto stimolante, fare politica con lui e vivere conoscendolo ti dà la possibilità di crescere individualmente sul sentiero della non violenza, della legalità, della democrazia e dell'amore per la vita".

IL Comitato di Bioetica Il 25 giugno scorso è stato nominato il nuovo Comitato Nazionale di Bioetica.

Luca Coscioni era uno dei candidati, e, nonostante i numerosi sostegni di importanti nomi della ricerca scientifica (tra i quali anche Rita Levi Montalcini), il presidente di Radicali Italiani è stato escluso e così spiega le motivazioni che secondo lui hanno portato a questa scelta: "Secondo alcuni non sono stato nominato membro del Comitato di Bioetica perchè non ho i titoli, per altri perchè sono presidente di Radicali Italiani" "Ma la ragione della mia esclusione - ha spiegato - è un'altra e l'ha spiegata con grande chiarezza, intervistata da Radio Radicale, Luisella Battaglia, uno dei membri del nuovo comitato nazionale per la bioetica".

"Secondo la professoressa - ha proseguito - il Comitato non è il luogo di rappresentazione del dolore del mondo, quindi siccome io sarei, solamente il protagonista di un dramma, non c'era evidentemente posto nel Comitato".

Secondo Coscioni i temi che il Comitato di Bioetica deve farsi carico al più presto sono molteplici, possiamo ricordarne alcuni: clonazione terapeutica, da non confondere nel modo più assoluto con la clonazione umana, utilizzazione degli embrioni sovranumerari, procreazione medicalmente assistita, suicidio assistito, libertà terapeutica, uso terapeutico della cannabis, RU 486, ossia pillola abortiva, assistenza personale autogestita e domiciliare per le persone con gravi disabilità "questi sono infatti i temi centrali del dibattito scientifico, politico e bioetico in Italia e nel mondo".

La fecondazione eterologa Riguardo la legge appena approvata alla Camera sulla fecondazione eterologa, Coscioni ha dichiarato: "La Camera dei deputati - ha infatti ricordato - ha recentemente approvato una legge sulla procreazione medicalmente assistita illiberale e che danneggia pesantemente anche dal punto di vista medico, le donne che decideranno di ricorrere a tali tecniche di fecondazione".

Gli embrioni sovranumerari Coscioni ha poi parlato della questione degli embrioni sovranumerari: "Nel nostro paese esistono circa 30 mila embrioni cosiddetti sovranumerari, si possono chiamare anche embrioni spazzatura, nel senso che essendo il prodotto di scarto per i programmi di fecondazione assistita, finiranno comunque nella spazzatura".

Le proposte radicali Coscioni ha quindi ricordato le proposte di legge presentate il parlamento da Radicali Italiani che affrontano la libertà di cura e di ricerca scientifica: clonazione terapeutoca e procreazione medicalmente assistita, suicidio assistito, uso terapeutico della cannabis.

"Purtroppo - ha proseguito - su questi temi radicali il Parlamento italiano ed il Comitato Nazionale per la Bioetica sono blindati.

Nonostante ciò - ha quindi concluso - proprio per questo, la mia battaglia, la nostra battaglia, anche per la libertà di ricerca continuerà".

leggi tutto

riduci

  • Pierluigi Diaco, conduttore di «3131 Costume e Società» - Presenta Luca Coscioni

    <br><em>Indice per argomenti ed interventi</em>
    0:00 Durata: 4 min 16 sec
  • Luca Coscioni, presidente di Radicali Italiani - "La mia storia biologica"

    0:04 Durata: 1 min 21 sec
  • Luca Coscioni - La forza di vivere e lottare

    0:05 Durata: 1 min 24 sec
  • Pierluigi Diaco - Il senso della trasmissione

    0:07 Durata: 2 min
  • Luca Coscioni - Il rapporto con Marco Pannella

    0:09 Durata: 1 min 22 sec
  • Pierluigi Diaco - Il sintetizzatore vocale che aiuta Luca a parlare

    0:10 Durata: 56 sec
  • Luca Coscioni - Cosa devono fare le persone "normali" per aiutare i "diversamente abili"

    0:11 Durata: 1 min 35 sec
  • Pierluigi Diaco

    0:12 Durata: 1 min 19 sec
  • Luca Coscioni - La mancata nomina nel Comitato di Bioetica

    0:14 Durata: 1 min 7 sec
  • Pierluigi Diaco

    0:15 Durata: 1 min 22 sec
  • Luca Coscioni - Le battaglie di cui si deve far carico il Comitato di Bioetica

    0:16 Durata: 58 sec
  • Luca Coscioni - La fecondazione eterologa

    0:17 Durata: 1 min 36 sec
  • Pierluigi Diaco

    0:19 Durata: 47 sec
  • Luca Coscioni - La sperimentazione negli embrioni umani

    0:20 Durata: 1 min 13 sec
  • Luca Coscioni - La clonazione terapeutica

    0:21 Durata: 1 min 50 sec
  • Pierluigi Diaco

    0:23 Durata: 59 sec
  • Luca Coscioni - Il sostegno di scienziati e ricercatori

    0:24 Durata: 1 min 23 sec
  • Pierluigi Diaco - Conclude

    <strong>Argomenti Correlati</strong><p><em>La battaglia di Luca Coscioni</em> Appello per Luca Coscioni al Comitato Nazionale di Bioetica Le 25 pdl di iniziativa popolare L'appello a Silvio Berlusconi LucaCoscioni.it<p><em>Le ultime vicende sulla clonazione</em> 11.01.2002: Intervento di Luca Coscioni all'apertura della nuova sede Aisla di S.Giovanni Rotondo 27.11.2001: Conferenza stampa di Radicali Italiani sulle reazioni 'talebane' all'esperimento Usa 26.11.2001: Clonazione: Coscioni, Una questione di vita o di morte 26.11.2001: È clonazione terapeutica, non riproduttiva 17.11.2001: Clonazione terapeutica, Si grazie<p><em>Il "talebano" Sirchia</em> 24.08.2001: Per Sirchia si potrebbe configurare il reato di crimine contro l'umanità 13.08.2001: Pannella risponde al Papa 10.08.2001: Bene Bush ma in Italia è necessario battere Sirchia il talebano 01.08.2001: Scienziati con Coscioni contro Sirchia il talebano 08.07.2001: Difendere la libertà di ricerca da Sirchia, Cei e Biancofiore<p><em>La campagna elettorale</em> 12.04.2001: Emma Bonino e Luca Coscioni a «Il raggio verde» 01.04.2001: Comincia il presidio di Luca Coscioni al Quirinale 01.04.2001: «Telecamere» con Emma Bonino e Luca Coscioni 28.03.2001: Nobel, scienziati e accademici aderiscono all'appello politico-elettorale di Luca Coscioni 10.02.2001: Luca Coscioni a TMC 19.01.2001: Luca Coscioni, la lotta dei radicali per la libertà della scienza<p><em>Nel mondo</em> 22.01.2002: Francia "sì all'uso degli embrioni" 17.01.2002: USA: Insediata Commissione di Bioetica 18.12.2001: Gli scienziati dell'UE, Sì alla ricerca sugli embrioni
    0:25 Durata: 28 sec