21 AGO 2002
intervista

Caso Milingo: Intervista al Card. Giovanni Cheli, Milingo sta bene

INTERVISTA | - 00:00 Durata: 1 sec

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

Mons.

Milingo sta bene ed è libero, parola del Card.

Giovanni Cheli, suo confidente e consigliere.

Roma, 21 agosto 2002 - La vicenda di Mons.

Milingo continua a far discutere.

A un anno di distanza dallo scandalo, non si hanno più tracce del Vescovo che aveva aderito alla setta di Moon sposando una coerana e allontanadosi dalla Chiesa Cattolica.Dino Marafioti ha intervistato per i microfoni di Radio Radicale, il cardinale Giovanni Cheli, confidente e amico di Mons.

Milingo nel momento di riconciliazione.

Milingo sta bene Il Card.

Cheli ha fatto immediatamente sapere che Mons.

Milingo sta bene:
"Niente è stato mai fatto che fosse contro la sua volontà - ha affermato - al contrario si è cercato di soddisfare quelli che erano i suoi desideri e che erano desideri più che mai giusti".

"Lui ha voluto a un certo momento allontanarsi per un periodo di tempo - ha quindi spiegato - in modo da riflettere lungamente e prendere le sue decisione su quello che sarà il suo futuro e in questo è stato aiutato ed agevolato".

Presto un libro Il Card.

Cheli ha poi reso noto che presto uscirà un libro in cui verrà raccontata il "caso Milingo" dove "lui stesso spiegherà più a fondo tutta questa vicenda".

Il Cardinale ha poi confermato le condizioni di Mons.

Milingo: " Dove sia non glielo posso dire - ha voluto sottolineare - perchè non rispetterei quella che è la volontà proprio di Mons.

Milingo e posso dire però che è assolutamente libero, libero nel senso più ampio della parola, nessuno lo costringe a fare niente, se lui volesse andare nessuno lo trattiene, non sono certo i metodi della chiesa di mettere qualcuno nei ceppi".

Gli amici sarebbero dei cialtroni Il Card.

Cheli ha poi voluto rispondere a coloro che hanno accusato la Chiesa di segregare Mons.

Milingo e di impedirgli la libertà e qualsiasi forma di comunicazione con l'esterno: " Questi amici più cari che dicono di cercarlo e non riuscire a contattarlo sono e sono stati degli imbroglioni - ha infatti detto - perchè hanno raccontato fatti di cui dicevano di essere a conoscenza e hanno ingannato la gente, hanno ingannato i giornalisti, si sono anche fatti pagare per informazioni che non avevano nessun riscontro con la realtà e quindi questa gente continua a girare attorno, ma io credo ancora per motivi che non sono di certo motivi onesti".

Milingo è libero Il Card.

Giovanni Cheli ha quindi concluso sostenendo la piena libertà di Mons.

Milingo di "fare ciò che vuole" e ha poi confermato che presto torneremo a vederlo e a sentirlo.

leggi tutto

riduci