24 OTT 2002

Governo: Conferenza stampa di Pietro Lunardi sul piano infrastrutturale di Umbria e Marche

[NON DEFINITO] | - 00:00 Durata: 33 min 46 sec

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

Il ministro Lunardi presenta il piano infrastrutturale per le Marche e l'Umbria Roma, 34 ottobre 2002 - Il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Pietro Lunardi, ha presentato oggi alla stampa la nona e la decima intesa che il governo sottoscrive con le regioni a seguito della riforma del titolo V della Costituzione La legge obiettivo prevede che l'individuazione delle opere strategiche per lo sviluppo del paese e il suo pieno inserimento sia effettuato in ciascuna regione.

La sottoscrizione dell'intesa tra il governo e le regioni Marche e Umbria avviene congiuntamente perché numerosi
progetti infrastrutturali delle due regioni sono largamente collegati, i territori delle due regioni costituiscono un'area strategica per tutto il paese non adeguate alle funzioni che svolge sulla dotazione della mobilità e della logistica.

La crescita di questi territori è penalizzata da insufficiente dotazione infrastrutture specie nei collegamenti trasversali interni.

I progetti infrastrutturali Questa intesa che oggi si sottoscrive prevede queste opere strategiche che sono state individuare in 3 gruppi: raddoppio e qualificazione della linea ferroviaria trasversale Orte e Falconara; asse viario marche Umbria, che prevede il potenziamento delle statali 76, 77, 78 e della pedemontana marchigiana, questo è un progetto pilota che collega l'area interna con la costa adriatica; completamento dell'asse viario trasversale Lafano-Grosseto.

Per le regione Marche si prevedeno quattro punti: la qualificazione della linea ferroviaria adriatica con by-pass dell'area della raffineria Api e con il raccordo con la linea Falconara-Orte.

Il secondo è il proseguimento dell'autostrada A24 fino a Giulianova, Benedetto del Tronto, connessione con l'A14, in località Pedaso.

Allacci plurimodali per i potenziamento del porto di Ancona come casello del progetto "Autostrade del mare".

Infrastrutture di allaccio stradale e ferroviario dell'interporto di Jesi.

Per ciò che riguarda l'Umbria: nodo ferroviario e stradale di Perugia, la strada delle 3 valli per il prolungamento della viabilità del quadrilatero umbro-marchigiano verso i grandi corridoi di viabilità centrali A1 e A45.

Tratta Terni-Rieti verso la trasversale Orte-Civitavecchia.

I sistema di piaste logistiche umbre Terni Foligno, Città di Castello Le risorse finanziaria Le risorse finanziarie occorrenti per queste opere oggi sono stimate a 7308 milioni di euro, così ripartito: per le opere interessanti Marche-Umbria, cioè quelle congiunte, sono 3734 milioni di euro; per le opere alle sole marche 2250 milioni di euro; per le opere relative alla sola Umbria si prevedono 1324 milioni di euro.

In un triennio 2002-2003 si prevede si spendere non meno di 1350 milioni di euro.

Per la realizzazione di parte del quadrilatero si prevede la possibilità di concorso di capitali privati.

I tempi di realizzazione di tutte le opere indicate sono previsti entro il 2009, con alcuni completamenti entro il 2005.

leggi tutto

riduci