02 APR 2001

Intervista-filodiretto con Gianni De Michelis

[NON DEFINITO] | - 00:00 Durata: 41 min 36 sec
Organizzatori: 

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

Roma, 2 aprile 2001 - Documento audiovideo dell'intervista e del filodiretto del Gianni De Michelis.

Ai microfoni di Roberto Iezzi, il segretario del nuovo Psi parla della trattativa appena conclusa sulle candidature socialiste alle prossime elezioni.

Dodici candidati, di cui sei nei "collegi buoni", questo il risultato dell'accordo con il leader del centrodestra Silvio Berlusconi.

"Un numero che potrebbe anche essere considerato insoddisfacente", anche se, precisa De Michelis, gli obiettivi principali del Psi in questa campagna elettorale sono altri.

Quelli di ripresentare il simbolo del
garofano sulla scheda proporzionale, "per consentire a chi si sente socialista di votare socialista", e di contribuire a sconfiggere il centrosinistra, nei confronti del quale De Michelis è molto duro: "non è un vero centrosinistra ma una coalizione cattocomunista, messa assieme dai diessini con lo scopo di manipolare il sistema democratico per andare al potere".

De Michelis esprime quindi la propria soddisfazione per aver mantenuto "un impegno che molti di noi avevano preso con Bettino Craxi", e cioè quello di "riportare il suo nome Parlamento" sia pure attraverso il figlio Bobo, che infatti sarà candidato a Taranto per la Camera.

Le altre candidature già definite sono quelle di Roberto Spano, Leone Delfino e Chiara Moroni, la figlia di Sergio, esponente socialista suicida negli anni di Tangentopoli. Sul veto che Lega e An hanno imposto a Berlusconi sulle candidature sua e di Martelli, De Michelis ammette: "non ci ha fatto piacere né sul piano personale né sul piano politico".

Ma poi rilancia: "il modo migliore di rispondere è quello di votare garofano nel proporzionale.

I Bossi e i Fini saranno smentiti.

Chi ha un giudizio diverso da quello dei giustizialisti sulla Prima Repubblica e su quello che è successo a Bettino Craxi, ha un modo di farsi valere".

Sui rapporti con Martelli, che venerdì scorso è stato violentemente contestato al consiglio nazionale del partito, De Michelis assicura: "non ci sarà divorzio tra me e Martelli".

Ma poi ribadisce il suo no all'ipotesi di una presentazione delle liste autonoma dal centrodestra, avanzata dall'ex ministro socialista: "una forza politica non può modificare le scelte di fondo fatte al congresso alla vigilia di una consultazione elettorale decisiva". Non manca dall'intervento di De Michelis un commento sull'iniziativa del satyagraha radicale.

Il leader socialista è d'accordo sulla libertà di ricerca scientifica - "su questi temi la nostra posizione è identica a quella dei radicali" - ma critica "la follia della posizione dei radicali a favore del maggioritario".

Il consenso trasversale a favore della Chiesa - spiega - è reso possibile da questo sistema elettorale.

Pannella predica bene e razzola male, inganna gli elettori".

leggi tutto

riduci

  • La trattativa sui collegi elettorali: "E' stata raggiunta l'intesa con Berlusconi"

    <strong>Indice degli argomenti<strong>
    0:00 Durata: 3 min 9 sec
  • I collegi offerti dal centrodestra: "Sono 12 collegi di cui 6 buoni. Finora i candidati certi sono Bobo Craxi, che sarà candidato a Taranto per la Camera, Roberto Spano, Leone Delfino e Chiara Moroni"

    0:03 Durata: 2 min 11 sec
  • Il veto sulle candidature "da Prima Repubblica": "Il modo migliore di rispondere è quello di votare garofano nel proporzionale"

    0:05 Durata: 5 min 5 sec
  • Alleanza politica o elettorale?: "Noi non siamo a pieno titolo nella Casa della Libertà, ma non per volontà nostra"

    0:10 Durata: 2 min 4 sec
  • Il giudizio su Silvio Berlusconi: "Sarà un buon presidente del consiglio"

    0:12 Durata: 1 min 25 sec
  • Il giudizio sull'Ulivo: "Non è un centrosinistra ma una coalizione cattocomunista"

    0:13 Durata: 1 min 19 sec
  • L'alleanza con la destra: "E' un'alleanza anomala come la situazione politica italiana"

    0:15 Durata: 1 min 34 sec
  • Il satyagraha radicale: "La follia della posizione dei radicali a favore del maggioritario. Il consenso trasversale a favore della Chiesa è reso possibile da questo sistema elettorale. Pannella predica bene e razzola male, inganna gli elettori. E noi chiediamo ai giovani che vogliono votare radicale di non farsi ingannare e votare per il garofano"

    0:16 Durata: 3 min 35 sec
  • La disinformazione in Italia: "Noi subiamo la medesima discriminazione. Ma la legge della par condicio è figlia di questo bipolarismo"

    0:20 Durata: 2 min 16 sec
  • La contestazione a Martelli: "Non ci sarà divorzio tra me e Martelli"

    0:22 Durata: 2 min 13 sec
  • Le trattative con la Casa delle Libertà: "Pannella ha fatto lo stesso"

    Domande dallo studio
    0:24 Durata: 1 min 24 sec
  • L'arresto di Milosevic: "Bisogna sostenere la nuova leadership serba e fare attenzione al pericolo di una grande Albania"

    0:26 Durata: 2 min 20 sec
  • Il giudizio su Democrazia Europea: "Ha in comune con noi solo la proposta sulla legge elettorale"

    0:28 Durata: 1 min 25 sec
  • Le adozioni per le coppie gay: "Personalmente sono favorevole"

    0:30 Durata: 39 sec
  • Il boicottaggio di Berlusconi ai referendum radicali sulla giustizia: "I socialisti hanno pagato un prezzo molto duro per avere sostenuto posizioni simili"

    0:30 Durata: 36 sec
  • L'identità del Psi: "Essere craxiani significa essere di sinistra"

    0:31 Durata: 1 min 14 sec
  • Il giudizio sul Partito Repubblicano: "Anche loro si oppongono a questo centrosinistra!

    0:32 Durata: 39 sec
  • Le scissioni nel Psi: "Sono dovute al fatto che i socialisti non desiderano mai far parte di una chiesa"

    0:33 Durata: 1 min 22 sec
  • Il rientro del Psi nella scena politica italiana: "Torneremo in campo solo se un certo numero di elettori ci voterà"

    0:34 Durata: 2 min 9 sec
  • L'alleanza con gli ex "boia di Craxi": "L'atteggiamento di Fini e Bossi dimostra che rinasce una vera forza socialisti"

    0:36 Durata: 1 min
  • La sorte del Polo Laico: "Non esiste"

    0:37 Durata: 33 sec
  • Mani Pulite: "Agli elettori dico di rivalutare la figura di Bettino Craxi con il voto"

    0:38 Durata: 39 sec
  • La scarso laicismo del Polo: "E' la conseguenza di un sistema elettorale sbagliato"

    0:38 Durata: 2 min 45 sec