22 APR 2001

Intervista-filodiretto con Daniele Capezzone

[NON DEFINITO] | - 00:00 Durata: 1 ora 47 min
Organizzatori: 

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

Milano, 22 aprile 2001 - Documento audiovideo dell'intervista-filodiretto con Daniele Capezzone, responsabile dell'informazione per i Radicali, e candidato della Lista Bonino nella nelle circoscrizioni proporzionali della Camera di Piemonte 2 e Lombardia 3.

In studio, Roberto Spagnoli. Capezzone interviene sulla polemica sollevata negli ultimi giorni da Casa delle libertà e Ulivo sulle dichiarazioni di Silvio Berlusconi, che ha denunciato le minacce terroristiche di cui sarebbe stato destinatario.

"Si crea un polverone su cose inconsistenti.

E su questo interviene il Presidente della
Repubblica, che tace sulla lesione dei diritti dei cittadini da noi denunciati.

Ciampi sta dimostrando lo stesso senso del diritto del suo predecessore Scalfaro".

Ma questo è solo l'ultimo di una lunga serie di episodi.

"Veniamo da mesi di risse su cose inesistenti abbiamo dovuto discutere per un mese se si doveva votare il 6 o il 13 maggio, e per un altro mese di Satyiricon e dell'Ottavo nano.

Poi abbiamo discusso delle candidature, sul fatto se Ciriaco De Mita o la signora Mastella si candidavano o no.

Quindi della data del referendum lombardo e adesso arrivano le minacce denunciate da Berlusconi.

È possibile che non ci si renda conto del fatto che tutto questo serve ad occultare altro?" Ricerca scientifica, tossicodipendenza, sistema elettorale e finanziamento pubblico ai partiti.

Sono questi i temi su cui l'informazione politica a deciso di tacere.

E sono anche i temi "concreti" sollevati da i Radicali.

Ma non si tratta, dichiara Capezzone, di un semplice "complotto" ai danni di Emma Bonino o Marco Pannella.

È vero il contrario.

L'eliminazione dei radicali rappresenta piuttosto "lo strumento per garantire che di questo non si discuta". .

leggi tutto

riduci