25 APR 2001

25 aprile: Berlusconi a Torino «Unità delle forze democratiche contro il terrorismo»

[NON DEFINITO] | - 00:00 Durata: 1 ora 3 min

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

Torino, 25 aprile 2001 - "Una festa che deve essere patrimonio di tutti, non di una parte soltanto, perché significò la riconquista della libertà di tutti".

Così, nel corso della manifestazione torinese di Forza Italia in occasione della Festa della Liberazione, Silvio Berlusconi definisce il 25 aprile.

"Deve essere il giorno della memoria - continua il leader del centrodestra - in cui i padri devono parlare ai loro figli dei totalitarismi: nazismo, fascismo e comunismo".All'indomani del ritrovamento di diversi volantini di sedicenti formazioni brigatiste, Berlusconi lancia un appello
all'unità "di tutte le forze democratiche" anche contro quello che definisce "un fenomeno pericoloso" e si augura una "riconciliazione con l'altra parte", per agire con unità contro il terrorismo".Tutt'altro che concilianti, però, i toni del "Cavaliere" nel valutare l'azione nel campo sicurezza del centrosinistra, che "ha fallito sul piano della repressione".

La proposta è quella di tornare ai "mezzi antichi" per combattere il crimine.

In particolare, Berlusconi si riferisce al ruolo di "infiltrati" e "confidenti" di Polizia e Carabinieri, che - dice - "oggi non ci sono più".Le altre proposte in tema di sicurezza di cui ha parlato sono la revisione del Codice Penale, l'introduzione del giudice territoriale, che possa processare subito chi ha commesso i reati, e di misure atte ad evitare che chi ha commesso reati di sangue possa tornare in libertà condizionata in attesa di un processo.

"Questo - dice alla platea torinese di Forza Italia - è un lavoro da imprenditori, non da uomini delle parole e dei comizi".

leggi tutto

riduci

  • Silvio Berlusconi (FI), candidato-premier del Centrodestra

    0:00 Durata: 1 ora 3 min