05 MAG 2001

Lucia Annunziata intervista Emma Bonino: "Chiediamo a Ciampi il rispetto letterale e formale della Costituzione"

[NON DEFINITO] | - 00:00 Durata: 34 min 41 sec
Organizzatori: 

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

Ciampi si pone come arbitro tra i poteri, più che come garante dei diritti dei cittadini.

Noi gli chiediamo il rispetto letterale e formale della Costituzione, la libertà dei cittadini di per conoscere, per deliberare.

Per questo continuiamo a lottare.

Milano, 5 maggio 2001 - Emma Bonino rilascia un'intervista a Lucia Annunziata, per l'agenzia di stampa Ap.Biscom.

La leader radicale parla dell'esperienza vissuta durante i cinque giorni di sciopero della sete e della fame, spiega le ragioni politiche del Satyagraha radicale, rinnova le sue critiche al Presidente della Repubblica Ciampi, e
assicura che l'iniziativa non violenta sarà presto rilanciata. "Dal punto di vista fisico è stata durissima.

Mi sento come una che gli è passato addosso un carro armato".

Così Emma Bonino definisce le sue condizioni di salute all'indomani delle dimissioni dall'ospedale, dove è stata ricoverata nelle ultime ore di sciopero, e da cui è stata dimessa nella giornata di sabato 5 maggio.

La leader radicale parla anche del momento più difficile che ha dovuto affrontare durante lo sciopero: quello immediatamente successivo al collegamento con la trasmissione televisiva "Porta a porta", condotta da Bruno Vespa.

Descrive inoltre le ragioni personali e politiche che l'hanno condotta ad interromperlo: "La decisione di smettere è stata presa sia per ragioni mediche sia perché, non ne potevo più di trovare sui giornali e in televisione, solo notizie come 'Emma sta bene' o 'Emma sta male'". Spiegando poi le ragioni politiche del Satyagraha radicale, Emma Bonino analizza lo stato della politica, dell'informazione e delle istituzioni italiane.

"L'Italia è un paese che in un anno ha avuto 367 condanne sul suo sistema giudiziario dalla Corte Europea di Strasburgo e su questo non dice niente nessuno.

E per porre a fine a questa vergogna si è deciso con una leggina recente di rendere più difficile l'accesso alla Corte Europea.

Dal punto di vista decisionale dei cittadini non ci sono più regole.

Vinci i referendum e il Parlamento o non lo applica o lo stravolge, e questo vale per la responsabilità civile dei magistrati, per il finanziamento pubblico dei partiti, come per la legge elettorale.

C'è un giudice della Corte Costituzionale che sta lì senza averne i requisiti e non si apre bocca". Emma Bonino torna quindi ad accusare il Capo dello Stato di essere "arbitro tra i poteri", piuttosto che "garante dei diritti dei cittadini", anche se tiene a precisare che nei suoi confronti non nutre alcuna "avversione personale".

La leader radicale spiega infatti di capire "umanamente" la scelta di Ciampi, ma di essere sempre "terrorizzata" quando "si sale il primo gradino della legge", cioè la garanzia del rispetto "letterale e formale" della Costituzione.

"Poi - osserva - non ci si ferma più". Infine, un bilancio sull'iniziativa appena sospesa del Satyagraha radicale.

Emma Bonino è d'accordo con Lucia Annunziata nell'osservare che questo bilancio "non indica una grande vittoria".

Tuttavia, rilancia quella che definisce un ribellione laica non violenta: "Ora si tratta di continuare e vediamo cos'altro possiamo inventarci". .

leggi tutto

riduci

  • L'esperienza dello sciopero della sete e della fame

    <strong>Indice degli argomenti<strong>
    0:00 Durata: 4 min 10 sec
  • Il momento peggiore e la decisione di interrompero lo sciopero

    0:04 Durata: 1 min 47 sec
  • La scelta "da donna" di intraprendere lo sciopero, e il sostegno avuto dalla famiglia

    0:05 Durata: 2 min 16 sec
  • La lotta politica non violenta e lo sciopero come "urlo"

    0:08 Durata: 1 min 13 sec
  • L'illegalità nel sistema politico e istituzionale del paese

    0:09 Durata: 3 min 27 sec
  • L'assenza di discussione sui programmi in campagna elettorale

    0:12 Durata: 4 min 53 sec
  • Il giudizio sul ruolo del Presidente della Repubblica Ciampi

    0:17 Durata: 2 min 33 sec
  • Lo show televisivo di Adriano Celentano

    0:20 Durata: 3 min 12 sec
  • Il rilancio del Satyagraha

    0:23 Durata: 1 min 33 sec
  • L'intervista di Marco Pannella su Repubblica a proposito delle riforme istituzionali

    0:25 Durata: 2 min 11 sec
  • Le possibili alleanze dei Radicali con le altre forze politiche

    0:27 Durata: 1 min 49 sec
  • La visita del Papa in Medio Oriente

    0:29 Durata: 3 min 28 sec
  • La scelta di presentarsi alle elezioni regionali del 2000

    0:32 Durata: 2 min 9 sec