09 SET 2000

Ampi consensi per la candidatura di Emma Bonino a Commissario per i rifugiati dell'Onu

[NON DEFINITO] | - 00:00 Durata: 10 min 53 sec

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

Cossiga: "Sono nettamente favorevole" - Tremonti: "Ha un curriculum eccellente" - Pecoraro Scanio: "Una candidatura di grande prestigio"- Frattini: "Una nomina che riconoscerebbe tutta la storia di una vita" - Bassanini: "Rappresenta in maniera emblematica la cultura dei diritti umani".

Registrazione audio di "Ampi consensi per la candidatura di Emma Bonino a Commissario per i rifugiati dell'Onu", registrato sabato 9 settembre 2000 alle 00:00.

La registrazione audio ha una durata di 10 minuti.
  • Giulio Tremonti, deputato FI, ex ministro delle Finanze: "Ha un curriculum eccellente"

    Intervistato da Claudio Landi sulla possibile candidatura di Emma Bonino ad Alto Commissario per i rifugiati dell'Onu, il parlamentare di Forza Italia, Giulio Tremonti, già ministro delle Finanze nel governo di Silvio Berlusconi, ha affermato di vedere la candidatura di Emma Bonino "in modo altamente positivo", spiegando che "la politica, ormai, o è internazionale o non è. E non è che in giro nel mondo ci sia molto personale politico con una esperienza e un profilo internazionali. Io non ho sempre avuto le stesse idee dei Radicali e dell'onorevole Bonino, ma fondamentalmente per quella missione mi sembra una persona di assoluto rilievo, che combina esperienza e passione". Confrontando i due candidati italiani, Bonino e Migone, Tremonti ha concluso: "Cerco di non formulare giudizi di carattere personale. Credo siano tutte persone degnissime, ma ho l'impressione che il curriculum del candidato Bonino sia assolutamente eccellente, che il curriculum del candidato Migone sia - come dire - piuttosto "domestico"".<br> <br>
    0:00 Durata: 1 min 27 sec
  • Franco Bassanini, ministro della Funzione Pubblica: "Rappresenta in maniera emblematica la cultura dei diritti umani"

    Sulla candidatura di Emma Bonino, Franco Bassanini, Ministro della Funzione pubblica, ha dichiarato a Dino Marafioti, che lo intervistava per Radio Radicale: "Mi pare di capire che il Presidente del Consiglio Giuliano Amato stia lavorando perché questa ipotesi si realizzi. Mi sembra che sarebbe un'eccellente soluzione: sia per le capacità personali di Emma Bonino, che per altro ha dimostrato brillantemente nella Commissione europea, sia perché rappresenta da tempo, in maniera emblematica, la cultura dei diritti umani e la tutela dei diritti degli uomini e delle donne in qualunque parte del mondo, e questa è una struttura delle Nazioni Unite che è in prima linea in un'azione concreta di tutela di difesa e di tutela dei diritti di tutti gli uomini".<br> <br>
    0:01 Durata: 1 min 7 sec
  • Franco Frattini, deputato FI e presidente del comitato parlamentare di controllo sui servizi: "Una nomina che riconoscerebbe tutta la storia di una vita"

    Il presidente del comitato parlamentare di controllo sui servizi e deputato di Forza Italia, Franco Frattini, ha avuto parole favorevoli alla candidatura Bonino: "Il mio giudizio è certamente di grandissimo apprezzamento per la persona che, da commissario europeo, ha sicuramente fatto molto bene e che nella lotta per la difesa dei deboli, e quindi dei rifugiati, potrebbe fare altrettanto bene". Frattini ha proseguito spiegando che si augura la nomina della leader radicale da parte dell'Onu, anche perché essa avverrebbe "al di fuori - e questo è l'ulteriore aspetto positivo - da logiche inaccettabili di attrazione politica. Nel senso che una persona che ha la storia di Emma Bonino, se verrà nominata, come io immagino si possa certamente fare, non sarà certo perché ha fatto dichiarazioni di simpatia per uno schieramento politico. Quindi una nomina fuori dalla logica di una attrazione dei radicali verso un'alleanza con la sinistra, perché questo mal si concilierebbe con la storia di libertà di Emma Bonino, ma una nomina che riconosce in lei tutta una storia di una vita: ecco, questo sarebbe il senso giusto di questa nomina."<br> <br>
    0:02 Durata: 1 min 22 sec
  • Alfonso Pecoraro Scanio, ministro per le Politiche Agricole: "Una candidatura di grande prestigio"

    Alfonso Pecoraro Scanio, ministro delle Politiche Agricole, ha fatto una dichiarazione breve e incisiva sull'ipotesi di Emma Bonino commissario Onu per i rifugiati: "Mi sembra una candidatura di grande prestigio, tra l'altro una candidatura non solo di un'italiana, ma anche di una persona che ha fatto già molto bene come Commissario europeo". A proposito dell'altro candidato italiano, Gian Giacomo Migone, Pecoraro Scanio ha aggiunto: "Mi sembra una persona di qualità, però Emma mi sembra una persona che ha avuto un grande ruolo per quanto riguarda già un'esperienza fatta come Commissaria Europea".<br> <br>
    0:04 Durata: 34 sec
  • Agazio Loiero, ministro per gli Affari Regionali: "Persona di rara qualità"

    Agazio Loiero, ministro per gli Affari Regionali, riferendosi alla candidatura di Emma Bonino a commissario Onu per i rifugiati, ha affermato: "Il suo impegno e l'esperienza che ha fatto la abilitano ampiamente per questo ruolo. Quando si è impegnata sul piano internazionale è stata molto più incisiva di quanto non lo sia stato all'interno. Emma Bonino è un personaggio di rara qualità e grande capacità operativa e là c'è bisogno non solo del simbolismo dei gesti, ma c'è anche bisogno di gente che si rimbocchi le maniche . Lei risponde a questi requisiti"<br> <br>
    0:04 Durata: 46 sec
  • Gustavo Selva, presidente dei deputati di AN: "Eccellente proposta"

    Gustavo Selva, capogruppo di AN alla Camera, raggiunto per Radio Radicale da Alessio Falconio, ha dichiarato: "Mi sembra un'eccellente proposta. Se c'è una persona adatta, nel momento adatto, per svolgere una funzione adatta al ruolo è Emma Bonino. &Egrave; una donna coraggiosa, ha idee chiare che può realizzare in questa sua funzione. Quindi mi sembrerebbe che dovremmo dare una prova di sostenere questa candidatura in modo unitario."<br> <br>
    0:05 Durata: 39 sec
  • Patrizia Toia, ministro per i Rapporti col Parlamento: "Ha le carte in regola per fare questo lavoro"

    "Da Emma Bonino - ha spiegato Patrizia Toia, Ministro per i rapporti con il Parlamento, ai microfoni di Radio Radicale - mi dividono le scelte della cultura radicale sui diritti civili, ma mi unisce a lei una grande convinzione che i diritti umani vanno difesi e sostenuti e, tra questi, quelli dei rifugiati. Da questo punto di vista credo che Emma Bonino avrebbe le carte in regola per fare questo lavoro". Il ministro Toia ha poi ricordato la battaglia condotta insieme alla leader radicale per l'istituzione del Tribunale penale internazionale, per il quale "Emma Bonino si è molto spesa sia in sede ONU sia con l'appoggio alle organizzazioni non governative, come Non c'è pace senza giustizia" e l'attenzione che, da sempre, la Bonino riserva alla lotta contro la pena di morte e al problema dei rifugiati. "Credo - ha aggiunto - che Emma Bonino su queste battaglie c'è sempre stata in prima persona con passione oltre che con competenza e da questo punto di vista sarebbe un commissario che scuote le acque e muove qualcosa in quel sistema Onusiano che è fatto di grandi personaggi ma a volte è fatto anche di troppa burocrazia". Donne come Emma Bonino, secondo il ministro, "sono punte di diamante nel sistema onusiano", quindi servirebbero "più donne che scuotano quel sistema e smuovano un po' questa burocrazia onusiana". Concludendo, il ministro ha affermato che se il ruolo di Alto commissario fosse affidato alla leader radicale "sarebbe un bene per l'avanzamento di questi diritti umani. Ben venga dunque una commissaria Bonino per questo tipo di attività".<br> <br>
    0:06 Durata: 1 min 56 sec
  • Carlo Scognamiglio, senatore del gruppo misto: "La donna giusta al posto giusto"

    Carlo Scognamiglio, senatore del Gruppo misto, ha dichiarato ad Alessio Falconio, che gli chiedeva di esprimersi sull'ipotesi di candidatura di Emma Bonino: "Il mio giudizio è molto positivo, perché si tratta di un incarico estremamente complesso che richiede una persona dotata di grandi qualità organizzative e di grandi capacità decisionali ed anche di una grande forza di spirito. Sono queste caratteristiche che Emma Bonino ha dimostrato di avere nella sua lunga carriera e in particolare nella sua attività di commissario all'Unione Europea: durante quell'incarico si è fatta apprezzare universalmente. &Egrave; il caso di dire che si tratterebbe della donna giusta per il posto giusto".<br> <br>
    0:08 Durata: 51 sec
  • Valdo Spini, presidente direzione DS: "Si può avere una vasta convergenza europea sul suo nome"

    "Emma Bonino - ha affermato Valdo Spini, presidente della direzione DS - è stato un ottimo commissario dell'Unione Europea e quindi sono sicuro che se l'Italia lavora bene potrà avere, proprio sull'onda di questa esperienza, una vasta convergenza europea sul suo nome"<br> <br>
    0:08 Durata: 18 sec
  • Marco Follini, capogruppo del CCD: "Ha tutte le credenziali"

    Marco Follini, capogruppo CCD, ha affermato che "è una buona candidatura. Emma Bonino in questo campo ha lavorato bene: ha tutte le credenziali per svolgere al meglio questo compito. Naturalmente, poiché conosco le tentazioni del governo, dico che questo è un riconoscimento personale e che non può diventare moneta di scambio per alleanze politiche e elettorali".<br> <br>
    0:09 Durata: 37 sec
  • Francesco Cossiga, senatore a vita: "Sono nettamente favorevole"

    Il senatore a vita ed ex presidente della Repubblica, Francesco Cossiga, intervistato da Alessio Falconio, ha dichiarato a Radio Radicale: "Io sono nettamente favorevole e non credo che mi faccia velo l'affetto e l'amicizia che, da tanti anni, nonostante anche talvolta le profonde differenze politiche, mi legano a Emma Bonino. Credo che in tutti questi anni di attività internazionale - ha aggiunto -, nei vari posti in cui è stata, e soprattutto in quello di membro della Commissione Europea, Emma abbia dimostrato tali qualità e tali capacità da farne il candidato ideale per una carica di questo genere. Alla sua umanità profonda - perché Emma è donna di umanità profonda - aggiunge una conoscenza professionale che la rendono un candidato ideale per un ufficio delicato di questo tipo."<br> <br>
    0:09 Durata: 1 min 16 sec