16 SET 2000

Pannella replica agli attacchi di Baget Bozzo a Rutelli

[NON DEFINITO] | - 00:00 Durata: 13 min 26 sec

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

Documento sonoro dell'intervento di Marco Pannella in diretta a Radio Radicale.

Pannella è intervenuto, in particolare, per commentare l'intervista di Gianni Baget Bozzo su La Repubblica: "Dopo aver tentato di essere il cappellano del potere con Tambroni - ha affermato Pannella - e dopo essere stato il cappellano di Bettino Craxi (non perché Craxi lo amasse o lo avesse nominato cappellano, ma perché con il suo zelo lo era divenuto), adesso finalmente Gianni Baget Bozzo ha trovato la sua collocazione: cappellano del potente Umberto Bossi e del cardinale Ruffo, non del cardinale Biffi.

Cosa
dice questo prete erudito ma umanamente incolto, ignorante, quasi analfabeta? Egli cerca di offendere, di attaccare Rutelli.

Che cosa gli rimprovera? Essendo stato radicale, di essere, sul piano del costume, bisex, e, sempre sul piano del costume, di essere divenuto cattolico.

Quindi l'essere cattolico come costume, e l'essere bisex come costume.Io, se fossi al posto di Francesco Rutelli, al quale esprimo in questo caso tutta la mia solidarietà, coglierei l'occasione per querelare questo cappellano del cardinale Ruffo.

A questo punto, credo che sia lecito attendersi una querela, in modo che questo personaggio risponda delle sue parole".

Proseguendo, Pannella ha sottolineato che "quanto alla fede, alla speranza e alla carità, esistono persone che sono fanatiche e quindi non hanno fede (il fanatismo è una carenza, non un supplemento di fede).

Baget Bozzo non ha sicuramente speranza, tutto quello che fa è disperato; e, anche quanto a carità, ho proprio l'impressione che abbiamo davanti semplicemente la ferocia del disperato senza fede".

Pannella ha invece lodato l'intervento di Daniela Fini, moglie del presidente di AN, intervistata sempre da "la Repubblica": "L'intervista di oggi alla signora Fini svela un personaggio, un comportamento, un intervento assolutamente straordinari.

Credo sia molto bello - ha concluso -sottolineare questo intervento.

Mi pare che tutto il tono della sua intervista sia di estremo rigore.

E allora, per esempio dinanzi alla "maschia", "maschissima" polemica contro Rutelli del cappellano di Umberto Bossi e del cardinale Ruffo, e cioè di Gianni Baget Bozzo, credo che vada salutata la grande forza delle cose dette da Daniela Fini".

leggi tutto

riduci