19 MAR 2001

Ds: Manifestazione con D'Alema e Rutelli a Bologna

[NON DEFINITO] | - 00:00 Durata: 1 ora 47 min
Organizzatori: 

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

Bologna, 19 marzo 2001 - Documento audiovisivo della manifestazione "Una vittoria per l'Italia", organizzata dai Ds.

Sono intervenuti Francesco Rutelli, Pierluigi Bersani e Massimo D'Alema.

Il candidato premier del centrosinistra Rutelli ha in primo luogo chiarito che l'impegno "fondamentale nella campagna elettorale sarà quello di conquistare gli indecisi", che sono numerosi tra "i giovani e nel mondo delle imprese", verso il quale "il Polo pagherà pegno per il tifo ricevuto a Parma", perché anche tra gli imprenditori c'è chi "sostiene che non è Confindustria che detta la linea di governo
per i prossimi 5 anni".

In tema di sanità Francesco Rutelli ha prospettato "un sistema che guardi non al conto in banca del malato, ma alle sue effettive condizioni di salute, per decidere se operarlo".

Se nella "sinistra c'è stato forse un troppo discutere", dall'altra parte esiste "un assetto padronale", quindi "rafforzare il centro nella coalizione - ha aggiunto Rutelli - ha senso nel contesto della sinistra nel paese", in vista "dell'obiettivo fondamentale, quello di vincere le elezioni".Per il presidente dei Ds Massimo D'Alema "La presenza di Rutelli" alla manifestazione "spezza un clima che si voleva di veleni e di sospetti all'interno del centrosinistra", e "se ci sono stati dei conflitti", essi sono da analizzare anche considerando "Il ruolo del maggior partito della coalizione, per l'unità della coalizione".

La politica "è anche immagine - ha aggiunto D'Alema - e capacità di comunicare, per questo puntiamo su Rutelli", di fronte ad "avversari che dispongono di risorse che non hanno eguali in nessun paese democratico", e se nelle riforme "abbiamo mancato di riformare noi stessi", per D'Alema "la frantumazione politica ha offerto un'immagine di debolezza" e l'obiettivo del futuro "sarà quello di costruire una grande forza del socialismo europeo".

D'Alema ha quindi ripercorso alcune tappe della vita politica dal 1996 ad oggi, ed ha ricordato "il varo della finanziaria da 63 mila miliardi per entrare in Ue, con la Destra che aveva disertato l'aula" e l'ultima finanziaria "in cui la destra ha manifestato tutte le sue richieste particolaristiche e corporative".

In conclusione Massimo D'Alema ha discusso del conflitto d'interessi, "la politica non si costruisce mai intorno ad un uomo solo", oggi "se non mi piace Luttazzi posso guardare Fede [...] quello che mi spaventa è Fede su 6 canali".

leggi tutto

riduci

  • Mauro Zani (DS-U), segretario regionale DS Emilia Romagna, introduce

    <strong>Indice degli interventi</strong>
    0:00 Durata: 18 min
  • Francesco Rutelli, candidato premier del Centrosinistra

    0:18 Durata: 23 min 23 sec
  • Pier Luigi Bersani, ministro dei trasporti e della navigazione

    0:41 Durata: 13 min 42 sec
  • Massimo D'Alema (DS-U)

    0:55 Durata: 52 min 36 sec