04 APR 2001

Cofferati conclude l'Assemblea dei Quadri e Delegati CGIL

[NON DEFINITO] | - 00:00 Durata: 1 ora 22 min

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

Roma, 4 aprile 2001 - Documento audiovisivo dell'intervento di Sergio Cofferati a conclusione dell'Assemblea dei Quadri e Delegati CGIL.

Il segretario Nazionale della CGIL ha discusso delle varie prospettive di approccio alla globalizzazione: "che si presenta come un processo dal tratto ambiguo, e se non sarà regolata, non porterà ai risultati di crescita di cui si parla", di qui la necessità - continua Cofferati - di rivalutare il ruolo di controllo delle istituzioni sovranazionali sul contesto attuale in cui "le proteste del cosiddetto popolo di Seattle ha avanzato istanze anche legittime
contro il protezionismo della destra Usa".

Fondamentale è per Cofferati il ruolo guida della Ue nella tutela dei diritti dei lavoratori e "l'approvazione della Carta dei Diritti Fondamentali" rappresenta un punto di partenza.Nella la posizione di Confindustria espressa nel documento di Parma, Cofferati vede "tratti ideologici" di vecchio stampo, essa "in realtà nasconde l'incapacità di innovazione e il tentativo di fuga delle direttive comunitarie in tema di contratti", tra l'altro "il programma di Forza Italia pare uscito dalla stessa mano".

È fondamentale - aggiunge Cofferati - rafforzare "l'indirizzo di controllo del Parlamento e di certi santuari intoccabili come la Banca d'Italia" sui processi economici, i quali, per altro, non possono basarsi - conclude - esclusivamente su rapporti individuali, ma necessitano dell'apporto sostanziale delle rappresentanze collettive.

leggi tutto

riduci