22 MAG 2001

Berlusconi incontra Storace: «Il totoministri non mi appassiona»

[NON DEFINITO] | - 00:00 Durata: 23 min

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

Roma, 22 maggio 2001 h12.30 - Silvio Berlusconi ha incontrato il presidente della Regione Lazio Francesco Storace, per discutere dei progetti previsti dal prossimo governo relativamente alle opere pubbliche a livello regionale.

Nel corso del dibattito con i giornalisti Berlusconi ha chiarito di non essere interessato "al totoministri".

La Casa delle Libertà si è presentata come "coalizione di governo con certe forze e programmi", quindi "quella è la coalizione di governo, quella è la maggioranza".

E, ha aggiunto: "credo che quella sarà la maggioranza per i prossimi cinque anni", inoltre
"Alcuni titoli apparsi sui giornali non corrispondono al vero", non c'è "alcuna lite con Bossi".

I problemi per il prossimo governo "sono tanti", ed "ereditiamo una situazione molto difficile", tra l'altro Silvio Berlusconi ha detto di nutrire "dubbi su quello che è stato fatto conoscere circa i conti pubblici".

Il 13 maggio "è successo qualcosa di epocale", per la prima volta, nella storia recente la "sinistra che imponeva con la sua forza il consociativismo", è fuori dal governo e "oggi abbiamo realizzato una maggioranza che può contare sulle sue forze per governare".

Essa sarà "aperta a raccogliere suggerimenti anche dell'opposizione, ma sarà una maggioranza capace di una vera operatività".

Per il leader del centrodestra "ha vinto il bipolarismo", e con "l'indicazione del premier dentro il simbolo elettorale, milioni e milioni di italiani hanno dato un mandato anche personale" al premier e "non sarà pertanto possibile allontanarlo dal mandato degli elettori - ha aggiunto Berlusconi - se non attraverso un ulteriore ritorno agli elettori stessi", e se "qualcosa dovesse succedere al premier" che gli impedisca di governare, "saranno ancora gli elettori a decidere chi dovrà sostituirlo".

Tra le opere che riguarderanno la regione Lazio, Berlusconi ha assicurato l'impegno dell'esecutivo per il "Completamento della metropolitana di Roma, la risistemazione dell'alveo del fiume Tevere, la ristrutturazione dei porti di Civitavecchia e Fiumicino", la revisione del "Sistema idrico, che presenta ingenti deficienze di distribuzione", il completamento di "30 Km della via Aurelia", per un costo complessivo di 12.190 miliardi.

Francesco Storace ha sottolineato il carattere "informale della riunione insieme al nuovo leader della maggioranza che governerà il paese", dettata dalla necessità di discutere "problemi e proposte che riguarderanno la regione Lazio", dopo le "traversie nei rapporti con il governo di centrosinistra".

Storace ha ricordato che la sua amministrazione ha ottenuto in tre anni la "riduzione di tutte le tasse regionali del 51%", mentre rimane grave "il disavanzo della sanità", in cui è necessaria una "operazione di recupero".

Tra i progetti in cantiere c'è anche l'istituzione della "Sede della agenzia satellitare europea a Roma", per la quale si "attende il via libera di Bruxelles", oltre ai finanziamenti di 5 mila miliardi per le periferie e le innovazioni nei trasporti pubblici".

Tutto ciò sarà possibile grazie " al dialogo" con il governo centrale "che finora non abbiamo avuto".

leggi tutto

riduci

  • Francesco Storace, presidente della Regione Lazio

    <strong>Indice</strong>
    0:00 Durata: 6 min 18 sec
  • Silvio Berlusconi, sulle opere pubbliche previste per la Regione Lazio

    0:06 Durata: 3 min 52 sec
  • Berlusconi, su progetti e prospettive del nuovo governo

    0:10 Durata: 8 min 40 sec
  • Berlusconi: "Avrò incontri anche con le altre regioni"

    Domande dei giornalisti
    0:18 Durata: 1 min 30 sec
  • Berlusconi: "Il toto ministri non mi appassiona"

    0:20 Durata: 2 min 40 sec