05 GIU 2001

Isae: Primo Rapporto Annuale sullo stato dell'Unione Europea (con G. Amato)

[NON DEFINITO] | - 00:00 Durata: 1 ora 49 min

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

Roma, 5 giugno 2001 h11.30 - Conferenza di presentazione del primo Rapporto sullo Stato dell'Unione Europea elaborato dall'Isae (Istituto di studi e analisi economica) Il Rapporto esamina alcune decisioni prese dai Governi, dai Parlamenti nazionali e dalle istituzioni europee negli anni '90, analizzandone i risultati sulla regolamentazione, l'economia, la società dell'Unione Europea.

Vengono studiati temi quali la Carta dei diritti umani, il principio del mutuo riconoscimento, la moneta unica, la concorrenza nel settore fiscale e in quello dei servizi di pubblica utilità, le politiche della
coesione sociale e regionale.

Il dibattito, cui è intervenuto, tra gli altri, Giuliano Amato, è stato focalizzato in particolare sul principio del mutuo riconoscimento e della libera mobilità dei cittadini degli Stati membri all'interno dell'Europa, in previsione dell'allargamento ad Est dell'Unione Europea.

leggi tutto

riduci

  • James Blitz, giornalista del Financial Times

    <strong>Indice degli interventi</strong>
    0:00 Durata: 4 min 44 sec
  • Fiorella Padoa Schioppa, presidente dell'ISAE

    0:04 Durata: 5 min 18 sec
  • Pier Virgilio Dastoli, segretario generale dello European Movement di Bruxelles

    0:10 Durata: 15 min 30 sec
  • Giuliano Amato, presidente uscente del Consiglio dei Ministri

    0:25 Durata: 15 min 54 sec
  • Angelo Maria Petroni, ordinario di Filosofia e Epistemologia, Università di Bologna

    0:41 Durata: 3 min 36 sec
  • Yves Mèny, direttore del Rober Schuman Centre for advanced studies, Istituto Europeo di Firenze

    0:45 Durata: 14 min 13 sec
  • Wolfang Hager, Senior Fellow del CEPS

    0:59 Durata: 5 min 53 sec
  • Giuliano Amato (problemi audio durante l'intervento)

    <em>Domande dal pubblico</em>
    1:05 Durata: 1 min 10 sec
  • Fiorella Padoa Schioppa, in risposta all'intervento di Yves Mèny: "Vorremmo applicare il principio del mutuo riconoscimento ora, prima dell'allargamento dell'UE"

    1:06 Durata: 7 min 8 sec
  • Vincenzo Russo, docente di Scienza delle Finanze, Università La Sapienza, intervento dalla sala

    1:13 Durata: 4 min 10 sec
  • Angelo Maria Petroni: "Il mutuo riconoscimento non fa diminuire le diversità"

    1:17 Durata: 4 min 15 sec
  • Yves Mèny: "La prima cosa da fare è cambiare il sistema di welfare"

    1:21 Durata: 2 min 25 sec
  • Interventi dalla sala

    1:24 Durata: 11 min 13 sec
  • James Blitz, coordina

    1:35 Durata: 2 min 54 sec
  • Pier Virgilio Dastoli: "Il mutuo riconoscimento non è applicabile a tutta l'integrazione europea ma è accettabile a condizione di avere un'Europa democraticamente e politicamente forte"

    1:38 Durata: 5 min 45 sec
  • Giuliano Amato: "Prima di stabilire o estendere delle regole è necessario fare delle analisi economiche adeguate"

    1:44 Durata: 5 min 7 sec