22 LUG 2001

Bordin da Genova: Gli accordi tra polizia e GSF... (Corrispondenza delle 10.07)

[NON DEFINITO] | - 00:00 Durata: 7 min 25 sec

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

Genova, 22 luglio 2001 - Nella sua corrispondenza da Genova Massimo Bordin ricostruisce gli 'accordi' tra Genoa social forum e forze dell'ordine, per la manifestazione del giorno precedente."La direzione del movimento della contestazione ha delegato alla polizia la gestione politica e militare delle differenze interne al movimento" rivela Bordin sottolineando come nella conferenza stampa di ieri, Agnoletto avesse criticato la polizia "per non avere represso abbastanza i cattivi, tanto che fonti della Polizia raccontano che poco prima dell'inizio della manifestazione e prima della conferenza stampa di Agnoletto, c'è stata una sorta di trattativa tra la polizia e i dirigenti del GSF".

Questi i termini dell'accordo: Il Gsf, riconoscendo la propria incapacità di controllare gli anarchici del Black Block, hanno comunicato alla polizia che si sarebbero differenziati nel corteo, in modo tale da consentire alle forze dell'ordine di caricare i manifesanti vestiti di nero "e poi fate quello che vi pare"."Il problema - racconta Bordin - è che i poliziotti non sono stati contenti di fare esattamente quello che era stato concordato".

Soprattutto le forze dell'ordine non hanno gradito il fatto che - proprio mentre caricavano gli anarchici (come richiesto dallo stesso Gsf) - gli uomini di Agnoletto con il pugno chiuso scandivano: "Assassini, assassini! Ai poliziotti".Il giudiziio di Bordin è che questo episodio sia "assolutamente emblematico" della "estrema debolezza politica di un movimento che non può demandare alla polizia la gestione militare della piazza".Bordin ricorda inoltrele perquisizioni al Press Center del GSF, una scuola che ospita anche manifestanti." La polizia si è presentata attorno alla mezzanotte - racconta - testimoni parlano di un'azione di tipo sudamericano, con urla della polizia, e ragazzi che dormivano e che sono stati picchiati.

La polizia, dal canto suo, dice di aver trovato spranghe e altri oggetti contundenti e cercava i responsabili dei vandalismi, e dei disordini di ieri.

La cosa ha creato notevole tensione.

Attorno all'una si era diffusa la voce che fosse stato arrestato il rappresentante legale del GSF, ma a una verifica accurata si è verificato che si trattava di voce priva di fondamento.

leggi tutto

riduci