29 SET 2001

Festa di Rinascita: D'Alema, «I successi in parlamento un'eccezione non la regola»

[NON DEFINITO] | - 00:00 Durata: 2 ore 9 min

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

Napoli, 29 settembre 2001 - Si è svolto nell'ambito della festa nazionale della Rinascita, il dibattito sul tema: "Difesa della costituzione, federalismo e governo delle città" , con Massimo D'Alema, Enrico Boselli, Armando Cossutta e Grazia Francescato.

Gli intervenuti hanno fatto il punto sulle prospettive e la strategie dell'opposizione, alcuni più convinti della massima unità possibile ed altri fautori del mantenimento delle identità all'interno di una compatta coalizione.

Vincere le prossime elezioni Massimo D'Alema ha ricordato che l'opposizione ha di fronte una prospettiva di medio
periodo e non deve illudersi per i recenti successi in parlamento, i quali rappresentano "un'eccezione e non la regola".

È necessario "costruire a sinistra un processo unitario innovativo".

D'Alema inoltre si è chiesto "se la gelosa difesa delle identità e delle storie della sinistra debba avvenire attraverso la conservazione delle sigle".

La confederazione della sinistra in questo senso può "un primo passo".

''la forza dell'opposizione - ha infine osservato D'Alema - è nella capacità di riuscire a vincere le prossime elezioni, non a fare lo sgambetto dieci volte".

Alle sconfitte "si reagisce proponendo novità e le grandi novità non le può proporre un solo partito, per quanto il più grande".

Una finanziaria demagogica La legge finanziaria varata dal governo è "improntata alla demagogia sociale" e l'aumento delle pensioni ''costa molto di più di quanto annunciato dal governo di centrodestra".

Il presidente dei Ds rimprovera al governo "una linea contraria all'interesse del mezzogiorno, soprattutto per quanto concerne l'occupazione e lo sviluppo''.

La 'Tremonti bis', secondo D'Alema, introduce ulteriori convenienze per le imprese del nord.

"Se una impresa ha il vantaggio fiscale ad investire a casa sua - ha osservato - non avrà alcun interesse a trasferirsi in una città meridionale".

Il terrorismo si combatte con la forza La sinistra non può "tentennare di fronte alla consapevolezza che il terrorismo si combatte anche con l'uso della forza".

perché ''una comunità civile si regge sul principio della punizione degli assassini, all'interno di uno stato e su scala internazionale".

Dopo i tragici fatti dell'11 settembre si è avuta "la percezione che nel mondo nessuno può sentirsi sicuro", e ritenere che "le guerre possano stare lontano da noi rappresenta una illusione".

No al partito unico Armando Cossutta da parte sua ha rilanciato l'idea della confederazione: ''non vedo le condizioni per il partito unico", ha affermato.

Mentre si è detto pronto per "votare già in primavera prossima per abrogare la legge sul falso in bilancio".

Il presidente dei Comunisti Italiani, infatti, ha annunciato l'avvio delle procedure per la costituzione di un comitato per la raccolta delle firme "sulla base di un quesito molto semplice: abrogare questa legge".

Per Cossutta la raccolta delle firme sarà molto veloce "e si potrà arrivare a votare già per la prossima primavera per cercare di cancellare questa vergogna".

leggi tutto

riduci