10 FEB 2002

Mo: La corrispondenza di Simona Katz

[NON DEFINITO] | - 00:00 Durata: 1 sec

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

Un'altra giornata all'insegna dell'escalation di violenza tra israeliani e palestinesi 10 febbraio 2002 - Tensione altissima in Israele alla fine di una giornata in cui si sono susseguiti atti di violenza e risposte di rappresaglia da parte dell'esercito israelianoIl primo episodio di violenza si verifica in mattinata quando due attentatori palestinesi sparano tra la folla a Beer Sheba, uccidendo due soldatesse e ferendo altre cinque persone prima di essere abbattuti.

Razzi contro gli insediamenti Poco prima dalla Striscia di Gaza arriva l'ennesima provocazione.

Due razzi 'Qassam'- mai
utilizzati prima - sono stati lanciati (senza provocare vittime) contro il 'kibbutz' Saar, nel deserto nel Neghev.

Colpite le basi militari palestinesi Israele in serata da vita alla sua rappresaglia contro Gaza, con un bombardamento ad opera dei caccia F-16 e degli elicotteri d'assalto contro installazioni delle forze di sicurezza palestinesi, colpendo la base principale della Forza 17 che difende Yasser Arafat in persona.

Sharon: Misure mai prese finora Stanotte ci sarà la riunione del gabinetto ristretto del premier israeliano Sharon e si teme una ulteriore reazione militare."Dovremo adottare misure mai prese finora", aveva fatto sapere Sharon nel corso della sua visita negli Stati Uniti, dopo che già ieri aveva ammonito che in caso di attacchi con razzi 'Qassam' contro obiettivi nel suo territorio - la reazione di Israele sarebbe stata "senza precedenti".

Per il momento tuttavia non si teme un allargamento del conflitto agli altri paesi arabi, dato che in questo senso Sharon non ha potuto registrare l'appoggio del presidente Bush, il quale si è dichirato ancora favorevole a considerare Arafat come unico interlocutore nella trattativa internazionale.

leggi tutto

riduci

  • <strong>Giorno per giorno</strong> 10.02.2002 - <strong>Polemiche sui militari obiettori</strong> 03.02.2002 - <strong> L'intervento di Arafat su NY Times</strong> 31.01.2002 - <strong>Trovati lanciamissili palestinesi</strong> 30.01.2002 - <strong>Ben-Eliezer in Egitto ma non si ferma la violenza</strong> 29.01.2002 - <strong>Anp esulta per appoggio UE, la Knesset discute </strong> 28.01.2002 - <strong>Donna-kamikaze pone dubbi sull'attendibilità di Arafat</strong> 27.01.2002 - <strong>Nuovo attentato a Gerusalemme</strong> 26.01.2002 - <strong>Effetto Bush, l'Anp chiede stop attentati</strong> 25.01.2002 - <strong>Bush: «Sono deluso da Arafat» </strong> 24.01.2002 - <strong>Saddam in aiuto di Arafat contro Israele</strong> 23.01.2002 - <strong>«Arafat in grave difficoltà</strong> 22.01.2002 - <strong>Zinni abbandona «Arafat è inaffidabile», Hamas spara nel centro di Gerusalemme </strong> 21.01.2002 - <strong>Soldati israeliani a Tulkarem, l'Anp chiede aiuto all'Onu</strong> 19.01.2002 - <strong>Israele fa saltare radio Anp</strong> 18.01.2002 - <strong>Dopo la strage sale la tensione</strong> 18.01.2002 - <strong>Kamikaze palestinese fa strage di civili</strong> 11.01.2002 - <strong>Medio Oriente, l'Iran preoccupa</strong> 10.01.2002 - <strong>Armi all'Anp, conferma dagli Usa</strong> 10.01.2002 - <strong>Gli Usa hanno le prove che Arafat sapeva delle armi</strong> 09.01.2002 - <strong>Attacco suicida di Hamas</strong> 08.01.2002 - <strong>Armi ai palestinesi, Israele non ha dubbi</strong> 07.01.2002 - <strong>Il capitano della nave: «Armi destinate all'Anp»</strong> 04.01.2002 - <strong>Il giallo delle armi iraniane</strong><p> La questione nei media israeliani