22 MAG 2002

Timor Est: Npwj denuncia l'ombra dell'impunità sull'indipendenza

[NON DEFINITO] | - 00:00 Durata: 20 min
Organizzatori: 

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

Le diplomazie internazionali festeggiano la nascita del primo nuovo stato del terzo millennio, ma Non c'è Pace senza Giustizia lancia un allarme.

22 maggio 2002 - Nella notte tra il 19 e il 20 maggio 2002 Timor Est è divenuta ufficialmente uno stato indipendente, con il passaggio di poteri dall'amministrazione Onu a Xanana Gusmao, il leader indipendentista, divenuto così primo presidente del nuovo stato indipendente.  L'indipendenza di Timor Est è passata attraverso due mesi di violentissimi disordini con un bilancio di oltre mille morti, almeno 300mila tra profughi e sfollati, abitazioni
e strutture distrutte: questo fu l'esito del referendum che nel 1999 che proclamò l’indipendenza della regione.

L'ombra dell'impunità Questo passato di violenze, pone dunque una serie di problemi, di giustizia e riconciliazione che ancora oggi restano irrisolti, stante l'impunità dei responsabili delle stragi perpetrate all’indomani del referendum.

E' questa la denuncia di “Non c’è pace senza giustizia, l'associazione radicale che ha fornito assistenza legalite all’Unità per la Difesa della Sezione Speciale del Tribunale di Dili e al Ministero degli Esteri di Timor Est.

“Non c’è pace senza giustizia” ha ripetutamente denunciato e documentato che le violenze furono istigate e controllate dall’esercito indonesiano, che agì attraverso milizie locali.  L'impressione però è che questa verità non possa mai venir denunciata davanti alla Corte e che dunque le iniziative di giustizia internazionale sotto l'egida delle Nazioni Unite possano risolversi solo in una operazione di facciata.

Il difficile cammino della giustizia Il cammino della giustizia per Timor Est resta infatti lungo e tortuoso, ed è oggi ostacolato da una serie di problemi, a partire dal fatto che il Tribunale ad hoc di Giacarta, che si occupa delle violenze commesse a Timor Est,  ha una giurisdizione limitata nel tempo e nello spazio, non ha messo sotto accusa i “grossi calibri” come il gen.

Wiranto, usa capi d’imputazione troppo leggeri.

La Corte di Dili, a sua volta, manca di adeguate risorse economiche e umane che ne garantiscano il pieno funzionamento.

Soprattutto, manca della necessaria collaborazione da parte dell’Indonesia, che rifiuta l’estradizione dei sospetti, pur contemplata nel Memorandum di intesa firmato con l’UNTAET nel 2000.

La situazione è destinata ad aggravarsi dopo l’indipendenza: il sistema giudiziario di Dili rischia di scivolare sotto gli standard minimi internazionali.

Necessari gli interventi della comunità internazionale Non c’è pace senza giustizia chiede dunque che la comunità internazionale, e l’Unione Europea in particolare, mantenga una pressione internazionale forte e coordinata sull’Indonesia perché collabori con la il Tribunale di Dili, attraverso l’estradizione dei comandanti dell’esercito e dei miliziani che si sono macchiati di gravi crimini contro l’umanità; La richiesta si rivolge anche alle Nazioni Unite, affinchè non abdichino le proprie responsabilità e sostengano, finanziariamente ed dal punto di vista amministrativo, la continuazione dei processi, compreso il sostegno alle attività della difesa e dei giudici; Ulteriore obiettivo Che ai rifugiati in Timor Ovest sia data la possibilità di ritornare in Timor Est senza subire le intimidazioni da parte delle milizie pro-Indonesiane, appoggiate dall’esercito Indonesiano, che li utilizza come merce di scambio per ottenere impunità per i crimini commessi.

leggi tutto

riduci

  • Scheda informativa

    <br>Indice
    0:00 Durata: 2 min 21 sec
  • Tutta la trasmissione

    <p>
    0:00 Durata: 10 min
  • Intervista ad Antonella Dentamaro e Niccolò Figà Talamanca (Npwj)

    Servizi correlati (17.05.2002) - Npwj: Conferenza stampa sull'imminente indipendenza di Timor Est (con Emma Bonino) <strong>Dossier</strong> Le azioni di Non c'é Pace Senza Giustizia a Timor Est
    0:02 Durata: 7 min 39 sec