05 GIU 2002

Lavoro: Sciopero Cgil e Uil a Reggio Emilia (con Epifani)

[NON DEFINITO] | - 00:00 Durata: 36 min 18 sec

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

Reggio Emilia, 5 giugno 2002 - "Impronta day", organizzato da Cgil e Uil, contro la legge Bossi-Fini, definita "iniqua e razzista".

L'iniziativa era compresa nell'ambito di uno sciopero provinciale di quattro ore.

Parola d'ordine della manifestazione: "le impronte macchiano i tuoi diritti".

La Cisl, si è defilata dopo la firma del documento di intesa con il governo.

"Davvero non si capisce quale è l'utilità, anche ponendosi dal punto di vista loro, cioè di chi pensa che sia sempre meglio trattare".

Questa l'opinione di Guglielmo Epifani, vice segretario nazionale della Cgil, sugli ultimi
episodi che hanno portato alla spaccatura dell'unità sindacale dinanzi alla trattativa del governo sull'art.18.

È invece necessario "continuare ad esprimere il dissenso nei confronti di una politica che vuole ridurre i diritti dei lavoratori", perché "il Governo continua a confermare che vuole toccare questi diritti".

"I lavoratori debbono ancora farsi carico di questa mobilitazione - prosegue Epifani - perché al fondo ci sono esattamente i loro interessi e gli interessi dei loro figli".

Quanto alla situazione locale, "il tema della contrattazione aziendale anche alla luce del risultato di questa mobilitazione si andrà risolvendo.

Gli industriali capiranno che non possono chiedere ai lavoratori sacrifici quando le cose vanno male, senza dare contropartite quando le cose vanno bene".

leggi tutto

riduci