06 GIU 2002

Cisl: «Contrattare nuovi diritti, promuovere la bilateralità»

[NON DEFINITO] | - 00:00 Durata: 5 ore 24 min

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

Registrazione video di "Cisl: «Contrattare nuovi diritti, promuovere la bilateralità»", registrato giovedì 6 giugno 2002 alle 00:00.

La registrazione video ha una durata di 5 ore e 24 minuti.

Questo contenuto è disponibile anche nella sola versione audio.
  • Guido Baglioni, presidente Cesos

    0:00 Durata: 9 min 48 sec
  • Audiovideo completo

    <strong>Pezzotta chiede alla Cgil di non portare il sindacato sul terreno politico ed invita ad abbassare i toni della polemica</strong><p> <p>Roma, 6 giugno 2002 - Giornata conclusiva del convegno "Contrattare nuovi diritti, promuovere la bilateralità", organizzato dalla Cisl a cui hanno partecipato tra gli altri, Savino Pezzotta, segretario generale Cisl, Stefano Parisi, direttore generale Confindustria, Maurizio Sacconi, sottosegretario per il Lavoro e le Politiche Sociali.<p>Secondo gli organizzatori la bilateralità è una risorsa per accrescere ed estendere le tutele dei lavoratori e, contestualmente, per promuovere gli interessi in termini di valorizzazione personale e professionale.<p>La Cisl, convinta dell'utilità di questo strumento per migliorare il funzionamento del mercato del lavoro e per valorizzare i lavoratori nelle transizioni professionali ha organizzato l'incontro d'intesa con il Dipartimento Confederale per le politiche contrattuali dei settori e politiche attive del mercato del lavoro e il Cesos, Centro di studi economici e sindacali.<p><strong>Una strada delicata</strong><p>Savino Pezzotta, intervenuto a conclusione dei lavori, ha ribadito che "a nessuno sfugge che la strada del confronto intrapresa dalla Cisl è delicata". Si tratta "comunque di un atto di coerenza sindacale". La rottura tra confederazioni "è un fatto doloroso, e nessuno fa girotondi per festeggiare".<p><strong>Basta con le demonizzazioni</strong><p>Una rottura che "non ha cercato la Cisl". Purtroppo "il sindacato è stato portato su un terreno politico, ma questa non è la nostra strada". È necessario quindi "abbassare i toni" e porre fine a "questa demonizzazione da terza Internazionale".<p>Pezzotta poi rifiuta "l'accusa di essere indicati come il sindacato del governo". Chi formula tale accusa "non solo sbaglia, ma offende anche l'intelligenza degli italiani". Costui "dovrebbe pensare a quanto lavoro ha fatto per far diventare il sindacato una struttura di una parte: ma questo noi lo rifiutiamo e siamo contro il bipolarismo sindacale".<p><strong>Gli errori della Cgil</strong><p>È comunque "un errore" da parte della Cgil il fatto di non partecipare al tavolo sulla riforma del mercato del lavoro. Il rispetto tra le organizzazioni "non dovrebbe mai venire meno, nemmeno quando si hanno opinioni diverse perché alle spalle c'è una comunanza di lotte".<p>"Fuori luogo", inoltre per Pezzotta "questo continuare a insinuare e calunniare, atteggiamento che è contro ogni metodo del sindacato". Necessario dunque "abbassare i toni" affinché finisca "questa demonizzazione da terza Internazionale".<p>Il segretario della Cisl aggiunge in conclusione che "la rottura tra le organizzazioni è un dato di fatto ma la Cisl continua a mantenere la speranza che si possa risolvere"
    0:00 Durata: 2 ore 42 min
  • Raffaele Bonanni, segretario confederale Cisl

    0:09 Durata: 20 min 22 sec
  • Carlo Mochi, rappresentante Confcommercio

    0:30 Durata: 12 min 35 sec
  • Stefano Parisi, direttore generale Confindustria

    0:42 Durata: 17 min 48 sec
  • Maurizio Sacconi, sottosegretario per il Lavoro e le Politiche Sociali

    1:00 Durata: 17 min 19 sec
  • Giancarlo Sangalli, segretario generale CNA

    1:17 Durata: 17 min 58 sec
  • Tiziano Treu

    1:35 Durata: 21 min 5 sec
  • Guido Baglioni

    Conclusioni
    1:56 Durata: 4 min 5 sec
  • Savino Pezzotta, segretario generale Cisl

    2:01 Durata: 41 min 29 sec