23 AGO 2002

Meeting di Rimini: Incontro con il presidente della Rai Antonio Baldassarre

[NON DEFINITO] | - 00:00 Durata: 1 ora 8 min

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

Rimini, 23 agosto 2002 - Pluralismo e voce a tutte le culture.

Queste le parole d'ordine della Rai che ha in mente il presidente Antonio Baldassare.

Parole che ha ripetuto nel corso del suo intervento al Meeting di Comunione e Liberazione, rispondendo alle domande di Franco Bechis, Direttore di Milano Finanza.

"Il prodotto televisivo intelligente non è prodotto per pochi", ribadisce Baldassarre che critica l'attuale programmazione Mediaset, basata su una filosofia che sottintende "un prodotto che per essere venduto deve essere commerciale, di basso livello culturale e che cerca di stimolare gli
istinti più bassi delle persone".

Si può fare invece "un prodotto valido e non c'è bisogno di un linguaggio difficile".

Tra l'altro, secondo Baldassarre dietro "un linguaggio non accessibile spesso c'è un imbroglio", mentre è possibile "battere Mediaset con una filosofia opposta", orientata sulla qualità.

Nel nuovo assetto della Rai Baldassarre pensa "ad un giornalista che non sia un attore.

Egli deve fare in modo che le varie opinioni che si esprimono nella società trovino il loro canale di espressione".

In questo senso "Se Santoro vuole fare il portatore di una opinione, non faccia il giornalista"."Santoro non è Biagi".

Quest'ultimo rimane un patrimonio dell'informazione, nel quale "la Rai si identifica".

Rimane il fatto che "se l'opinione pubblica viene manipolata e non informata, la democrazia gira a vuoto.

E avere una informazione corretta e imparziale è necessario per il buon funzionamento della democrazia".

"L'imparzialità non viene da una somma di parzialità.

Trasmettere la reale espressione di un pensiero è una cosa difficile".

Nei giornalisti però "ci deve essere comunque questo sforzo, di tendere a rispondere a chi esprime la propria opinione".

leggi tutto

riduci