20 OTT 2002

Fnsi: IV Forum dell'Informazione (indice)

[NON DEFINITO] | - 00:00 Durata: 0 sec

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

Registrazione di "Fnsi: IV Forum dell'Informazione (indice)", registrato domenica 20 ottobre 2002 alle 00:00.

Tra gli argomenti discussi: Mass Media.
  • Giornata conclusiva

    Giornalismo e conflitti: «Troppi caduti per l’informazione nelle aree di guerra. Che fare?»
  • Seconda giornata, seconda sessione

    Nuove occasioni e false aspettative: «Giornali gratuiti: molto free e poco press?», <em>di seguito</em><br>L’Europa unita, l’economia e l’informazione: «Tra globalizzazione e vecchie regole»<p>
  • Seconda giornata, prima sessione

    Le nuove sfide dell’informazione: «Editoria, tv e crisi della pubblicità. Battaglia all’ultima inserzione», <em>di seguito</em><br>Il sistema dei media e il potere politico: «Televisioni e carta stampata. Quali i veri interessi in conflitto?»<p>
  • Prima giornata

    "Il sistema decentrato dei controlli nelle telecomunicazioni"<p> Gubbio, 20 ottobre 2002 - La città umbra ha ospitato il IV Forum dell'informazione, organizzato dalla Federazione Nazionale della Stampa Italiana, con l'Altro Patronato della Presidenza della Repubblica, sul tema: "Editoria, tv, on line Informazione ad un bivio".<p> Nel corso dei lavori si sono tenuti dibattiti e tavole rotonde sui temi inerenti alle modalità di diffusione e di gestione dell'informazione da parte dei media. Gli invitati si sono anche confrontati sulle questioni legate alle forme comunicative connesse ai diversi supporti.<p> Franco Siddi, presidente della Federazione che ha concluso i lavori ha ricordato agli operatori del settore come siano "stati fatti sforzi sul terreno della comprensione dei problemi e della elaborazione politica, sempre per l'unità che pure è messa alla prova duramente, perche' ogni giorno siamo tirati per la giacca".<p> "Si vorrebbe - ha aggiunto Siddi che la Fnsi diventasse strumento di azione politica di fazione, invece noi abbiamo una diversa idea dell'azione politica, un'idea più alta, con l'ambizione di affrontare grandi problemi come la nostra collocazione nella società. Siamo per l'autonomia, in termini di unita', e per il rispetto del pluralismo".