22 NOV 2002

Nigeria: Intervista al segretario di Nessuno Tocchi Caino Sergio D'Elia

[NON DEFINITO] | - 00:00 Durata: 6 min 21 sec
Organizzatori: 

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

Roma, 22 novembre 2002 - Sergio D'Elia, segretario di Nessuno Tocchi Caino, dai microfoni di Radio Radicale è tornato sulla grave situazione che si è determinata in Nigeria in occasione del concorso di Miss Mondo.

Già nel pomeriggio l'associazione radicale aveva diffuso un comunicato nel quale si affermava che "L'attuale situazione rappresenta - almeno si spera - un colpo di coda della sharia dinnanzi al rafforzarsi delle scelte democratiche e civili del Presidente Olosegun Obasanjo, oltretutto cristiano.

E' ora evidente agli occhi di tutti, che coloro i quali vogliono che la finale di Miss
Mondo sia cancellata, rappresenta la frangia integralista del paese".

Rispondendo alle domande di Roberto Spagnoli, D'Elia ha ribadito che se si accettasse di sospendere adesso la manifestazione significherebbe "dare ragione agli integralisti e alle loro violenza".

È invece "urgente dare sostegno e appoggio a un governo e un presidente che rischiano di essere considerati incapaci di governare una situazione creata da coloro che credono blasfema la competizione per Miss Mondo".

leggi tutto

riduci