20 FEB 2003

Ds: Presentazione documento Liberal per la conferenza programmatica (con Napolitano e Morando)

[NON DEFINITO] | - 00:00 Durata: 56 min 59 sec
Organizzatori: 

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

Escono allo scoperto i Liberal che contestano aspramente la condotta del correntone in occasione della votazione delle mozioni in parlamento sulla crisi in IraqRoma, 20 febbraio 2003 - Conferenza stampa di presentazione del documento dell'area Liberal dei Democratici di Sinistra dal titolo "Proposte per un progetto riformista" in vista della conferenza programmatica del partito prevista per fine marzo.

Il documento, secondo quanto ha spiegato ai giornalisti Umberto Ranieri, dovrà essere un contributo per un ''confronto leale ed aperto'' in occasione della conferenza, la quale non deve
risolversi con ''una costruzione fittizia di unità''.

I liberal si propongono di sbloccare la ''capacita' propositiva'' del centrosinistra.

Ad oggi - si legge nel documento - persiste "un blocco della capacità propositiva della coalizione.

Con la conseguenza che l'opposizione appare indebolita su un punto di sostanza: la possibilità di incalzare il governo sul terreno della coerenza riformista".

La conferenza programmatica, "ove si risolvesse in null'altro che in una occasione di ridefinizione degli equilibri politici interni ai Ds, finirebbe per rispondere alle questioni che abbiamo di fronte con una dichiarazione di impotenza''.

Giorgio Napolitano si è detto ''profondamente turbato'' dal comportamento dei membri del Correntone che non hanno avuto linearità politica votando in parlamento la mozione del Prc sull'Iraq.

''Rimane da capire - ha spiegato Napolitano - come decine di deputati dell'Ulivo e in particolare dei Ds, abbiano potuto votare la mozione dell'Ulivo e allo stesso tempo quella del Prc.

Al di là dell'assoluta incompatibilità fra le due mozioni, da Bertinotti sono venuti giudizi sprezzanti alla mozione del centrosinistra e nonostante questi giudizi molti hanno votato per quella mozione".

''Mi chiedo - ha aggiunto l'ex presidente della Camera - se sia possibile scendere al di sotto di un livello minimo di linearità politica e di dignità da parte di decine di deputati''.

''Questi sono atteggiamenti distruttivi nei confronti del ruolo dei Ds e dell'opposizione''.

Si può ''tentare di riscrivere le regole in vista della conferenza programmatica - ha detto ancora Napolitano - perché ci sono diritti di libertà, ma anche doveri di responsabilità e di lealtà.

C'è un certo numero di Ds che questi doveri non li sente.

Si vedono trattare a pesci in faccia la propria mozione e poi regalano il proprio sì nei confronti dell'altro partito.

Non vedo né linearità politica, né dignità anche personale".

leggi tutto

riduci