14 AGO 2003

Sofri: Intervista a Giuseppe di Federico

[NON DEFINITO] | - 00:00 Durata: 6 min 29 sec

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

"A me sembra che Pannella abbia centrato il problema molto piu' di altri, che si dividono tra chi vuole e chi non vuole la grazia".

Lo ha affermato Giuseppe di Federico, membro del CSM, intervistato da Radio Radicale sullo sciopero della fame che il leader radicale sta facendo sulla vicenda Sofri.

"Si tratta di decidere cosa fare di personaggi come Sofri, quando hanno avuto una evoluzione come quella che Sofri ha avuto", ha spiegato Di Federico, secondo il quale "tenere in carcere delle persone che non hanno nessuna potenzialita' offensiva, e che hanno gia' pagato, perche' la sentenza c'e',
rischia di essere privo di senso".

"Quello che conta - ha proseguito il prof.

Di Federico - e' capire come siano distribuiti i poteri nel nostro paese, e questo credo sia il problema centrale sollevato da Pannella.

Pannella vuole una chiarificazione istituzionale su un problema che riguarda persone che non rappresentano piu' una minaccia per la società".

leggi tutto

riduci

  • Documento del CSM contro la proposta di istituire una commissione di inchiesta su Tangentopoli

    Indice degli argomenti
    0:00 Durata: 4 min 24 sec
  • L'iniziativa di Pannella su Sofri

    0:04 Durata: 2 min 5 sec