23 MAG 2004

Conversazione settimanale con Marco Pannella

[NON DEFINITO] | - 00:00 Durata: 1 ora 51 min
Organizzatori: 

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

Roma, 24 maggio 2004 - Consueta conversazione settimanale con Marco Pannella.

In studio: il direttore di Radio Radicale, Massimo Bordin.

Registrazione video di "Conversazione settimanale con Marco Pannella", registrato domenica 23 maggio 2004 alle 00:00.

L'evento è stato organizzato da Area radicale.

La registrazione video ha una durata di 1 ora e 51 minuti.

Questo contenuto è disponibile anche nella sola versione audio.
  • La denuncia del Vietnam

    Il «grave reato» di cui i radicali si sono macchiati. La questione cecena e quella dei montagnard all'Onu: tre anni fa i radicali furono accusati di terrorismo, pedofilia e narcotraffico, allora il <em>casus belli</em> fu aver dato la parola ad Oumar Khanbiev, stavolta è stato l'intervento di Kok Ksor. Le complicità oggettive, di paesi che passano come affidabili anche sul fronte dei diritti umani, su cui possono contare i nemici dei radicali (una notizia degli ultimi giorni: l'ombudsman dell'Unione Europea ha dato ragione ai radicali, che chiedevano alla Commissione di documentare la legittimità dei finanziamenti nei confronti del Vietnam). Emma Bonino sta organizzando un piano di risposta, con il lavoro di Marco Perduca e Matteo Mecacci a New York. Il centenario della Sinagoga a Roma: il 1870 come data storica per gli ebrei romani che divenivano italiani come tutti gli altri, il saluto di due ascoltatori di Radio Radicale: una signora <em>indignata</em> per quello che era accaduto all'Onu, le parole di un ragazzo che ritiene che bisogna rispondere «come comunità, come ebrei e come Israele». Ancora la questione dei radicali all'Onu: l'atteggiamento dell'India, stavolta determinante nello schieramento tattico di otto paesi retti da regimi infami; l'astensione della Costa d'Avorio e quella del Senegal. La campagna elettorale e la spedizione del materiale elettorale. <strong>Indice</strong>
    0:00 Durata: 14 min 16 sec
  • Ancora sul Vietnam

    Ancora sul Vietnam. L'impegno per i Montagnard e la battaglia referendaria della Lucania e di Maurizio Bolognetti: il bisogno di un popolo che riesca ad essere guida del potere, e delle sue articolazioni, in Italia.
    0:14 Durata: 2 min 52 sec
  • La campagna elettorale e l'informazione televisiva

    La campagna elettorale: come si sta articolando e come funzionerà. L'azzeramento delle capacità elettorali costruite in passato. L'esperienza di TeleRoma56 e Canale66, l'effetto-traino della ripresa televisiva dei comizi e la trasmissione quasi gratuita nelle reti locali, la presenza elettorale di massa e radicata sul territorio, la cessione sempre per ragioni elettorali dei due canali televisivi. L'azione di controllo da parte dei radicali dell'attività della RaiTv: la vittoria per l'applicazione della regola del sorteggio nei dibattiti elettorali; la questione dell'agenda setting; le ultime presenze televisive di Pannella e Bonino. La linea «ributtante» di Gad Lerner, che alterna Triciclo e Forza Italia. L'incontro di lunedì prossimo tra Emma Bonino e Rocco Buttiglione sul referendum da Giuliano Ferrara. La denuncia di Giulietti: ll silenzio sul referendum di RaiTre. Le responsabilità del Triciclo nel sostenere la posizione Rutelli, per impedire il «colpo gobbo» del referendum sulla fecondazione assistita. Il parallelo con la battaglia per il divorzio. Il patto di ferro tra Berlusconi e Bertinotti: una scelta strategica anche nelle presenze televisive. L'esperienza dei sondaggi e poi dei rispettivi risultati delle regionali e delle politiche: il 3% previsto oggi può anche essere lo 0,8%.
    0:17 Durata: 15 min 56 sec
  • I sondaggi elettorali

    Il 3% va letto con cautela. D'altra parte, anche l'ipotesi di un voto catastrofico non può travolgere la stessa vita dei radicali, che hanno davanti a sé decenni e decenni.
    0:33 Durata: 3 min 40 sec
  • Le performance televisive dei radicali

    L'ottima trasmissione di Telelombardia. Il contraddittorio con Massimo Fini. La presenza di Pannella a Porta a porta: il ritardo nell'entrata. L'atteggiamento di La Russa e De Michelis.
    0:36 Durata: 4 min 23 sec
  • Ancora sulla campagna elettorale

    L'invio appena effettuato di materiale elettorale ed il prossimo invio, intorno al 10 giugno. La presenza su un supplemento di <em>Panorama</em>, su due giornali femminili, entro la fine di maggio, spot di trenta secondi sulle televisioni locali. L'assenza di manifesti elettorali.
    0:41 Durata: 2 min 33 sec
  • Il piano internazionale e le responsabilità dell'amministrazione americana

    Ancora sulle elezioni: il congresso di Forza Italia. I prossimi debordamenti (del tipo di quello di Celentano). Il piano internazionale: la questione dell'Iran contro l'Arabia Saudita, la sconfitta dei riformatori; il ruolo di al Quaida ed il possibile rafforzamento atomico dell'Iran, la questione di un Iraq democratico, la posizione della Siria, il disegno sottolineato sempre più da Magdi Allam. Nelle previsioni elettorali deve tenersi conto di tutto questo, non ultima la questione degli ostaggi. La linea del ritiro del centrosinistra: non appare convincente nemmeno dal punto di vista elettorale. Il razzismo feroce del pacifismo. D'altra parte le torture: il ruolo degli americani alla Conferenza di Sana'a, il problema della ratifica dello Statuto della Corte penale internazionale e la questione della pena di morte. La necessità, per democratici che non siano la fotocopia dei repubblicani, di dibattere questa storia: il governo americano e gli accordi bilaterali per bloccare la Corte penale internazionale. Le responsabilità dei democratici. L'avvicendamento tra Clinton e Bush. L'essere <em>americani</em> dei radicali.
    0:43 Durata: 16 min 26 sec
  • L'incontro della Lega araba

    Il peso dei paesi totalitari nell'Onu. Le diverse responsabilità dell'Onu. La necessità di una convergenza dell'Europa verso la politica americana, ma anche la necessità che l'Europa abbia una sua politica. Il riflesso del centrosinistra, che mette al centro la questione della tortura. L'Onu come parte della proposta sull'Iraq. La Lega araba: il documento finale dell'incontro, che non lascia ben sperare. L'impegno di Sana'a e la diversità dei toni usati allora.
    1:00 Durata: 8 min 20 sec
  • Il referendum

    Ancora sui sondaggi. La presenza ripetitiva di alcuni personaggi politici in televisione, la forza apparente che ne consegue. Un esempio: Bertinotti, che ha firmato il referendum. La questione di Lili Gruber, che dichiara di essere l'unica alternativa a Berlusconi. Il referendum: l'impegno dei radicali e l'assenza delle altre forze politiche. La realtà d'acciaio che lega Berlusconi, che fa fuori i sette referendum, a Bertinotti, che non va a votare. Le accuse a Pannella dalla sinistra, di volersi <em>fare la speculazione contro</em>. La mancanza di una possibilità tecnica di firmare il referendum per gli elettori del centrosinistra, la mancanza di autenticatori. La situazione della sinistra potrebbe essere sbloccata dalla apertura di una polemica, e in politica estera, e in politica interna. Il <em>de profundiis</em> di Giuliano Amato per un riformismo rinunciatario. L'atteggiamento dei vertici di centrosinistra identico a quello della sinistra tra il '72 e il '74.
    1:08 Durata: 10 min 23 sec
  • Il discorso di Silvio Berlusconi alla Camera

    Il discorso di Silvio Berlusconi alla Camera: un discorso politicamente dignitoso. La questione, su cui tutti tacciono, di un contratto con i radicali. La possibilità di un rimpasto. Ancora sui risultati della Basilicata, la regione di Nitti.
    1:18 Durata: 3 min
  • Collegamento con Michele De Lucia

    La stima delle firme: 70365. I consiglieri comunali che si sono attivati. I consiglieri regionali della Sicilia: Angelo Capodicasa, ex presidente della Giunta, Innocenzo Leontini, Forza Italia-Nuovo Psi. La firma di Enzo Jannacci. Il presidente della provincia di Napoli, Amato Lamberti.
    1:21 Durata: 4 min 8 sec
  • Il ritardo sulla raccolta delle firme

    Il ritardo sulla quota comunale, le firme raccolte nei Comuni. Il patto d'acciaio tra Mediaset e Rai. La mancanza di Umberto Terracini di Ernesto Gullo.
    1:25 Durata: 1 min 39 sec
  • Le responsabilità del centrodestra

    Le presenze di Alleanza nazionale: non così rare. Il problema della rappresentanza. Il lavoro di Del Pennino al Senato, il problema di mutare la posizione in lotta.
    1:27 Durata: 3 min 16 sec
  • Le elezioni a Bologna

    L'anniversario della morte di Giovanni Falcone. La demagogia di Francesco Rutelli. Le parole di Marcello Pera. La presenza nella sinagoga della Presidenza della Repubblica. L'entusiamso dei ragazzi della Comunità ebraica. La particolare atmosfera. Gli incontri elettorali. Le elezioni a Bologna, la posizione di Guazzaloca, la marcia trionfale di Cofferati. La preferenza per Guazzaloca.
    1:30 Durata: 8 min 45 sec
  • La questione giustizia

    La questione della giustizia. Lo sciopero politico dei magistrati, che ritengono di avere deu parlamenti, quello dei comuni cittadini e quello corporativista del Csm che detta legge.
    1:39 Durata: 3 min 44 sec
  • La settimana che si apre

    Il congresso del Saap. La campagna elettorale su Radio Radicale. Ancora sul materiale elettorale. Il discorso elettorale di Berlusconi al Congresso di Forza Italia: tre giorni feriali. La visita di Bush. L'anniversario dello sbarco in Normandia. Il ritorno di Umberto Bossi.
    1:43 Durata: 7 min 54 sec