17 OTT 2004

Conversazione settimanale con Marco Pannella

[NON DEFINITO] | - 00:00 Durata: 1 ora 55 min
Organizzatori: 

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

Roma, 17 ottobre 2004 - Conversazione settimanale con Marco Pannella.

In studio il direttore di Radio Radicale Massimo Bordin.

Registrazione video di "Conversazione settimanale con Marco Pannella", registrato domenica 17 ottobre 2004 alle 00:00.

L'evento è stato organizzato da Area radicale.

La registrazione video ha una durata di 1 ora e 55 minuti.

Il contenuto è disponibile anche nella sola versione audio.
  • Introduzione di Massimo Bordin

    Indice
    0:00 Durata: 2 min 15 sec
  • I radicali sotto processo per "leso laicismo"

    Il caso Buttiglione e la mobilitazione del mondo intellettuale laico caduto nella trappola della disinformazione. L'eccezione di Giorgio Albertazzi. La scelta di Buttiglione come commissario da parte di Berlusconi e i problemi con l'Udc. Il governo italiano che ha le sue difficoltà a non apparire estremista e massimalista su alcune posizioni. Buttiglione che secondo i canoni di buon comportamento di un commissario Ue in sede di audizione si è mostrato ineccepibile. Le sue citazioni di Voltaire e le rassicurazioni in senso laico. Nessuna domanda in sede di audizione sulla libertà di scienza e coscienza. La lettera a Barroso e la evocazione del principio che si deve a Gambetta, della "opportunità" che non deve essere necessariamente opportunismo. Essa si configura come carattersitica propria dell'autonomia della politica, che deve tutelare il valore proprio dell'opportuno. Sul piano politico appena Buttiglione si esprimerà secondo coscienza, ci sarà il bailamme e sui 25 membri solo pochissimi sono d'accordo con la attuale posizione del governo italiano: illiberale secondo la considerazione di tutti. Le accuse contro i radicali di avere avuto una condotta "anticristiana e anticlericale". Qualche scusa ci starebbe bene. La coincidenza delle posizioni di Buttiglione con quelle espresse oggi dal Vaticano in tema di intolleranza nei confronti di scienza e coscienza. La distanza da queste posizioni da parte del popolo dei cattolici.
    0:02 Durata: 20 min 22 sec
  • Assolutismo vs relativismo

    Le scelte del Foglio di Giuliano Ferrara e le critiche al relativismo. Le denuncie del Pontefice e del mondo islamico contro il relativismo dei cosiddetti moderati. Le posizioni del presidente del Senato Marcello Pera.
    0:22 Durata: 7 min 30 sec
  • Il contesto all'indomani del successo laico e liberale della consegna delle firme per il referendum

    Dal mondo radicale si sgancia una parte di quella intellettualità che era stata una sponda utile nei giorni della battaglia per la raccolta firme per i referendum contro la legge sulla fecondazione assistita. La posizione di Ernesto Galli della Loggia e il politically correct. I "richiami alla guerra" di Giuliano Ferrara. La occupazione da parte degli ecclesiastici dei media e i dati della clamorosa ricerca fatta dal Centro d'Ascolto. La risposta del Vaticano.
    0:30 Durata: 8 min 58 sec
  • La laicità, la vecchia e la nuova destra

    Le posizioni di Paolo Mieli. La differenza tra fascismo movimento e fascismo potere e la trasformazione di An. La riforma costituzionale in discussione in Parlamento e la posizione di Ignazio La Russa sulla questione Sofri. Il ritorno dell'asse Bossi-Tremonti e la prospettiva di fusione federativa di Forza Italia che includerebbe la Lega in chiave anti-Berlusconi che cerca di fare il "neo dc" con Mastella.
    0:39 Durata: 11 min 17 sec
  • 50 anni di vita politica radicale

    Assolutamente improbabile che si riesca ad arrivare alla tenuta del referendum. Anche in questo caso si rinnova la posizione radicale di resistenza attiva fatta di incursioni; una politica corsara di briganti resistenti che sopravvivono per generazioni. Nel 2005 celebriamo i 50 anni di vita politica radicale. L'essenziale è continuare ad aderire strettamente alla frontiera, far sì che non cessi di esserci la frontiera radicale. L'invito al congresso del Movimento Nonviolento.
    0:50 Durata: 9 min 25 sec
  • La situazione dell'area radicale

    Il congresso di Radicali Italiani e la mancanza di dibattito precongressuale. La crisi del Prt il quale grava in situazione assolutamente anomala sulle spalle di Sergio Stanzani e Danilo Quinto. I costi elevati di un evenutale congresso del Prt. Il binomio dei due sostantivi: "partito" e "radicale" è elemento portante, ed è una spiegazione aggiunta della forza della storia radicale. L'uso della parola "compagni". Il soggetto politico unico e il rapporto con le specifiche organizzazioni e articolazioni che prendono vita con le battaglie in corso. Come idea di riferimento resta in campo quella del Partito Radicale nella sua configurazione e nei suoi connotati vissuti e immaginati, che sono il punto più alto della discussione sulla forma partito. La crescita tecnica di produzione e attività politica che nel suo formarsi e nel suo strutturarsi richiama e forma non consapevolezza militante radicale ma piuttosto una grossa professionalità specifica. La deriva dei partiti che divengono partiti di servizio pubblico, propaggini plurime del momento unico del partito di stato.
    0:59 Durata: 19 min 18 sec
  • La riforma istituzionale

    Il tempo e la politica del tempo. Le decisioni discusse non in parlamento ma in sede di partito. Il "pastrocchio" attuale contrapposto alla necessità di individuare delle riforme dello schema Montesqueiu. Il potere dei partiti.
    1:19 Durata: 3 min 15 sec
  • La polemica nei confronti di Catone

    Le accuse di giustizialismo. L'attività radicale e la scoperta della mafiosità dell'Antimafia e della mafiosità della organizzazione partitica dello stato. Le inchieste sui Ros. Il caso Bisaglia. Berlusconi e il condono edilizio. I conflitti d'interessi di oggi e di ieri. L'assassinio del generale Mino. Bruno Vespa e la scelta dell'antagonista designato.
    1:22 Durata: 12 min 45 sec
  • L'incontro con Khanbiev

    Khanbiev frequenterà i compagni di partito anche a livello di responsabilità di partito e di soggetti politici come non è stato possibile negli ultimi due anni, con grave nocumento per la causa della democrazia cecena e la difesa dal genocidio del popolo ceceno e per lo stesso partito radicale. Si riallaccia un rapporto che si deve ai ceceni, al partito, e a Antonio Russo. Kambiev, Maskhadov e le forme di lotta nonviolenta.
    1:35 Durata: 4 min 23 sec
  • Il trattato costituzionale europeo

    Le elezioni negli Usa e la posizione di Daniele Capezzone. La lettera di Angiolo Bandinelli per la approvazione del trattato costituzionale. Il confronto con il 1983 e la battaglia per il non voto. La riunione del gruppo liberale.
    1:39 Durata: 7 min 7 sec
  • Gli impegni della settimana

    L'attività di Emma Bonino per il rinancio di Sana'a. Le iniziative di Nessuno Tocchi Caino. L'impegno del Vaticano all'Onu per il divieto di ricerca scientifica sulle cellule embrionali. Ia battaglia per l'Organizzazione mondiale delle democrazie. Il "pastrocchio" della riforma istituzionale. Il dialogo con la Cdl. La desolazione della sinistra italiana.
    1:46 Durata: 8 min 56 sec