19 DIC 2001

CSM - Plenum del 19 dicembre 2001

[NON DEFINITO] | - 00:00 Durata: 3 ore 23 min

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

All'ordine del giorno: 1) Ordine del giorno speciale, sezione A e B 2) Collocamento fuori ruolo 3) Incarichi extragiudiziari 4) Varie 5) Ricorsi al TAR 6) Nota del Presidente del Tribunale delle acque pubbliche: problemi connessi alla sua posizione ordinamentale 7) Assestamento di bilancio 8) Concessione di interventi assistenziali ordinari e straordinari 9) Pubblicazione ufficio direttivo 10) Nomine e conferme dei componenti privati della sezione per i minorenni della Corte di Appello di Bari e di Reggio Calabria 11) Dimissioni dall'incarico 12) Rinunzia all'incarico 13) Richiesta di revoca dall'incarico per mancata presa di possesso 14) Delega ai Presidenti delle Corti di Appello per la nomina, la conferma e la revoca dei componenti estranei alla magistratura con esclusione dei componenti privati degli Uffici minorili e degli esperti dei Tribunali di sorveglianza 15) Rettifica di una delibera consiliare 16) Riesame di una delibera di non nomina 17) Quesiti in ordine al tirocinio dei Giudici di pace di nuova nomina 18) Trasferimento 19) Ricorso al TAR Lazio per decadenza 20) Rinuncia all'incarico 21) Trasferimento per incompatibilità, revoca, chiarimenti 22) Eventuale incompatibilità come giornalista 23) Dimissioni 24) Tirocinio in altra sede 25) Esonero dai corsi teorico-pratici in materia penale 26) Attività giurisdizionale precedente alla nomina a Giudice di pace 27) Nomina dei Giudici di pace del distretto della Corte di Appello di Lecce e di Torino 28) Incontri di studi sulle fonti del diritto 29) Corso di aggiornamento professionale 30) Quesito formulato dalla Commissione Uditori presso il Consiglio giudiziario di Salerno in ordine all'art.

6 del regolamento per il tirocinio degli Uditori giudiziari 31) Determinazione della data finale del tirocinio 32) Interpretazione dell'art.

126 del R.D.

n.

12/41: non superamento delle prove per 3 volte; legge del 13/2/2001 33) Incarico giudiziario 34) Concorsi 35) Nomina Magistrati di Appello Il CSM nelle agenzie di stampa GIUSTIZIA: DAL CSM, CHIARIAMO OBIETTIVI SU PRODUTTIVITA' TOGHENO AUTONOMIA PER COMMISSIONE MISTA, URGE DIBATTITO IN CONSIGLIO Roma, 19 dic.

- (Adnkronos) - Il Csm vuole dire la sua sulle ''finalita''' e sugli ''obiettivi'' della 'rinata' commissione che dovra' individuare i criteri per la valutazione della produttivita' dei singoli magistrati e quindi dell'organizzazione degli uffici giudiziari.

Un'esigenza condivisa a palazzo dei Marescialli: l'argomento va affrontato ''con serieta''', si sottolinea, ma il gruppo di lavoro non puo' procedere autonomamente.

Quindi, non si possono ''delegare'' le scelte sul progetto portato avanti, assieme ai rappresentanti del Csm e del ministero della Giustizia, anche una societa' esperta in valutazioni manageriali.

Progetto che e' stato ufficializzato ieri dal ministro della Giustizia Roberto Castelli e dal vicepresidente del Csm Giovanni Verde.

Sulla scia degli ultimi ''sviluppi'', rimbalza dunque da palazzo dei Marescialli la richiesta di un dibattito ampio all'interno del Consiglio sulle scelte e gli obiettivi del gruppo di lavoro.

Dovranno discuterne prima la Settima Commmissione, quella che si occupa di organizzazione degli uffici giudiziari, e poi lo stesso plenum.

Una richiesta formalizzata in una lettera che uno dei componenti della commissione mista Csm-ministero, il consigliere togato Gianfranco Gilardi (Md), ha inviato a tutti i colleghi, chiedendo l'''urgente'' convocazione della Settima Commissione.

''Sono fuori discussione -premette Gilardi- l'esigenza del massimo impegno e della leale cooperazione istituzionale in tutto cio' che puo' giovare al miglioramento e alla funzionalita' del servizio giudiziario''.

Ma ''le specifiche finalita' che il Consiglio intende perseguire e le proposte con le quali intende contribuire a realizzarle debbono essere individuate con maggior precisione e opportunamente discusse e deliberate''.

Un'esigenza condivisa anche dal collega Ippolito Parziale, togato del Movimento per la giustizia e anch'egli membro della commissione mista.

''Abbiamo chiesto -conferma- che vengano discusse e approvate, prima in Settima Commissione e poi in plenum, le linee generali dei lavori.

La scelta dei criteri di valutazione e' questione delicata e complessa.

Siamo sostanzialmente d'accordo sull'esigenza di individuarli.

Ma quel che deve essere chiaro e' che non si tratta di un'indagine sulla produttivita' dei magistrati''.

Una posizione sintetizzata nelle parole di Nello Rossi, togato di Md.

''Gli ultimi sviluppi annunciati -sostiene- non sono mai stati discussi.

C'e' stata una sortita in avanti.

Con cio' con intendo assolutamente sostenere che non sia necessario affrontare con serieta' il tema dei nuovi criteri di valutazione dei magistrati.

Ma su questo terreno -avverte Rossi- il Csm non da' nessuna delega, ne' al ministro ne' a gruppi di lavoro interni ne' a societa' esterne.

Non foss'altro perche' lo impedirebbe la Costituzione...

Il problema e' serio''.

''Il Consiglio -fa eco Armando Spataro, togato del Movimento per la giustizia- ha diritto di essere informato in dettaglio perche' e' interesse di tutti elaborare corretti criteri di valutazione dei magistrati.

Ma guai a pensare -avverte- che sia in questo campo applicabile la logica aziendale: quello che conta e' l'interesse pubblico e non il mero conto economico profitto-perdite''.

E l'esigenza di ''chiarire i confini'' del progetto viene evidenziata anche da Margherita Cassano, togato di Mi.

''Vogliamo dare un contributo positivo alla valutazione della professionalita' dei magistrati, di cui la produttivita' e' uno dei parametri di valutazione.

Ma occorre il massimo coordinamento all'interno del Consiglio'', sostiene.

GIUSTIZIA: CSM 'PROMUOVE' DAVIGO E BOCCASSINI, POLO SI DISSOCIAROSSI, TRE ANNI DI RITARDO PERCHE' SONO STATI TEMPESTATI DI ESPOSTI Roma, 19 dic.

(Adnkronos) - Il Csm 'promuove' i magistrati milanesi Piercamillo Davigo e Ilda Boccassini.

Con la sola opposizione dei consiglieri laici del Polo, il plenum di palazzo dei Marescialli ha deciso infatti di dare il via libera alla loro nomina a magistrati di Cassazione.

Una promozione che ha valore retroattivo, a partire cioe' dal luglio '98, sulla quale si e' astenuta il consigliere togato di Unicost Manuela Romei Pasetti.

Davigo e' attualmente consigliere in Corte d'Appello a Milano, mentre Boccassini e' sostituto procuratore.

Ora, entrambi potranno partecipare a concorsi per l'eventuale assegnazione di posti in Cassazione o di poltrone di vertice degli uffici giudiziari.

A sostegno della 'promozione' di Davigo e Boccassini, il Csm sottolinea come le vicende di cui i due magistrati milanesi sono stati protagonisti non possono essere un ostacolo.

Ne' quelle processuali, ne' quelle di cui si e' occupato il Consiglio per alcuni aspetti legati alle inchieste di Mani Pulite: si sono tutte risolte infatti a loro favore.

Come nel caso, per Davigo, del 'processo' disciplinare legato alla polemica sull'avviso di garanzia inviato dal pool milanese a Silvio Berlusconi mentre presiedeva a Napoli il vertice Onu sulla criminalita'.

O in quello, per Boccassini, dell'intercettazione al bar Mandara dalla quale prese spunto il processo sulle 'toghe sporche' della Capitale.

Sia per Davigo che per Boccassini, sentenzia il plenum di palazzo dei Marescialli, ''non vi sono elementi che possano avere rilevanza negativa sotto il profilo della valutazione di professionalita'''.

Ma il ritardo della 'promozione' per i due magistrati milanesi e' polemico Nello Rossi, togato di Md.

''Davigo e Boccassini -lamenta- arrivano alla promozione con tre anni di ritardo perche' sono stati tempestati di esposti.

Il Csm anziche' appuntare la sua attenzione sui mag inattivi, come dovrebbe essere, si e' concentrato su quelli piu' operosi.

E cosi' non va bene...''.

GIUSTIZIA: CIAMPI, STOP POLEMICHE FUORI DA LIMITI ISTITUZIONICSM HA DIFESO AUTONOMIA E PRESTIGIO MAGISTRATURA Roma, 19 dic.

(Adnkronos) - Sulla giustizia ''e' essenziale che si affermi un clima piu' disteso e che cessino polemiche condotte con toni non conformi al rispetto della corretta dialettica istituzionale''.

Lo ha sottolineato il presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi, parlando al Quirinale durante lo scambio di auguri natalizi con le alte cariche dello Stato.

Ciampi, ribadendo come la divisione dei poteri sia un principio cardine dell'ordinamento democratico, ha definito ''un caso emblematico di un modo di procedere corretto'', l'intervento compiuto dal Csm la scorsa settimana, con il quale ''ha potuto esercitare quella che e' una sua precisa funzione istituzionale: la difesa dell'autonomia, dell'indipendenza e del prestigio della magistratura''.

''Il reciproco rispetto tra le istituzioni -ha affermato Ciampi- non implica rinuncia al dialogo tra le stesse; implica anzi la necessita' della collaborazione.

E' fondamentale pero' che ciascun potere operi nella consapevolezza dei confini stabiliti dalla Costituzione alle proprie competenze e si ponga, dinanzi agli altri poteri, come elemento di promozione della dialettica che anima la vita della Repubblica, evitando invasioni di campo e prese di posizione prettamente autoreferenziali.

La lettera critica e' il sale della vita democratica, anche nei rapporti tra le istituzioni, ma non deve mai essere portata fino al limite del disconoscimento e della violazione delle rispettive sfere di autonomia e di competenza; altrimenti il suo corso rischia di tracimare''.

''Un caso emblematico di un modo di procedere corretto nel senso indicato -ha specificato il capo dello Stato- si e' avuto la scorsa settimana, allorche' il Consiglio superiore della magistratura, rispettando rigorosamente i confini delle proprie competenze, ha potuto esercitare quella che e' una precisa funzione istituzionale: la difesa dell'autonomia, dell'indipendenza e del prestigio della magistratura''.

Ciampi ha poi auspicato che ''i primi miglioramenti rilevati quest'anno in tema di efficenza della giustizia possano consolidarsi nel 2002, soprattutto per quanto riguarda il tema centrale della ragionevole durata del processo.

Il funzionamento della giustizia, la tempestivita' della risposta che lo Stato da' ai cittadini che chiedono giustizia, costituisce l'indice del grado di civilta' dell'ordinamento giuridico''.

GIUSTIZIA: DAL CSM, RINCUORANO LE PAROLE DI CIAMPIROSSI, CI DANNO IMPULSO A PROSEGUIRE IN AZIONE ISTITUZIONALE Roma, 19 dic.

(Adnkronos) - Il Csm accoglie con soddisfazione le parole del capo dello Stato.

In particolare, quel passaggio in cui il presidente Carlo Azeglio Ciampi cita il documento di palazzo dei Marescialli sulla mozione giustizia del Senato come ''un caso emblematico di un modo di procedere corretto'' in difesa dell'autonomia e dell'indipendenza della magistratura.

Parole che ''rincuorano tutti i magistrati'', commenta Nello Rossi, togato di Md.

E ''confortato'' dall'intervento di Ciampi e' anche Gianni Di Cagno, laico dei Ds.

''Il Csm -lamenta Rossi- e' istituzione troppo spesso denigrata, oggetto di rappresentazioni tanto deformate da risultare caricaturali e di generiche accuse di politicizzazione .

Oggi il capo dello Stato fa giustizia di questi luoghi comuni esprimendo un sentito e non formale apprezzamento per una specifica iniziativa assunta dal Consiglio.

Da questo alto riconoscimento il Consiglio -aggiunge- ricava nuovo impulso a proseguire in una azione istituzionale ispirata a verita' e razionalita' di contro agli interessati clamori sollevati sulla giustizia.

E ne sono rincuorati tutti i magistrati italiani''.

''Come componente del Csm -fa eco Di Cagno- traggo elementi di conforto dalle solenni parole con cui il capo dello Stato ha inteso riaffermare le prerogative del Consiglio a tutela dell'indipendenza dei magistrati, valorizzando al contempo l'eqiulibrio con cui il Consiglio stesso ha esercitato queste prerogative.

Mi auguro -conclude- che tutti i rappresentanti delle diverse istituzioni sappiano cogliere il senso profondo delle parole del presidente''.

leggi tutto

riduci

  • Presidente e poi Parziale

    <em>Approvato</em> <strong>Ordine del giorno speciale, sezione A</strong>
    0:00 Durata: 3 min 42 sec
  • Presidente

    <em>Approvato</em> <strong>Ordine del giorno speciale, sezione B</strong>
    0:03 Durata: 36 sec
  • Presidente

    <em>Rinviata</em> <br>Pratiche urgenti di Seconda Commissione <strong>Collocamento fuori ruolo</strong> D.ssa Lucarelli
    0:04 Durata: 28 sec
  • Presidente

    <em>Approvate</em> <strong>Incarichi extragiudiziari</strong> D.ssa Chinnici a Yokohama; dr. Pignatone; Dr. Di Blasi
    0:04 Durata: 1 min 53 sec
  • Presidente

    <em>Rinviata</em> <strong>Varie</strong> D.ssa Di Ruocco
    0:06 Durata: 12 sec
  • Presidente

    <em>Invito al Ministro a resistere</em> <br>Pratiche urgenti di Quarta Commissione <strong>Ricorso al TAR Emilia-Romagna</strong> Dr. Grandinetti
    0:06 Durata: 59 sec
  • Presidente e poi Toro che spiega, poi Tossi Brutti

    <em>Approvata</em> <strong>Ricorso al TAR Lazio</strong> Dr. Grìguolo
    0:07 Durata: 1 min 1 sec
  • Presidente e poi Mattone, relatore

    <br>Pratiche urgenti di Sesta Commissione <strong>Nota del Presidente del Tribunale delle acque pubbliche: problemi connessi alla sua posizione ordinamentale</strong> Inaugurazione dell'Anno Giudiziario<br>Relazione
    0:08 Durata: 13 min 46 sec
  • Vito Marino Caferra (Unicost), Parziale e Rossi

    Discussione
    0:22 Durata: 11 min 27 sec
  • Sergio Mattone (MD), relatore

    <em>Approvata</em> con un'aggiunta Replica del relatore
    0:34 Durata: 3 min 31 sec
  • Presidente

    <em>Approvate</em> <br>Ordine del giorno ordinario<br>Pratiche del Comitato di presidenza <strong>Assestamento di bilancio</strong> <strong>Concessione di interventi assistenziali ordinari e straordinari</strong>
    0:37 Durata: 1 min 10 sec
  • Presidente

    <em>Atto dovuto</em> <br>Pratiche di Quinta Commissione <strong>Pubblicazione ufficio direttivo</strong> Presidente del Tribunale di Potenza
    0:38 Durata: 14 sec
  • Presidente

    <em>Approvate</em> tutte e 126 <br>Pratiche di Ottava Commissione <strong>Nomine e conferme dei componenti privati della sezione per i minorenni della Corte di Appello di Bari</strong>
    0:38 Durata: 50 sec
  • Presidente

    <em>Approvate</em> tutte e 13 <strong>Nomine e conferme dei componenti privati della sezione per i minorenni della Corte di Appello di Reggio Calabria</strong>
    0:39 Durata: 27 sec
  • Presidente

    <em>Approvata</em> <strong>Dimissioni dall'incarico</strong> D.ssa Zarabuda
    0:40 Durata: 10 sec
  • Presidente

    <em>Approvata</em> <strong>Rinunzia all'incarico</strong> D.ssa Monolo
    0:40 Durata: 13 sec
  • Presidente

    <em>Approvate</em> <strong>Dimissioni dall'incarico</strong> D.ssa Pennisi; d.ssa Conocchiella
    0:40 Durata: 21 sec
  • Presidente

    <em>Approvata</em> <strong>Richiesta di revoca dall'incarico per mancata presa di possesso</strong> D.ssa Sirca
    0:41 Durata: 11 sec
  • Presidente

    <em>Approvata</em> <strong>Delega ai Presidenti delle Corti di Appello per la nomina, la conferma e la revoca dei componenti estranei alla magistratura con esclusione dei componenti privati degli Uffici minorili e degli esperti dei Tribunali di sorveglianza</strong>
    0:41 Durata: 35 sec
  • Presidente

    <em>Approvata</em> <strong>Rettifica di una delibera consiliare</strong>
    0:41 Durata: 20 sec
  • Presidente

    <em>Rigetto</em> <strong>Riesame di una delibera di non nomina</strong> D.ssa Iorio
    0:42 Durata: 29 sec
  • Presidente

    <em>Approvata</em> <strong>Quesiti in ordine al tirocinio dei Giudici di pace di nuova nomina</strong> Corte di Appello di Perugia
    0:42 Durata: 39 sec
  • Presidente

    <em>Negato</em> <strong>Trasferimento</strong> Dr. Di Lella
    0:43 Durata: 20 sec
  • Presidente

    <em>Annullamento delibera</em> <strong>Ricorso al TAR Lazio per decadenza</strong> Dr. De Via
    0:43 Durata: 48 sec
  • Presidente

    <em>Si accetta</em> <strong>Rinuncia all'incarico</strong> Dr. Troidi Molossi
    0:44 Durata: 13 sec
  • Presidente

    <em>Revoca tardiva</em> <strong>Trasferimento per incompatibilità, revoca, chiarimenti</strong> Dr. Tamani
    0:44 Durata: 41 sec
  • Presidente

    <em>Approvata la non incompatibilità con segnalazione al Presidente della Corte di Appello</em> <strong>Eventuale incompatibilità come giornalista</strong> Dr. Galli
    0:45 Durata: 33 sec
  • Presidente

    <em>Accettate</em> <strong>Dimissioni</strong> D.ssa Scirè
    0:45 Durata: 11 sec
  • Presidente

    <em>Negato</em> <strong>Tirocinio in altra sede</strong> D.ssa Nastasia
    0:46 Durata: 21 sec
  • Presidente

    <em>Respinto</em> <strong>Esonero dai corsi teorico-pratici in materia penale</strong> Dr. Cavallari
    0:46 Durata: 25 sec
  • Presidente

    <em>Obbligo di tirocinio se non si è operato per un quadriennio come Giudice di pace</em> <strong>Attività giurisdizionale precedente alla nomina a Giudice di pace</strong> Dr. Vesce; dr. Molino ( dimessosi ) ; dr. Rondinella; d.ssa Monti; dr. Macchione; dr. Albora; dr. Olivares; dr. Pezzuti; dr. Vassallo ( posto già coperto ) ; dr. Gentili; d.ssa Giorgetti; d.ssa Iandolo
    0:46 Durata: 2 min 16 sec
  • Presidente e poi Parziale

    <em>Approvata</em> <strong>Nomina dei Giudici di pace del distretto della Corte di Appello di Lecce</strong> Emendamenti
    0:49 Durata: 2 min 21 sec
  • Presidente e poi Mattone e Parziale

    <em>Approvata</em> <strong>Nomina dei Giudici di pace del distretto della Corte di Appello di Torino</strong> Emendamenti
    0:51 Durata: 2 min 12 sec
  • Presidente

    <em>Approvata</em> <strong>Incontri di studi sulle fonti del diritto</strong>
    0:53 Durata: 29 sec
  • Presidente e poi Parziale e Romei Pasetti

    <em>Approvata</em> <strong>Corso di aggiornamento professionale</strong>
    0:54 Durata: 3 min 11 sec
  • Presidente

    <em>Accantonata</em> <strong>Quesito formulato dalla Commissione Uditori presso il Consiglio giudiziario di Salerno in ordine all'art. 6 del regolamento per il tirocinio degli Uditori giudiziari</strong> Tenuta del quaderno del tirocinio in forma collettiva o no
    0:57 Durata: 1 min 17 sec
  • Presidente

    <em>Approvata</em> <strong>Determinazione della data finale del tirocinio</strong> D.ssa Savignano
    0:58 Durata: 19 sec
  • Presidente

    <em>Diniego</em> <strong>Concorsi</strong> Dr. Accorinti
    0:59 Durata: 47 sec
  • Presidente

    <em>Non luogo a provvedere</em> <strong>Interpretazione dell'art. 126 del R.D. n. 12/41: non superamento delle prove per 3 volte; legge del 13/2/2001</strong> D.ssa Santi
    0:59 Durata: 1 min 22 sec
  • Presidente sulla morìa di relatori: Angeli e Ferrara assenti

    <br>Pratiche di Seconda Commissione <strong>Incarico giudiziario</strong> Dr. Lettieri
    1:01 Durata: 1 min 12 sec
  • Presidente e poi Paolo Angeli (Unicost), relatore

    <strong>Quesito formulato dalla Commissione Uditori presso il Consiglio giudiziario di Salerno in ordine all'art. 6 del regolamento per il tirocinio degli Uditori giudiziari</strong> Tenuta del quaderno del tirocinio in forma collettiva o no<br>Relazione
    1:02 Durata: 4 min 40 sec
  • Gianfranco Gilardi (MD)

    Discussione
    1:07 Durata: 6 min 46 sec
  • Presidente, Angeli per chiarimenti e poi Romei Pasetti

    1:13 Durata: 4 min 2 sec
  • Margherita Cassano (MI)

    1:17 Durata: 6 min 10 sec
  • Viazzi e Consolo: poi il Presidente

    1:24 Durata: 7 min 30 sec
  • Paolo Angeli (Unicost), poi Gilardi, quindi il Presidente; Angeli conclude; Viazzi per dichiarazione di voto sull'emendamento Cassano, poi Parziale fuori microfono

    Voto sul ritorno in Commissione: <em>respinto</em><br>Voto sull'emendamento soppressivo di Cassano: <em>approvato</em><br>Voto sulla proposta così come emendata: <em>approvata</em> Replica del relatore
    1:31 Durata: 10 min 41 sec
  • Ettore Ferrara (Unicost), relatore

    <strong>Incarico giudiziario</strong> Dr. Lettieri<br>Proroga di un incarico<br>Relazione
    1:42 Durata: 3 min 2 sec
  • Gallo e Iacopino Cavallari

    <em>Approvata</em> Discussione
    1:45 Durata: 8 min 54 sec
  • Presidente

    <em>Approvata</em> <br>Pratiche di Quarta Commissione <strong>Pratica dr. De Silvestris</strong>
    1:54 Durata: 1 min 3 sec
  • Presidente

    <em>Approvata</em> <strong>Nomina Magistrati di Appello</strong> Dr. Bulfamante
    1:55 Durata: 59 sec
  • Presidente

    <em>Accantonata</em> <br>Dr Boi
    1:56 Durata: 20 sec
  • Presidente

    <em>Accantonata</em> <br>Dr. Malgeri
    1:56 Durata: 22 sec
  • Sergio Pastore Alinante (membro laico (Comunisti Italiani)), Presidente dell'Undicesima Commissione, relatore; al termine il Presidente cerca il numero legale

    <em>Approvata</em> <br><strong>Dr. Davigo</strong><br>Relazione
    1:56 Durata: 20 min 7 sec
  • Sergio Pastore Alinante (membro laico (Comunisti Italiani)), Presidente dell'Undicesima Commissione, relatore

    <br><strong>D.ssa Boccassini</strong><br>Relazione
    2:16 Durata: 8 min 43 sec
  • Nello Rossi (MD), Presidente della Sesta Commissione

    Discussione
    2:25 Durata: 11 min 55 sec
  • Silvana Iacopino Cavallari (Unicost), Presidente della Quarta Commissione

    2:37 Durata: 6 min 52 sec
  • Prof. Mauro Ronco (membro laico(CdL)), Presidente della Prima Commissione

    2:44 Durata: 6 min 1 sec
  • Gianfranco Gilardi (MD)

    2:50 Durata: 5 min 37 sec
  • Mario Serio (membro laico (FI))

    2:56 Durata: 9 min 59 sec
  • Eligio Resta (membro laico(Verdi)) per dichiarazione di voto

    3:06 Durata: 1 min 39 sec
  • Nello Rossi (MD), Presidente della Sesta Commissione

    Repliche
    3:07 Durata: 4 min 2 sec
  • Presidente e poi Sergio Pastore Alinante (membro laico (Comunisti Italiani)), Presidente dell'Undicesima Commissione, relatore

    Replica del relatore
    3:11 Durata: 8 min 41 sec
  • Salvatore Mazzamuto (membro laico (RI)), Presidente della Dodicesima Commissione per dichiarazione di voto

    Voto: <em>approvata</em><br>La seduta pubblica termina <strong>alle 13.46</strong> per trattazione di pratiche segretate Procedura di votazione
    3:20 Durata: 3 min 27 sec