09 MAG 2002

CSM - Plenum del 9 maggio 2002, seduta antimeridiana

[NON DEFINITO] | - 00:00 Durata: 3 ore 40 min

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

Seduta antimeridiana All'ordine del giorno: 1) Assenze dal lavoro 2) Ricorso straordinario al Capo dello Stato 3) Ricorso al TAR Lazio 4) Ricorso al TAR Calabria contro l'esclusione dalle prove orali 5) Richiesta di parere sulla rosa di Magistrati fra cui opererà la scelta il Ministro della Giustizia in previsione della istituzione della unità definitiva di cooperazione giudiziaria Eurojust Il CSM nelle agenzie di stampa CSM: PARLAMENTO; 25 GIUGNO ELEZIONE DI 8 COMPONENTI (ANSA) - ROMA, 9 MAG - Il Parlamento in seduta comune e' stato convocato dai presidenti di Senato e Camera, Marcello Pera e Pier Ferdinando Casini per martedi' 25 giugno, alle 14,30, per procedere alla votazione per l'elezione di otto componenti del Consiglio superiore della Magistratura.

Lo ha annunciato in aula alla Camera il vicepresidente Clemente Mastella.

POLIZIOTTI ARRESTATI: PRECISAZIONE CSM SU DOCUMENTO FINALE (AGI) - Roma, 9 Mag.

- Il CSM ha diffuso una nota con la quale fa rilevare che alcuni organi di informazione hanno pubblicato un testo "inesatto" della risoluzione varata ieri sera dal plenum sulle critiche all'operato dei magistrati napoletani che hanno disposto gli arresti domiciliari di otto funzionari ed agenti di polizia.

La proposta portata in assemblea da 19 consiglieri e' infatti alla fine del dibattito passata, per attenuarne i toni, con alcune correzioni non di poco conto.

Due i punti della originario documento che sono stati modificati.

Dove si diceva che "i magistrati, se hanno notizia che nello svolgimento di funzioni pubbliche sono stati commessi abusi e violati diritti, hanno il dovere di procedere nei confronti di tutti", la frase successiva ...

"senza distinzioni e senza privilegi di sorta; e cio' vale anche per i funzionari di polizia investiti di poteri al fine di garantire l'ordine pubblico", e' stata sostituita con la seguente: "...

e quindi anche, ove ne ricorrano i presupposti, nei confronti dei funzionari di polizia investiti di poteri al fine di garantire l'ordine pubblico".

Dove si diceva che "ministri ed esponenti politici, manifestando pregiudiziale solidarieta' alle forze dell'ordine, hanno rivolto gravissimi attacchi ai magistrati", la frase e' stata sostituita con "esponenti politici, alcuni dei quali investiti anche di responsabilita' di governo, hanno rivolto inaccettabili attacchi ai magistrati".

CSM: COSSIGA, SDEGNO PER LA RISOLUZIONE DI IERICONSIGLIO MOSTRA SPREGIO PER IL DIRITTO ALLA CRITICA Roma, 9 mag.

(Adnkronos)- ''E' con sdegno, ma anche con profonda preoccupazione che ho letto, senza meraviglia, conoscendo gli abusi e i soprusi che da tempo consuma anche nei confronti dei magistrati il Consiglio Superiore della Magistratura, usurpando poteri e competenze che non gli competono, la risoluzione approvata ieri da questo superiore organo di amministrazione della magistratura, sui principi che reggerebbero l'attivita' giudiziaria''.

Lo scrive il presidente emerito della Repubblica, Francesco Cossiga in una lettera inviata ai presidenti delle due Camere.

''Sono sdegnato per il dispregio assoluto -sottolinea il senatore a vita- che il Csm mostra non solo nei confronti delle norme costituzionali e di legge ordinaria che ben ne individuano le funzioni e sulla base delle quali io non avrei, da capo di stato, concesso il mio consenso all'inserimento all'ordine del giorno del progetto di risoluzione stessa, ma anche per il dispregio del diritto alla libera espressione del pensiero e al diritto di critica, che in una societa' democratica deve essere riconosciuto a tutti nei confronti anche e soprattutto dei giudici e dei pubblici ministeri proprio a cagione della loro irresponsabilita' politica.

Irresponsabilita' che deve trovare nel diritto di cronaca e nella sanzione della pubblica opinione il proprio giusto contrappeso, se vogliamo tenere fermo il principio fondamentale del nostro stato democratico e repubblicano, e cioe' la sovranita' popolare''.''Sono sdegnato -prosegue Cossiga- per il tono prepotente e supponente con il quale il Csm, affermando di intervenire a favore della tutela della magistratura stessa giudica le dichiarazioni di esponenti politici e di membri del governo, tentando di arrogarsi ancora una volta quel potere di sfiduciare il governo medesimo.

Quei tentativi, da presidente della Repubblica, io stroncai duramente con mezzi legittimi, come quelli di negare il potere del ministro della giustizia di concorrere a determinare gli indirizzi della politica giudiziaria, come a suo tempo affermato da me nella veste di capo di stato e dal ministro di giustizia ancora in carica, il cui comportamento in conflitto con il Csm fu riconosciuto legittimo persino dalla Corte Costituzionale''.

''E molto mi preoccupa -scrive ancora- che il Csm dimostri tanta intolleranza verso il diritto-dovere di critica che in modo specifico spetta ai membri del Parlamento''.

''Sono dunque costretto -conclude Cossiga- da cittadino e da membro del Parlamento di fronte al pavido silenzio del nostro presidente 'Tentenna' il capo dello stato Carlo Azeglio Ciampi, che non sembra conoscere quali siano i suoi doveri di garante della Costituzione e quindi in primo luogo di garante della liberta' di espressione e di critica di tutti i cittadini, ma anche e in particolare dei rappresentanti della sovranita' popolare, mentre tiene in tanta importanza un semplice organo di amministrazione, riconoscendogli ancora una volta l'inesistente dignita' di capo del potere giudiziario; sono costretto lo ripeto a rivolgermi a voi, quali presidenti delle due camere invocando una ferma condanna del comportamento del Csm e un deciso e fermo passo di protesta persso il presidente di esso''.

leggi tutto

riduci

  • Presidente, seguito da una pausa, poi riprende Iacopino Cavallari, relatore, riassume in attesa della distribuzione della proposta alternativa di Pastore Alinante

    <strong>Indice</strong><br>La seduta ha inizio <strong>alle 10.19</strong><br>Presidenza del vicepresidente <strong>Giovanni Verde</strong><br>Pratiche urgenti di Quarta Commissione <strong>Assenze dal lavoro</strong> Dr. Graziano: un caso di ineleggibilità per mancata revoca di applicazione extradistrettuale<br>Relazione
    0:00 Durata: 8 min 59 sec
  • Sergio Pastore Alinante (membro laico (Comunisti Italiani)), Presidente dell'Undicesima Commissione

    Relazione sulla proposta alternativa
    0:09 Durata: 13 min 13 sec
  • Claudio Viazzi (MD)

    Discussione
    0:22 Durata: 9 min 22 sec
  • Santi Consolo (MI)

    0:32 Durata: 8 min 21 sec
  • Toro e Rossi

    0:40 Durata: 8 min 31 sec
  • Giovanni Verde, vicepresidente del Csm, e poi Tossi Brutti

    0:48 Durata: 4 min 25 sec
  • Giovanni Di Cagno (membro laico(DS)), Presidente della Decima Commissione, e poi, brevemente, Smirne

    0:53 Durata: 11 min 1 sec
  • Consolo, Viazzi e Tossi Brutti

    Repliche
    1:04 Durata: 15 min 27 sec
  • Sergio Pastore Alinante (membro laico (Comunisti Italiani)), Presidente dell'Undicesima Commissione, presentatore della proposta alternativa

    Repliche finali
    1:19 Durata: 13 min 16 sec
  • Iacopino Cavallari, relatore

    1:33 Durata: 14 min 58 sec
  • Presidente, Pastore Alinante e altri Consiglieri, confusamente; poi, per dichiarazione di voto, Gilardi

    Votazione per ballottaggio: <em>approvata la proposta della Commissione</em> Procedura di votazione
    1:48 Durata: 8 min 32 sec
  • Presidente

    <em>Invito al Ministro ad intervenire</em> <br>Pratiche varie urgenti <strong>Ricorso straordinario al Capo dello Stato</strong> Dr. Bulla
    1:56 Durata: 56 sec
  • Presidente

    <em>Invito al Ministro a costituirsi in giudizio</em> <strong>Ricorso al TAR</strong> Dr. Parèo
    1:57 Durata: 21 sec
  • Presidente

    <em>Invito al Ministro a proporre regolamento di competenza e a costituirsi e difendersi</em> <br>Pratiche urgenti di Nona Commissione <strong>Ricorso al TAR Calabria contro l'esclusione dalle prove orali</strong> Dr. Siciliano
    1:57 Durata: 27 sec
  • Presidente e poi Spataro, Di Cagno e Rossi; quindi Gallo, Rossi e Iacopino Cavallari

    Voto sul rinvio: <em>respinto</em> <br>Pratica di Seconda Commissione di cui era iniziata la discussione nella seduta antimeridiana del 24 aprile 2002 e poi nella pomeridiana <strong>Richiesta di parere sulla rosa di Magistrati fra cui opererà la scelta il Ministro della Giustizia in previsione della istituzione della unità definitiva di cooperazione giudiziaria Eurojust</strong> Discussione sul possibile rinvio della pratica Eurojust
    1:58 Durata: 7 min 3 sec
  • Presidente, brevemente, e poi Armando Spataro (Movimenti Riuniti), Presidente della Terza Commissione

    <br>Discussione della pratica "Eurojust"
    2:05 Durata: 14 min 58 sec
  • Gianfranco Gilardi (MD)

    2:20 Durata: 11 min 36 sec
  • Eligio Resta (membro laico(Verdi))

    2:31 Durata: 5 min 28 sec
  • Sergio Pastore Alinante (membro laico (Comunisti Italiani)), Presidente dell'Undicesima Commissione

    2:37 Durata: 11 min 3 sec
  • Graziella Tossi Brutti (membro laico(DS))

    2:48 Durata: 7 min 35 sec
  • Fabio Massimo Gallo (MI), presidente della Seconda Commissione

    2:56 Durata: 8 min 21 sec
  • Rossi sull'assenza del numero legale: il Presidente replica

    3:04 Durata: 1 min 35 sec
  • Sergio Mattone (MD)

    Discussione
    3:05 Durata: 10 min 12 sec
  • Nello Rossi (MD)

    3:16 Durata: 12 min 59 sec
  • Gallo e Spataro; poi sull'ordine dei lavori Gilardi e Gallo, alterati; il Presidente fà votare sull'ordine dei lavori

    <em>Rinviata al pomeriggio</em> insieme ad altre pratiche Repliche
    3:29 Durata: 11 min 37 sec