01 AGO 2002

Elezione del nuovo vicepresidente del Consiglio Superiore della Magistratura

[NON DEFINITO] | - 00:00 Durata: 35 min 52 sec

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

Il CSM nelle agenzie di stampa CIAMPI AL CSM, POTRETE DARE NUOVO IMPULSO ALLA GIUSTIZIA (ANSA) - ROMA, 1 AGO - ''Sono convinto che questo Csm potra' svolgere un importante lavoro e dare veramente una spinta nuova nell' amministrazione della giustizia, che ci faccia superare le presenti difficolta'''.

Lo ha detto il capo dello Stato, Carlo Azeglio Ciampi, riprendendo brevemente la parola a Palazzo dei Marescialli dopo il discorso del nuovo vicepresidente del Csm Virginio Rognoni.

''Ci proponiamo di svolgere con pieno senso di responsabilita' e consapevolezza il compito fondamentale che e'
l'autogoverno della magistratura - ha esordito Ciampi -.

L'importante e' che in tutti noi questo spirito rimanga''.

Certamente, ha riconosciuto il presidente, ''nel vostro lavoro avrete momenti di contrasto e di confronto, ma sia sempre presente in tutti noi quel compito che ci e' stato affidato, e che e' fondamentale particolarmente in questo momento della vita del Paese; perche' - ha aggiunto il presidente - queste lentezze, queste inefficienze che purtroppo il sistema giustizia ha accumulato nel tempo, vanno a danno della fiducia dei cittadini nella giustizia e in tutte le istituzioni''.

Csm: Castelli, voto contro governo per elezione Rognoni 'E' stato scelto un candidato dell'opposizione' (ANSA) - ROMA, 1 AGO - ''Con questo voto i componenti togati del Csm hanno scelto un candidato dell' opposizione.

Si tratta, quindi -dice Castelli- di un voto contro il governo.

Il ministro della Giustizia ha aggiunto che 'ne prende atto, augurando in ogni caso buon lavoro al nuovo vicepresidente', Virginio Rognoni.Poco prima delle'elezione del vice presidente del Csm, Castelli aveva detto che 'Cio' che sta accadendo al Senato condiziona pesantemente il voto di oggi al Csm'.

CSM: ANGIUS, CASTELLI SE NE DEVE ANDARE DICHIARAZIONE SU ROGNONI LEDE LA SUA FUNZIONE DI MINISTRO (ANSA) - ROMA, 1 AGO - ''Castelli se ne deve andare, non puo' continuare ad essere ministro della Giustizia'': cosi' il capogruppo dei Ds al Senato, Gavino Angius, commenta le dichiarazioni del ministro Castelli sull'elezione di Virginio Rognoni al Csm.

''La sua dichiarazione - afferma Angius - lede la sua funzione di ministro che dovrebbe governare per le competenze che ha la giustizia italiana.

E' una dichiarazione estremamente grave, non solo sotto il profilo politico, ma anche istituzionale.

Evidentemente il ministro non e' in grado di ponderare bene le sue parole e di esprimere concetti che sono estranei non solo alla sua cultura, ma anche alla sua conoscenza''.

Angius osserva che Castelli ''ha detto che il voto del Csm e' contro il governo.

Vorrei ricordare che l'on.Rognoni e' stato eletto quale legittimo rappresentante del Parlamento con una maggioranza qualificata di tre quinti, il che significa che e' stato eletto con i voti dell'opposizione ma anche della maggioranza.

I membri laici del Csm eletti dal Parlamento rappresentano tutti: la votazione al Csm e' avvenuta con una maggioranza larghissima di 21 su 24 ed e' avvenuta alla presenza del Capo dello Stato.

E' chiaro che la dichiarazione di Castelli apre un conflitto insanabile tra il Csm e il governo, per cui penso che la permanenza di Castelli sia oltremodo inopportuna''.

CSM: BUCCICO, QUI E' CONTINUATO SCIOPERO MAGISTRATI TOGATI HANNO SCELTO VIA CONTRAPPOSIZIONE (ANSA) - ROMA, 1 AGO - Al Csm ''e' continuato lo sciopero dei magistrati, che hanno scelto la via della contrapposizione e non quella del dialogo''.

E' molto polemico, subito dopo il voto che ha eletto Virginio Rognoni vice presidente, Nicola Buccico, il candidato espresso dalla maggioranza e che fino a qualche giorno fa veniva considerato favorito per la poltrona di ''numero due'' di palazzo dei Marescialli.

Buccico punta il dito contro i togati, soprattutto quelli di Unita' per la Costituzione e di Magistratura Indipendente, che alla fine hanno preferito ''salire sul carro del vincitore'', dice citando Malaparte.

Secondo Buccico ''quanto sta accadendo in Parlamento non avrebbe dovuto condizionare il voto al Csm, invece cosi' non e' stato.

Questo voto - ha detto - e' frutto delle contraddizioni che hanno attraversato Unicost che, per non evidenziare una forte spaccatura al proprio interno ha deciso di votare il candidato che appariva vincente.

Cosi' si spiega anche il voto di Magistratura Indipendente''.

Insomma ''era largamente prevedibile il voto della magistratura in queste condizioni''.

Il gruppo della Casa delle liberta' al Csm comunque ''non fara' nessuna barricata; saremo qui a fare il nostro dovere attenti e rigorosi, fermi e non deflettori''.

E a livello personale, aggiunge Buccico, ''anche da semplice consigliere mi faro' sentire''.

Buccico spiega poi le ragioni che hanno indotto i lici del Polo a votare per il professor Giuseppe Di Federico: ''E' uno dei piu' grandi studiosi di ordinamento giudiziario, che conosce meglio dei magistrati.

Non era piu' utile che i voti confluissero su di me una volta che si era formata una maggioranza di togati per Rognoni''.

Buccico torna poi sulla polemica con il segretario dell'Associazione nazionale magistrati, Carlo Fucci.

''Ci ha definiti espressione della maggioranza dimenticando che siamo stati indicati in maniera unitaria dal Parlamento.

Io, che ho un profilo istituzionale, mi sento particolarmente offeso''.

Infine, un riferimento ai concetti richiamati nel plenum di oggi di autonomia e indipendenza della magistratura: ''L'affermazione di questi principi non deve diventare rituale, ma va sostanziata di fattori seri.

Oltretutto l'autonomia e l'indipendenza non sono beni che appartengono ai magistrati ma alla societa'''.

CSM: CASTAGNETTI, SODDISFAZIONE E AUGURI A ROGNONI (ANSA) - ROMA, 1 AGO - ''Grande soddisfazione'' viene espressa dal capogruppo dei deputati della Margherita, Pierluigi Castagnetti, per l'elezione di Virginio Rognoni alla vicepresidenza del Csm.

''Il largo consenso ottenuto, prova dell'autorevolezza e delle doti di esperienza istituzionale, competenza ed equilibrio che unanimemente gli vengono riconosciute, rappresenta - conclude - una condizione incoraggiante per adempiere al delicato incarico quando sul mondo della giustizia si concentrano pesanti tensioni''.

CSM: GLI AUGURI DI CASINI A ROGNONI, FAVORIRE DIALOGO TRA PARLAMENTO E ISTITUZIONI NEL SUPERIORE INTERESSE ISTITUZIONI (ANSA) - ROMA, 1 AGO - Il presidente della Camera dei deputati Pier Ferdinando Casini ha inviato al neo-eletto vicepresidente del Consiglio superiore della magistratura, prof.

Virginio Rognoni, il seguente messaggio: ''Desidero formularti le piu' vive congratulazioni e i migliori auguri per l'alto e prestigioso incarico al quale sei stato chiamato.

La tua lunga e qualificata esperienza scientifica, parlamentare e di governo potra' certamente fornire un prezioso apporto allo svolgimento dei delicati compiti attribuiti dalla Costituzione al Csm.

Esprimo l'auspicio che, anche attraverso il contributo della tua vice presidenza, possa rafforzarsi, nel rispetto dei reciproci ruoli, il necessario dialogo tra il Parlamento e la magistratura, nel superiore interesse delle istituzioni''.

CSM: BERLUSCONI, AUGURI SINCERI DI BUON LAVORO A ROGNONI (ANSA) - ROMA, 1 AGO - Il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi ha chiamato il vicepresidente del Csm Virginio Rognoni, non appena appresa la notizia della nomina.

Durante il ''lungo e cordiale colloquio'', il presidente del Consiglio ha rivolto a Rognoni ''auguri sinceri di buon lavoro nel superiore interesse del Paese''.(AGI) - Roma, 1 ago.

- Il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi "ha chiamato il vicepresidente del Csm, Virginio Rognoni non appena appresa la notizia della sua nomina".

E' quanto si legge in una nota di palazzo Chigi.

"Nel corso del lungo e cordiale colloquio, e nel convinto rispetto dei diversi ruoli istituzionali - si legge nella nota - il presidente del Consiglio ha rivolto al vicepresidente del Csm, al quale lo lega un antico e personale rapporto di stima e amicizia, auguri sinceri di buon lavoro nel superiore interesse del Paese".

CSM: CASTELLI, NON MI FARO' INTIMIDIRE MA E' DATO DI FATTO CHE ROGNONI E' PROPOSTO DA OPPOSIZIONE (ANSA) - ROMA, 1 AGO - ''E' un dato di fatto che Rognoni e' stato proposto dall' opposizione.

Se poi la sinistra vuole mistificare oltre ogni limite e lasciarsi andare alle violenze verbali, sappia che non mi faro' intimidire''.

Lo afferma il ministro della giustizia Roberto Castelli.

''Ho fatto i miei auguri a Virginio Rognoni - aggiunge Castelli - e sono sicuro che potra' svolgere bene l' importante compito di vicepresidente del Csm.

Ma e' sotto gli occhi di tutti che con il loro voto i consiglieri togati del Consiglio Superiore hanno assunto una posizione netta''.

''Tutto cio' - conclude il ministro - non ha nulla a che fare con la figura di Rognoni, che sono sicuro sapra' interpretare con equilibrio il suo ruolo.

Anche io, da parte mia, desidero un rapporto istituzionale corretto con il vicepresidente del Csm e sono sicuro che sara' cosi'''.

leggi tutto

riduci

  • Carlo Azeglio Ciampi, presidente della Repubblica

    Indice<br>La seduta inizia <strong>alle 16.09</strong> <strong>Verifica dei titoli dei componenti eletti dei Magistrati e dei requisiti di eleggibilità dei componenti eletti dal Parlamento; eventuali incompatibilità </strong>
    0:00 Durata: 30 sec
  • Dr. Salmè, presidente della Commissione verifica, per la convalida vista la sussistenza di tutti i requisiti e l'insussistenza di impedimenti all'elezione (intervento disturbato da problemi tecnici); poi Mammone e Lo Voi che si astengono

    0:00 Durata: 4 min 31 sec
  • Carlo Azeglio Ciampi, presidente della Repubblica, indice la votazione per l'elezione del vicepresidente del CSM

    Votazione: risulta eletto<strong> Virginio Rognoni</strong> con 21 voti
    0:05 Durata: 6 min 27 sec
  • Carlo Azeglio Ciampi, presidente della Repubblica

    0:11 Durata: 15 min 42 sec
  • Virginio Rognoni, vicepresidente del CSM

    0:27 Durata: 4 min 31 sec
  • Carlo Azeglio Ciampi, presidente della Repubblica

    La seduta termina <strong>alle 16.54</strong>
    0:31 Durata: 4 min 11 sec