18 FEB 2002

Seguito deposizione di Gioacchino Genchi, consulente informatico della Procura di Palermo

[NON DEFINITO] | - 00:00 Durata: 21 min 44 sec

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

Registrazione video di "Seguito deposizione di Gioacchino Genchi, consulente informatico della Procura di Palermo", registrato lunedì 18 febbraio 2002 alle 00:00.

La registrazione video ha una durata di 21 minuti.

Questo contenuto è disponibile anche nella sola versione audio.
  • Deposizione di Genchi

    0:00 Durata: 42 sec
  • Tutta l'udienza fino alla parte in cui vengono citati numeri di telefono privati

    0:00 Durata: 42 sec
  • <strong>Il processo Dell'Utri nelle agenzie di stampa</strong> MAFIA: DELL'UTRI, NESSUNA TELEFONATA DAI MIEI NUMERI (ANSA) - PALERMO, 18 FEB - '' Alla mia segreteria ho sempre ricevuto decine e decine di telefonate. Raramente ho risposto personalmente, ma soprattutto nessuna delle chiamate e' mai partita dalle mie utenze''. L' ha detto Marcello Dell' Utri, senatore di Fi sotto processo a Palermo per concorso in associazione mafiosa, oggi durante una breve dichiarazione spontanea. Dell' Utri e' intervenuto a conclusione della deposizione del vice questore Gioacchino Genchi, consulente della Procura. Il funzionario aveva analizzato in aula i risultati della consulenza che ha preso in esame circa seicentomila telefonate dirette ad utenze riconducibili al senatore tra i primi anni 90 ed il 96. In particolare il teste ha parlato dei contatti tra persone vicine a ''Sicilia Libera'' , movimento politico autonomista voluto dal boss corleonese Leoluca Bagarella, cognato di Toto' Riina, il principe romano Domenico Orsini ed esponenti di Forza Italia fra i quali, appunto, Dell' Utri. Nell' agenda della segreteria dell' imputato risulterebbe una telefonata fatta da Orsini, il quale avrebbe contattato il politico dopo avere parlato con Tullio Cannella, l' uomo cui Bagarella aveva affidato l' organizzazione del movimento. L' udienza e' stata rinviata al 26 febbraio. DELL'UTRI: IN AULA A PALERMO REPLICA A CONSULENTE PROCURA (AGI) - Palermo, 18 feb. - Il senatore di Forza Italia Marcello Dell'Utri ha reso questa mattina dichiarazioni spontanee davanti al Tribunale di Palermo nel processo in cui e' imputato di concorso in associazione mafiosa. Lo ha fatto per precisare alcuni punti della deposizione di Gioacchino Genchi, consulente della Procura che ha esaminato i tabulati relativi a circa 600 mila telefonate di utenze riconducibili a Dell'Utri. Il teste, che gia' depone da quattro udienze, aveva fatto stamani riferimento ad alcune agende del parlamentare contenenti numeri telefonici. MAFIA: PROCURA, PRINCIPE ORSINI TELEFONO' AD ARCORE<br> APPARTENEVA A 'SICILIA LIBERA', FONDATA DA BAGARELLA<br> DELL'UTRI, LE AGENDE SEQUESTRATE NON SONO MIE Palermo, 18 feb. - (Adnkronos) - Il Principe Domenico Napoleone Orsini, uno dei coordinatori del partito 'Sicilia Libera', fondato dal pentito di mafia Tullio Cannella e dal boss Leoluca Bagarella, nel '94 telefono' ad Arcore, alla villa dell'attuale presidente del Consiglio Silvio Berlusconi. Lo ha rivelato oggi il vicequestore Gioacchino Genchi, consulente informatico della Procura di Palermo, nel corso del processo a carico del senatore Marcello Dell'Utri, accusato di concorso esterno in associazione mafiosa. ''Il 4 febbraio del '94 - ha detto Genchi, rispondendo alle domande dei pm Nico Gozzo e Antonio Ingroia - Il principe Orsini chiamo' nella stessa giornata Tullio Cannella (che all'epoca non collaborava ancora con la giustizia, ndr), poi la sede di 'Sicilia Libera', in seguito fece il numero della villa di Arcore di Silvio Berlusconi, e dopo ancora dell'imputato dell'Utri, attraverso la selezione passante del centralino della Fininvest a Milano''. Le telefonate a Dell'Utri si sarebbero ripetute anche il 7 e il 9 febbraio dello stesso anno. Nel corso dell'Udienza la difesa di Dell'Utri, rappresentata dagli avvocati Enrico ed Enzo Trantino, Francesco Bertorotta, Roberto Tricoli e Giuseppe Di Peri, ha chiesto al consulente se avesse controllato anche i tabulati telefonici del premier Silvio Berlusconi. Ma Genchi non ha risposto. ''Non posso violare il segreto istruttorio'', ha detto. ''No comment'' anche alla richiesta di Trantino junior se ''sono stati elaborati i dati telefonici dell'on. Berlusconi senza chiedere l'autorizzazione al Parlamento''. Nel corso dell'udienza, durata tre ore, il vicequestore Genchi ha ricordato anche le telefonate partite dall'utenza di Nando Platania, un altro fondatore di 'Sicilia Libera', partito che si e' poi sciolto prima delle Politiche del '94, ed i rapporti telefonici tra il pentito Cannella e il deputato regionale siciliano Salvatore Cintola, neo presidente provinciale palermitano del Cdu. ''Cintola - ha spiegato Genchi - ha avuto contatti telefonici anche con Giovanni Lalia, il fondatore del club di Forza Italia di Misilmeri (Pa), cugino di Salvatore Benigno, condannato per mafia. Lalia ha poi ceduto il suo cellulare a Giovanni Tubato, ucciso da Cosa nostra recentemente''. E' sempre Genchi a fare sapere al Presidente della seconda sezione del Tribunale che il nome di Platania ''era stato trovato sull'agenda telefonica di Dell'Utri''. Immediata la replica del senatore Dell'Utri, presente all'udienza di oggi, che ha voluto fare dichiarazioni spontanee. ''Queste agende di Dell'Utri di cui si e' parlato non c'entrano niente - ha detto al Tribunale - Non sono mie. Si tratta di bloc notes che appartenevano alla mia assistente, signora Lattuada, che registrava ogni telefonata in entrata. Ma io non ho mai parlato con queste persone. Erano centinaia le telefonate che arrivavano nel mio ufficio, gente che cercava una raccomandazione, o altri ancora che volevano propormi un affare. Ma erano solo tentativi, nulla piu'''. Alla fine dell'udienza, Dell'Utri ha anche parlato del Principe Orsini. ''Io - ha detto all'Adnkronos - non ho mai parlato con questo signore, non so nemmeno chi sia...''.
    0:00 Durata: 7 sec
  • Domande del PM Gozzo al teste

    2:09 Durata: 3 min 2 sec
  • Domande dell'avv. Trantino e poi riesame del Pm Gozzo e del PM Ingroia

    2:12 Durata: 3 min 18 sec
  • Presidente sulla prossima udienza e poi dà la parola a Dell'Utri

    2:15 Durata: 1 min 19 sec
  • Dichiarazioni spontanee di Dell'Utri

    2:17 Durata: 2 min 43 sec
  • Presidente e poi il PM Gozzo per un'acquisizione di atti, quindi l'avv. Trantino per la difesa

    2:19 Durata: 2 min 22 sec
  • Pm Gozzo

    2:22 Durata: 56 sec
  • Avv.Liperi e poi il PM Ingroia; interviene Dell'Utri sui lavori parlamentari in cui è impegnato: il Presidente chiude l'udienza

    L'udienza termina <strong>alle 12.45</strong><br>Prossima udienza il 26 febbraio 2002
    2:23 Durata: 6 min 33 sec