05 FEB 2003

CSM - Plenum del 5 febbraio 2003

[NON DEFINITO] | - 00:00 Durata: 1 ora 16 min

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

All'ordine del giorno: 1) Ricorsi 2) Censura 3) Revoca 4) Arresti domiciliari 5) Incontro degli Uditori giudiziari 6) Ordine del giorno speciale, sezioni A e B 7) Copertura posti 8) Revoca di una delibera consiliare 9) Collocamento fuori ruolo 10) Incarichi extragiudiziari 11) Nomina a Magistrato di Tribunale 12) Cessazioni e trattenimenti in servizio sino al 75° anno di età 13) Incarichi extragiudiziari 14) Ricorso al TAR 15) Resistenza in giudizio 16) Applicazione extradistrettuale al Tribunale dei minorenni di Bologna 17) Copertura della sezione di Appello di Bologna con interpello 18) Altra applicazione a Crema.

Registrazione audio di "CSM - Plenum del 5 febbraio 2003", registrato mercoledì 5 febbraio 2003 alle 00:00.

La registrazione audio ha una durata di 1 ora e 16 minuti.

leggi tutto

riduci

  • Presidente e poi Marotta, relatore

    <em>Resistenza in giudizio</em> <strong>Indice</strong><br>La seduta ha inizio <strong>alle 9.45</strong><br>Presidenza del vicepresidente <strong>Virginio Rognoni</strong><br>Pratiche urgenti di Terza Commissione <strong>Ricorsi</strong> Dr. Bevere
    0:00 Durata: 1 min 33 sec
  • Mariella Ventura Sarno (membro laico(Lega)), relatore

    <em>Resistenza in giudizio</em> Dr. Fortone, unione nazionale giudici di pace
    0:01 Durata: 46 sec
  • Aghina, relatore

    <em>Resistenza in giudizio</em> <br>Pratiche urgenti di Ottava Commissione <strong>Ricorsi</strong> Dr. Chiappetta
    0:02 Durata: 58 sec
  • Mariella Ventura Sarno (membro laico(Lega)), relatore

    <em>Resistenze in giudizio</em> Avv. D'Elia <strong>Censura</strong> d.ssa Giannantoni <br>Dr. Portone<br>Avv. Leopizzi
    0:03 Durata: 1 min 55 sec
  • Giovanni Salvi (MD), relatore

    <em>Costituzione in giudizio</em> <strong>Ricorsi</strong> Avv. Buttafuoco
    0:05 Durata: 28 sec
  • Aghina, relatore

    <em>Approvata</em> <strong>Revoca</strong> Dr. Meliota
    0:05 Durata: 34 sec
  • Francesco Menditto (MD), relatore

    <em>Sospensione</em> <strong>Arresti domiciliari</strong> Dr. Frugoni
    0:06 Durata: 36 sec
  • Giuseppe Di Federico (membro laico(FI)), relatore

    <em>Approvata</em> <br>Pratiche urgenti di Nona Commissione <strong>Incontro degli Uditori giudiziari</strong>
    0:06 Durata: 53 sec
  • Di Federico, relatore

    <em>Resistenza in giudizio</em> <strong>Ricorso</strong> Dr. Mariani
    0:07 Durata: 44 sec
  • Giuseppe Fici (Movimento per la giustizia), relatore

    <em>Costituzione in giudizio</em> D.ssa Grieco
    0:08 Durata: 28 sec
  • Antonio Marotta (membro laico(UDC)), relatore

    <em>Costituzione in giudizio</em> Dottori Marasca, Sposato, Marotta e Di Massa
    0:08 Durata: 36 sec
  • Giuseppe Meliadò (Unicost), relatore

    <em>Promozione di regolamento di competenza</em> <strong>Ricorso</strong> D.ssa Pisa
    0:09 Durata: 50 sec
  • Giuliana Civinini (MD), Presidente della Nona Commissione, relatore

    <em>Approvata</em> <strong>Ricorso</strong>
    0:10 Durata: 50 sec
  • Presidente e poi Aghina e Di Federico

    <em>Approvati</em> <strong>Ordine del giorno speciale, sezioni A e B</strong>
    0:11 Durata: 4 min 5 sec
  • Luigi Marini (MD), relatore

    <em>Approvati i trasferimenti</em> Ordine del giorno ordinario Pratiche di Terza Commisssione <strong>Copertura posti</strong> Dr Pirola; Di Tullio
    0:15 Durata: 2 min
  • Carmine Stabile (Unicost), relatore

    <em>Presa d'atto</em> <strong>Ricorso</strong> Dr. Rotolo
    0:17 Durata: 22 sec
  • Antonio Marotta (membro laico(UDC)), relatore

    <em>Approvata</em> <strong>Revoca di una delibera consiliare</strong> Dr. Corsini
    0:17 Durata: 7 min 25 sec
  • Giuseppe Fici (Movimento per la giustizia), relatore

    <em>Approvata</em><br>La seduta, segretata <strong>alle 10.12</strong>, torna pubblica <strong>alle 10.25</strong> <strong>Collocamento fuori ruolo</strong> D.ssa Azzeni
    0:25 Durata: 48 sec
  • Presidente e poi Marotta, relatore

    <em>Approvata</em> <br>Pratiche di Quarta Commissione <strong>Incarichi extragiudiziari</strong> Dr. Poscia
    0:27 Durata: 50 sec
  • Leonida Primicerio (Unicost), relatore

    <strong>Nomina a Magistrato di Tribunale</strong> D.ssa Gianmaria<br>Relazione
    0:28 Durata: 5 min 21 sec
  • Buccico, Di Federico e Menditto; poi Tenaglia, Mammone, Civinini, Salvi, Schietroma e Di Federico

    Discussione
    0:34 Durata: 24 min 48 sec
  • Buccico, Menditto, Civinini e Primicerio, relatore

    <em>Approvata</em> Repliche e dichiarazioni di voto
    0:58 Durata: 9 min 8 sec
  • Giovanni Mammone (MI), relatore

    <em>Approvate</em> <strong>Cessazioni e trattenimenti in servizio sino al 75° anno di età</strong> Dr. Perongini; dr. Favara; dr. Marvulli
    1:07 Durata: 2 min 21 sec
  • Presidente

    <em>Prese d'atto</em><br>La seduta, segretata <strong>alle 11.08</strong>, torna pubblica <strong>alle 11.09</strong> <strong>Trattenimenti</strong>
    1:10 Durata: 38 sec
  • Marotta, relatore, poi Riello, relatore, Menditto, relatore

    <em>Prese d'atto</em>
    1:10 Durata: 50 sec
  • Presidente

    <em>Rinviate</em> <strong>Incarichi extragiudiziari</strong>
    1:11 Durata: 1 min 47 sec
  • Presidente e poi Primicerio

    <em>Approvata</em> <strong>Ricorso al TAR</strong>
    1:13 Durata: 18 sec
  • Presidente e poi Buccico, relatore, quindi Menditto, relatore, e poi Schietroma, relatore

    <em>Approvate</em> <br>Pratiche di Quinta Commissione <strong>Resistenza in giudizio</strong>
    1:13 Durata: 58 sec
  • Marini, relatore

    <em>Approvata</em> <br>Pratiche di Settima Commissione <strong>Applicazione extradistrettuale al Tribunale dei minorenni di Bologna</strong> D.ssa Paesano
    1:14 Durata: 1 min 32 sec
  • Marini, relatore

    <em>Approvata</em> <strong>Copertura della sezione di Appello di Bologna con interpello</strong> Dr. Variale
    1:16 Durata: 50 sec
  • Carmine Stabile (Unicost), relatore

    <em>Approvata</em><br>La seduta termina <strong>alle 11.17</strong> <strong>Il CSM nelle agenzie di stampa</strong> GIUSTIZIA: SI PREPARA INIZIATIVA CSM SU ATTACCHI A TOGHE <br>A PALAZZO MARESCIALLI IN CORSO CONTATTI TRA GRUPPI (ANSA) - ROMA, 4 FEB - Dopo il vicepresidente del Csm Virginio Rognoni, i consiglieri del Consiglio superiore della magistratura potrebbero pronunciarsi con un documento sugli attacchi alla magistratura seguiti alla decisione delle Sezioni Unite della Cassazione di lasciare a Milano i processi Imi-Sir/Lodo e Sme. A questo scopo, gia' a partire da ieri sono in corso a Palazzo dei marescialli contatti e riunioni tra i vari gruppi di togati e laici. L' iniziativa dovrebbe servire a ribadire i principi di autonomia e di indipendenza assicurate alla magistratura dalla Costituzione e riaffermare che le sentenze e le decisioni dei giudici possono essere criticate, ma che le critiche non possono mai trascendere in denigrazioni e attacchi. Il tentativo in atto e' di arrivare a un documento condiviso da tutti gli schieramenti. Ma, nel caso non si giungesse ad un accordo, non sono escluse iniziative di singoli gruppi. IETTI: SI' A CONCORSI SEPARATI PER GIUDICI E PM <br>Occorre trovare punto di equilibrio nel rispetto Costituzione Roma, 5 feb. (Ap.Biscom) - Il concorso separato per giudici e piemme è possibile ma nel rispetto delle norme costituzionali. E' quanto afferma in una intervista al Messaggero il sottosegretario alla Giustizia, Michele Vietti. "Occorrerà trovare - afferma Vietti - un punto di equilibrio tra la previsione costituzionale della terzietà del giudice e le garanzie costituzionali del pubblico ministero". Il sottosegretario poi aggiunge: "Sono convinto che il legislatore ordinario possa stabilire per il pm garanzie diverse da quelle previste dal giudice, sia sotto il profilo organizzativo, sia sotto quello funzionale". Per Vietti è possibile introdurre concorsi separati per giudici e pm senza modifiche della Costituzione "anche se occorrerà approfondire questa soluzione sia dal punto di vista tecnico che pratico, soprattutto con riferimento alla situazione esistente in cui i pm sono un quarto dei giudici". Alle obiezioni sulla dubbia costituzionalità del doppio binario concorsuale, sollevate dal segretario di Magistratura democratica, Claudio Castelli, Vietti replica così: "Castelli fa meglio il leader di corrente che non il costituzionalista. La Costituzione non prevede che le nomine dei magistrati avvengano per concorso, non dice quanti e come; il Csm ha sì la competenza su assunzioni e trasferimenti dei magistrati ma continuerebbe ad averla anche nel caso di concorsi distinti". CSM: PROROGA PER VERTICI CASSAZIONE, RESTANO SINO A 75 ANNI <br>VIA LIBERA PLENUM A PRIMO PRESIDENTE MARVULLI E PG FAVARA (ANSA) - ROMA, 5 FEB - Prorogati sino al 2006 i vertici della Cassazione dal Consiglio superiore della magistratura. Il plenum di Palazzo dei marescialli ha infatti accolto la richiesta del primo presidente Nicola Marvulli e del procuratore generale presso la Suprema Corte Francesco Favara di rimanere in servizio sino al compimento di 75 anni di eta' , cioe' ancora per tre anni. Si tratta di un'applicazione della riforma introdotta con la Finanziaria che ha elevato il tetto massimo di permanenza in magistratura da 72 a 75 anni. Il voto del plenum e' stato commentato con una battuta da Marvulli, che con Favara e' membro di diritto del Csm: ''speriamo di resistere fisicamente''. E sullo stesso tono scherzoso gli ha replicato il laico della Cdl Nicola Buccico: ''l'importante e' resistere una sola volta'', ha detto con un evidente riferimento allo slogan dell'ex procuratore generale di Milano Francesco Saverio Borrelli, che nella sua ultima relazione da Pg invito' i magistrati a 'resistere, resistere, resistere'. CSM: INDIVIDUATI CINQUE NOMI PER INCARICO PG CORTE APPELLO ROMA (AGI) - Roma, 5 Feb. - Sono cinque i nomi tra i quali al Consiglio Superiore della Magistratura verra' scelto il nuovo Procuratore Generale della Corte di Appello di Roma: Salvatore Vecchione, attualmente Procuratore della Repubblica della stessa capitale; Riccardo Dibitonto, Procuratore Generale a Bari; Carmelo Calderone, Avvocato Generale dello Stato presso la Corte di Appello di Roma; Vittorio Antonini, PG a Cagliari; Giandomenico Lepore, Avvocato Generale dello Stato a Napoli. I nomi sono stati individuati dalla commissione incarichi direttivi del CSM - presieduta dal consigliere laico del Polo Nicola Buccico - all'esito del vaglio delle tante candidature pervenute a Palazzo dei Marescialli, tra le quali quelle del Procuratore di Napoli Agostino Cordova (interessato anche al posto di Vecchione), del Presidente della Corte di Assise di Roma Francesco Amato, del consigliere di Cassazione Claudio Vitalone. La commissione ha proceduto alla audizione dei cinque prescelti; la prossima settimana decidera' quale nome proporre all'assemblea plenaria del Consiglio. La poltrona che l'organo di autogoverno della magistratura si appresta ad assegnare e' vacante dall'aprile 2002. Sino ad allora era occupata da Vincenzo Nicosia, che ha lasciato il servizio attivo. D'ACCORDO ANCHE LAICI CDL, SOLO DI FEDERICO SI DISSOCIA<br>BERLINGUER, RISOLUZIONE E' RISULTATO DI ALTO VALORE COSTITUZIONALE Roma, 5 feb. - (Adnkronos) - Accordo raggiunto al Csm: domani in plenum ci sara' una risoluzione unitaria, sottoscritta da tutti i gruppi di togati e laici, con la quale l'organo di autogoverno della magistratura interverra' in risposta agli attacchi rivolti ai giudici della Cassazione dopo la sentenza sui processi di Milano. L'unico a prendere le distanze e' il consigliere laico di Fi Giuseppe Di Federico, che si dissocia dall'iniziativa dei colleghi. ''Non e' di nostra competenza'', sostiene. ''Il Csm -argomenta Di Federico- non puo' prendere posizione sulle critiche espresse da politici, uomini dell'esecutivo ed esponenti delle istituzioni. Per le loro opinioni, sotto il profilo politico, sono responsabili di fronte al Parlamento, mentre sotto quello giudiziario rispondono davanti alla Corte Costituzionale''. Nel testo che domani sara' presentato e che e' stato frutto di un lungo confronto andato avanti per tutta la giornata, a quanto si apprende, viene richiamata l'esigenza di difendere indipendenza e autonomia della magistratura, cosi' come la necessita' di abbassare i toni delle polemiche. Le sentenze si possono criticare, avrebbero scritto i consiglieri del Csm, ma senza ''attacchi generalizzati'' e ''delegittimazione'' dell'intera magistratura. ''Il Csm -conferma il laico di centrosinistra Luigi Berlinguer- approvera' domani in plenum una risoluzione unitaria, frutto di una convergenza di tutte le componenti al suo interno. Si tratta dell'esercizio della funzione di 'tutela' che e' propria del Consiglio, e cioe' della difesa dell'indipendenza e dell'autonomia della magistratura. Le sentenze competono ai giudici. Esse possono essere criticate, ma non si puo' -ammonisce- trasformare la critica in un attacco generalizzato alla giurisdizione e nella conseguente sua delegittimazione di fronte ai cittadini''. Berlinguer ricorda che il Csm e' ''un organo plurale e rappresenta le diverse culture politiche e giuridiche del Paese'', composto da magistrati e membri laici. ''La sua forza -rivendica- non sta nel riprodurre al suo interno le contrapposizioni proprie della politica, ma nella capacita' di rappresentare unitariamente il governo della magistratura. Questo e' quanto abbiamo raggiunto col documento e costituisce senz'altro -conclude Berlinguer- un risultato di alto valore costituzionale''. <strong>Altra applicazione a Crema</strong> Dr. Griguolo
    1:17 Durata: 1 min 41 sec