09 APR 1986

CSM - Plenum del 9 aprile 1986, seduta pomeridiana

[NON DEFINITO] | - 00:00 Durata: 1 ora 28 min

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

Il CSM nelle agenzie di stampa CSM: RIUNIONE PLENARIA (ANSA) - ROMA, 9 APR - LA RICOSTITUZIONE DEL COMITATO ANTIMAFIA E L' ESAME DI UNA SERIE DI ARGOMENTI RELATIVI ALLA FUNZIONALITA' DEL CONSIGLIO SUPERIORE DELLA MAGISTRATURA SONO STATI GLI ARGOMENTI DI MAGGIOR RILIEVO INSERITI NELL' ORDINE DEL GIORNO ESAMINATO OGGI, IN SEDUTA PLENARIA, DALL' ORGANO DI AUTOGOVERNO DEI GIUDICI ITALIANI.

NELLA RIUNIONE ANTIMERIDIANA IL CSM E' STATO IMPEGNATO NELLA TRATTAZIONE DEI PROBLEMI RIGUARDANTI LA INIDONEITA' DELL' ATTUALE SEDE, DOVE OGNI CONSIGLIERE, SECONDO QUANTO E' STATO SOTTOLINEATO DURANTE LA
DISCUSSIONE HA A DISPOSIZIONE NON PIU' DI SEI METRI QUADRATI, MENTRE SAREBBERO INDISPENSABILI SPAZI PIU' AMPI.

SECONDO QUANTO E' EMERSO DALLE VARIE OSSERVAZIONI, NEPPURE L' ACQUISTO DI UN PALAZZETTO ADIACENTE ALL' ATTUALE SEDE DEL CSM E' IN GRADO DI RISOLVERE IL PROBLEMA SPAZIO, AL QUALE SI AGGIUNGONO LA SCARSITA' DI PERSONALE AUSILIARIO, NONCHE' LA INADEGUATEZZA DEI MEZZI TECNICI CHE RICHIEDONO URGENTI MIGLIORIE PER CONSENTIRE UNA MIGLIORE FUNZIONALITA' ED OPERATIVITA' DELLE ATTUALI STRUTTURE.

NELLA SEDUTA POMERIDIANA IL CONSIGLIO HA PRESO IN ESAME LA PROPOSTA, FORMULATA ALL' UNANIMITA' DALLA COMMISSIONE RIFORMA, PER LA RICOSTITUZIONE DEL COMITATO ANTIMAFIA.

LA SUA ESISTENZA SI RENDEREBBE NECESSARIA PER UNA SERIE DI PROBLEMI SORTI IN QUESTI ULTIMI TEMPI CHE, IN PARTICOLARE, SI RIFERISCONO A SITUAZIONI ESISTENTI IN CALABRIA.

SUI VARI PROBLEMI SONO INTERVENUTI I RAPPRESENTANTI DEI SINGOLI GRUPPI PER SOTTOLINEARE LA NECESSITA' DI RISOLVERE LA SITUAZIONE CHE RISCHIA DI INTRALCIARE L'ATTIVITA' DEL CONSIGLIO.

IL CONSIGLIO SUPERIORE DELLA MAGISTRATURA AL TERMINE DELLA SEDUTA, HA DELIBERATO IL SEGUENTE DOCUMENTO: ''IL CONSIGLIO - RITENUTO CHE IL SUO RUOLO DI RILEVANZA COSTITUZIONALE, CHE IMPLICA ANCHE UNA IMPORTANTE FUNZIONE DI AMMINISTRAZIONE DELLA GIURISDIZIONE, PUO' ESSERE SVOLTO SOLO A CONDIZIONE DI DISPORRE DI STRUTTURE E STRUMENTI ADEGUATI, MODERNI ED EFFICIENTI, TALI DA CONSENTIRE UN LAVORO CORRISPONDENTE A CELERITA', RAZIONALITA' E RISPETTO DELLE REGOLE; RITENUTO CHE L'ADEMPIMENTO DI COMPITI SIFFATTI, IN RISPONDENZA ALLE CENNATE FINALITA', NON E' SOLO ELEMENTO DI SERIETA' E SICUREZZA PER L'INTERO ORDINE GIUDIZIARIO, MA COSTITUISCE UN IMPORTANTE GARANZIA PER L'INTERA COLLETTIVITA' NAZIONALE, PROFONDAMENTE INTERESSATA AD UN SISTEMA GIUDIZIARIO IMPARZIALE, AUTONOMO, INDIPENDENTE, MA ANCHE EFFICIENTE E STRETTAMENTE COLLEGATO ALLE ESIGENZE DELLA SOCIETA' CIVILE; - RITIENE - PROSEGUE IL DOCUMENTO DEL C.S.M.

- CHE L'ATTUALE ASSETTO ORGANIZZATIVO DEL CONSIGLIO SIA TALE - AL DI LA' DELLA BUONA VOLONTA' E DELL'INDISCUTIBILE IMPEGNO DEL PERSONALE - DA NON RISPONDERE A NORMALI ESIGENZE DI FUNZIONALITA', PER CARENZE DI SPAZI, DI STRUTTURE , DI STRUMENTI MODERNI E PER LA STESSA ESIGUITA' DELL'ORGANICO DISPONIBILE; - CONSIDERA PRIORITARIO L'IMPEGNO PER LA RICERCA DI SOLUZIONI LOGISTICHE - DEFINITIVE E INTERMEDIE - ADEGUATE ALLO SVOLGIMENTO DEI CRESCENTI COMPITI DEL CONSIGLIO, NELL'AMBITO DELLA SUA FUNZIONE ISTITUZIONALE; - INDIVIDUA NELL' AUTOMAZIONE DEI SERVIZI UNA DELLE ESIGENZE PIU' RILEVANTI ED IMMEDIATE''.

''IL CSM PROSEGUE IL DOCUMENTO - CONSIDERA VERAMENTE INDILAZIONABILE IL RAFFORZAMENTO DELLE STRUTTURE ATTUALI, SIA PER QUANTO RIGUARDA L' ORGANICO CHE GLI STRUMENTI E LE DOTAZIONI, IN MODO DA GARANTIRE AL LAVORO DEI COMPONENTI DEL CONSIGLIO E DI TUTTI GLI ORGANI CONSILIARI I NECESSARI SUPPORTI FUNZIONALI; - AUSPICA CHE I PROGETTI DI LEGGE PENDENTI DAVANTI AL PARLAMENTO E RELATIVI AL RAFFORZAMENTO DELLA STRUTTURA DEL CONSIGLIO POSSANO ESSERE AL PIU' PRESTO POSTI IN DISCUSSIONE ED APPROVATI NEL TESTO CHE IL PARLAMENTO RITERRA' ADEGUATO; - IMPEGNA - SI LEGGE ANCORA NEL DOCUMENTO - GLI ORGANI COMPETENTI A COMPIERE OGNI SFORZO PER ADOTTARE QUEI PROVVEDIMENTI IMMEDIATI CHE POSSANO CONSENTIRE UN LAVORO PIU' EFFICIENTE E RAZIONALE, ASSICURANDO ALLE COMMISSIONI APPARATI E STRUMENTI ADEGUATI E POTENZIANDO TUTTI GLI ORGANI E STRUMENTI DI SUPPORTO, PONENDO PARTICOLARE ATTENZIONE DA UN LATO A QUANTO NECESSITA PER UNA TEMPESTIVA E REGOLARE GESTIONE DEL PERSONALE GIUDIZIARIO RIENTRANTE NELLA COMPETENZA DEL CONSIGLIO, E DALL' ALTRO PER TUTTE LE INIZIATIVE OCCORRENTI A GARANTIRE UN' ADEGUATA TUTELA E SVILUPPO DELLA PROFESSIONALITA' DEI MAGISTRATI E AD ASSICURARE UN TIROCINIO ED OGNI ALTRO TIPO DI FORMAZIONE RISPONDENTI ALLA DELICATEZZA DELLA FUNZIONE GIUDIZIARIA'' ''IL CSM IN PARTICOLARE - AGGIUNGE IL DOCUMENTO - INVITA IL COMITATO DI PRESIDENZA A PROSPETTARE ALLE COMPETENTI AUTORITA' L'INDEROGABILITA' DI MISURE IMMEDIATE , ATTUABILI SIN D'ORA, ATTE A COSTITUIRE UN PIU' EFFICIENTE SUPPORTO DI MEZZI E DI PERSONALE CHE CONSENTA UN EFFETTIVO E RAPIDO MIGLIORAMENTO DELLA SITUAZIONE.

INOLTRE IL CONSIGLIO RAVVISA LA NECESSITA' DELLA URGENTE COSTITUZIONE DI UN APPOSITO UFFICIO INFORMAZIONI CHE CONSENTA UN SOLLECITO E TRASPARENTE COLLEGAMENTO DEL CONSIGLIO STESSO CON I MAGISTRATI DEI SINGOLI UFFICI GIUDIZIARI, NONCHE' ALLA RIORGANIZZAZIONE DELL'UFFICIO STAMPA, SI' DA METTERLO IN GRADO DI ASSICURARE UNA PUNTUALE, COMPIUTA ED OBIETTIVA INFORMAZIONE SULL'ATTIVITA' DEL CONSIGLIO.

IL CSM - CONCLUDE IL DOCUMENTO - INDIVIDUA INFINE NEL RIGOROSO RISPETTO DEI CRITERI E DELLE PROCEDURE APPROVATE DAL CONSIGLIO NELL'ESERCIZIO DEL PROPRIO POTERE DI AUTOREGOLAMENTAZIONE UNA FONTE DI RAZIONALIZZAZIONE E DI FUNZIONALITA' ESSENZIALE NON SOLO AI FINI DI BUONA AMMINISTRAZIONE, CORRETTEZZA E TRASPARENZA, MA ANCHE AI FINI DI SNELLIMENTO DELLA PROPRIA ATTIVITA' E DI SUPERAMENTO DI DISFUNZIONI CHE INCIDONO SUL RENDIMENTO COMPLESSIVO DEL LAVORO DEL C.S.M.''.

CSM: COSTITUITO COMITATO ANTIMAFIA (ANSA) - ROMA, 11 APR - IL CONSIGLIO SUPERIORE DELLA MAGISTRATURA, AL TERMINE DI DUE GIORNI DI DISCUSSIONE, HA DECISO NELLA TARDA SERATA DI IERI DI RICOSTITUIRE IL ''COMITATO ANTIMAFIA'' PER CONTINUARE LE INIZIATIVE E L' IMPEGNO CONTRO LA MAFIA, LA CAMORRA, LA 'NDRANGHETA, IL TERRORISMO E QUALSIASI TIPO DI CRIMINALITA' ORGANIZZATA.

IL COMITATO SARA' PRESIEDUTO DAL CONSIGLIERE CARLO SMURAGLIA (MEMBRO LAICO DEL PCI) E SARA' COMPOSTO DAI CONSIGLIERI SERGIO LETIZIA (SINDACATO MAGISTRATI), SILVANO TOSI (PLI), SEBASTIANO SURACI (UNITA' PER LA COSTITUZIONE), FERNANDA CONTRI (PSI), FELICE DI PERSIA (MAGISTRATURA INDIPENDENTE), GUIDO ZICONE (DC), GIANCARLO CASELLI (MAGISTRATURA DEMOCRATICA), RENATO PAPA E PIETRO CALOGERO (UNITA' PER LA COSTITUZIONE), MARCELLO MADDALENA E VINCENZO GERACI (MAGISTRATURA INDIPENDENTE).

IN UN DOCUMENTO, APPROVATO ALL' UNANIMITA' , SI AFFERMA CHE IL CONSIGLIO HA RILEVATO CHE '''L'ATTACCO ALLE ISTITUZIONI DEMOCRATICHE DA PARTE DELLA CRIMINALITA' ORGANIZZATA NELLE SUE VARIE FORME, ANCHE INTERNAZIONALI, NON ACCENNA A DIMINUIRE DI INTENSITA' E DI PERICOLOSITA' '' .

DI CONSEGUENZA, ''RITENUTO CHE QUINDI PERMANGONO TUTTI I MOTIVI PER I QUALI NELLA SEDUTA DEL 15 SETTEMBRE 82 IL CONSIGLIO ALL' UNANIMITA' DELIBERO' LA ISTITUZIONE DI UN COMITATO PER COORDINARE LE INIZIATIVE E L' IMPEGNO CONTRO LA MAFIA E LA CRIMINALITA' ORGANIZZATA, COMITATO CHE HA SVOLTO I SUOI COMPITI CON ENCOMIABILE EFFICACIA; CONSIDERATO CHE APPARE OPPORTUNO UN SEMPRE MAGGIOR AFFINAMENTO DEGLI STRUMENTI DI INTERVENTO CHE DIANO, NON SOLO ALLA MAGISTRATURA, MA AL PAESE INTERO IL SENSO PIENO DELL' IMPEGNO COSTANTE E ANZI CRESCENTE NEI RIGUARDI DI UN PROBLEMA CARDINE DELLO SVILUPPO DELLA DEMOCRAZIA, DELIBERA DI RICOSTITUIRE IL COMITATO ANTIMAFIA''.

A QUESTO DOCUMENTO, CON L' APPROVAZIONE DA PARTE DI 17 CONSIGLIERI E L' ASTENSIONE DEI RESTANTI, E' STATO AGGIUNTO UN EMENDAMENTO PROPOSTO DA UNITA' PER LA COSTITUZIONE.

CON QUESTO ''SI CHIEDE CHE SIA ISTITUITA, A NORMA DELL' ART.24 SECONDO COMMA DEL REGOLAMENTO INTERNO, LA COMMISSIONE SPECIALE PER LA LOTTA ALLA MAFIA, ALLA CAMORRA, AL TERRORISMO E ALLE FORME DI CRIMINALITA' ORGANIZZATA, DANDO MANDATO ALLA COMMISSIONE DI RIFORMA DI PREDISPORRE NEL PIU' BREVE TEMPO POSSIBILE LO SCHEMA ORGANIZZATIVO COMPLETO DELLA NUOVA COMMISSIONE SPECIALE LE CUI STRUTTURE ED ATTRIBUZIONI SIANO POTENZIATE RISPETTO A QUELLE DEL PRECEDENTE COMITATO E CORRELATE DALLA GRAVITA' DEL FENOMENO DA FRONTEGGIARE'' .

QUESTO EMENDAMENTO E' STATO APPROVATO DA UNICOST, DC, PSI E DAL CONSIGLIERE TOSI DEL PLI.

SI SONO ASTENUTI I COMPONENTI DI MAGISTRATURA DEMOCRATICA, DEL PCI E DI MAGISTRATURA INDIPENDENTE.

I COMPONENTI DEL CONSIGLIO SUPERIORE DELLA MAGISTRATURA ELETTI NELLA LISTA DI MAGISTRATURA DEMOCRATICA HANNO DIFFUSO UNA NOTA NELLA QUALE VALUTANO ''MOLTO POSITIVAMENTE'' IL FATTO CHE IL CONSIGLIO FRA I SUOI PRIMISSIMI ATTI ABBIA DELIBERATO ALL' UNANIMITA' LA RICOSTITUZIONE DEL COMITATO ANTIMAFIA, CHE ''HA COSTITUITO UN IMPORTANTE PUNTO DI RIFERIMENTO PER GLI UFFICI GIUDIZIARI IMPEGNATI SUL TERRENO DELLA CRIMINALITA' ORGANIZZATA''.

GIUSEPPE BORRE', GIANCARLO CASELLI E ELENA PACIOTTI ESPRIMONO SODDISFAZIONE PER LA SCELTA DEI CONSIGLIERI NOMINATI NEL COMITATO, ''FATTA ALL' UNANIMITA' E CON ESCLUSIVO RIFERIMENTO AL CONTRIBUTO CHE CIASCUNO DI ESSI PUO' FORNIRE PER LE SUE SPECIFICHE CONOSCENZE ED ESPERIENZE'', E MANIFESTANO APPREZZAMENTO PER L' INTENTO ESPRESSO DAL CONSIGLIO DI POTENZIARE I PROPRI STRUMENTI DI INTERVENTO SUI PROBLEMI POSTI ALL' ORGANIZZAZIONE GIUDIZIARIA DALLE MANIFESTAZIONI DELLA CRIMINALITA' ORGANIZZATA.

leggi tutto

riduci

  • Erminio Pennacchini (membro laico(DC)), ex Pres. Commissione Parlamentare servizi segreti, ad intervento già iniziato

    <strong>Indice</strong><br>La seduta ha inizio <strong>alle 17.00</strong><br>Presidenza del vicepresidente <strong>Cesare Mirabelli</strong> <strong>RICOSTITUZIONE DEL COMITATO ANTIMAFIA</strong> Discussione
    0:00 Durata: 6 min 43 sec
  • Dr. Renato Papa (Unicost), Mauro Ferri (membro laico(PSI))

    0:06 Durata: 4 min 20 sec
  • Sergio Letizia (Consigliere CSM) e poi Gianfranco Tatozzi (Unicost)

    0:11 Durata: 4 min 54 sec
  • Giuseppe Cariti (MI) e poi Franco Morozzo della Rocca (MI)

    0:15 Durata: 11 min 16 sec
  • Antonio Buonaiuto (Unicost) e poi Mario Gomez D'Ayala (membro laico(PCI))

    0:27 Durata: 5 min 40 sec
  • Presidente riassume la direzione del dibattito

    0:32 Durata: 1 min 47 sec
  • Vito D'Ambrosio (Unicost)

    Riprende il dibattito
    0:34 Durata: 9 min 3 sec
  • Carlo Smuraglia (membro laico(PCI) e poi Erminio Pennacchini (membro laico(DC)), ex Pres. Commissione Parlamentare servizi segreti, ritira gli emendamenti

    0:43 Durata: 9 min 7 sec
  • Discussione sugli emendamenti

    0:52 Durata: 18 min
  • Votazione degli emendamenti, dichiarazioni di voto di Giuseppe Borrè (MD), Marcello Maddalena (MI), Elena Paciotti (membro laico(PSI))

    Votazioni: <em>approvato</em> l'emendamento Paciotti
    1:10 Durata: 6 min 21 sec
  • Presidente

    Voto sull'emendamento Tatozzi sull'Ufficio informazioni e ufficio stampa: <em>approvato</em><br>Voto sull'emendamento Pennacchini: <em>approvato</em><br>Voto sull'ordine del giorno base di Smuraglia, da coordinare con gli emendamenti: <em>approvato</em>
    1:17 Durata: 4 min
  • Richiesta di chiarimenti di Enrico Ferri, (membro laico(PSI)) sul voto all'unanimità per alzata di mano: il Presidente risponde; altri Consiglieri intervengono sul punto

    1:21 Durata: 3 min 49 sec
  • Presidente

    <em>Approvata</em> <br>Pratiche della Commissione speciale per gli uditori giudiziari <strong>Tirocinio mirato</strong>
    1:25 Durata: 2 min 1 sec
  • Presidente e poi Stefano Racheli (MI) e Sergio Letizia

    <em>Approvata</em><br>La registrazione della seduta termina <strong>alle 17.27</strong> <strong>Organizzazione dell'incontro sul tirocinio mirato per gli uditori giudiziari</strong>
    1:27 Durata: 1 min 44 sec