21 LUG 1998

CSM - Plenum del 21 luglio 1998, seduta pomeridiana

[NON DEFINITO] | - 00:00 Durata: 3 ore 12 min

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

La seduta ha inizio alle 16.42 e termina alle 19.55 Presidenza del vicepresidente Carlo Federico Grosso Il CSM nelle agenzie di stampa CSM; VINCENZO CARTA PRESIDENTE TRIBUNALE SASSARI (AGI) - Roma, 21 lug.

- Vincenzo Carta e' il nuovo presidente del Tribunale di Sassari: l'incarico gli e' stato conferito questa sera dal Consiglio Superiore della Magistratura riunito in seduta plenaria.

Sardo, 65 anni ad agosto (e' nato a Benetutti, in provincia di Sassari, nel 1933), in magistratura dall'aprile 1959, Carta lascia le funzioni di presidente di sezione presso lo stesso Tribunale.

Oltre che di
affari penali (ha condotto importanti processi per gravi reati) si e' occupato anche di affari civili.

Gli si riconoscono notevoli capacita' dirigenziali, che ha avuto modo di dimostrare quando ha sostituito il presidente del Tribunale nei periodi di sua assenza.

CSM: CHELAZZI NUOVO SOSTITUTO DELLA DNA Roma, 22 lug.

- (Adnkronos) - Gabriele Chelazzi torna a lavorare a fianco di Pier Luigi Vigna.

Il pm fiorentino, che insieme all'allora procuratore capo Vigna si e' occupato dell'inchiesta sulle autobombe del '93, sara' infatti il nuovo sostituto Procuratore della Direzione nazionale antimafia.

Lo ha designato il plenum del Consiglio superiore della magistratura a maggioranza.

La nomina di Chelazzi mette fuori gioco gli altri due candidati proposti dalla commissione: il pm di Salerno Ennio Bonadies e il Pm di Napoli Federico Cafiero de Raho.

Sui loro nomi l'assemblea di Palazzo dei Marescialli non si e' pero' espressa.

Il posto di sostituto procuratore nazionale antimafia era vacante da un anno.

Tra gli aspiranti, anche il pm milanese Ilda Boccassini e il collega palermitano Ignazio De Francisci.

Entrambi, pero', avevano poi ritirato le domande di trasferimento.

Chelazzi, 43 anni, e' in magistratura dal '75.

All'inizio della sua carriera e' stato sostituto procuratore a Milano, incarico che ha svolto fino al '78, quando e' passato a Firenze sempre come Pm.

E nel capoluogo toscano, dal '93 fa parte del pool antimafia.

CSM: NICOLA TRIFUOGGI NUOVO PROCURATORE REPUBBLICA L'AQUILA (AGI) - Roma, 22 lug.

- Nicola Trifuoggi e' il nuovo procuratore della Repubblica presso il Tribunale de L'Aquila: l'incarico gli e' stato conferito questa sera dal Consiglio Superiore della Magistratura riunito in seduta plenaria.

Avellinese, 56 anni, magistrato dal novembre 1967, Trifuoggi lascia le funzioni di procuratore presso la Pretura di Chieti.

CSM: ACCORDO POLO-UDR COMPLETA LA ''ROSA'' DEI CANDIDATI (ANSA) - ROMA, 22 LUG - ACCORDO POLITICO TRA POLO E UDR PER L'ELEZIONE DEI QUATTRO MEMBRI LAICI DEL CSM CHE SPETTANO ALLE OPPOSIZIONI.

L'INTESA, RAGGIUNTA STAMANI DOPO UNA NOTTATA DI INTENSE TRATTATIVE, PREVEDE CHE IL POLO VOTERA' UN CANDIDATO DELL'UDR, MENTRE QUEST'ULTIMO FARA' CONFLUIRE I PROPRI VOTI SUI TRE CANDIDATI SCELTI DA FORZA ITALIA, AN E CCD.

IL CANDIDATO DELL'UDR SARA' GIUSEPPE RICCIO, ORDINARIO DI PROCEDURA PENALE A NAPOLI.

QUESTA DECISIONE COMPORTA AUTOMATICAMENTE LA BOCCIATURA DEL CANDIDATO DELLA LEGA, L'EX SENATORE MATTEO BRIGANDI' (ORA ''PROCURATORE GENERALE DELLA 'PADANIA'''), CHE SENZA I VOTI DI POLO E UDR NON DOVREBBE RIUSCIRE AD ENTRARE A PALAZZO DEI MARESCIALLI.

A QUESTO PUNTO SI COMPLETA LA ROSA DEI CANDIDATI: SUI SEI NOMI CHE SARANNO INDICATI DALLA MAGGIORANZA, INFATTI, C'E' GIA' L'INTESA.

L'ACCORDO RIGUARDA ANCHE IL RINNOVO DEGLI UFFICI DI PRESIDENZA DELLE COMMISSIONI DEL SENATO.

ANCHE QUI IL POLO VOTERA' I SENATORI DELL'UDR, E QUEST'ULTIMO DARA' LE SUE PREFERENZE A QUELLI DEL CENTRODESTRA.

ANCHE IN QUESTO CASO A FARNE LE SPESE SARA' LA LEGA, CHE NON DOVREBBE VEDERE RICONFERMATI I SEGRETARI E I VICEPRESIDENTI CHE FINORA AVEVA.

A QUANTO SI APPRENDE, LA TRATTATIVA NON E' STATA SEMPLICE E L'ACCORDO E' STATO RAGGIUNTO IN MATTINATA GRAZIE ALL'INTERVENTO DI COSSIGA.

NEL POMERGGIO POI E' STATO RAGGIUNTA L'INTESA SUI NOMI DA VOTARE NEGLI UFFICI DI PRESIDENZA DELLE COMMISSIONI DEL SENATO, ACCORDO SANCITO DA UN FAX GIUNTO AL GRUPPO DELL'UDR DA PARTE DELLA PRESIDENZA DI FORZA ITALIA APPENA 10 MINUTI PRIMA DELLE 15, QUANDO SONO INIZIATE LE VOTAZIONI NELLE COMMISSIONI DI PALAZZO MADAMA.

''QUESTO ACCORDO - HA COMMENTATO ROBERTO NAPOLI (UDR) - COSTITUISCE IL PIENO RICONOSCIMENTO DELL'UDR COME SOGGETTO POLITICO E ISTITUZIONALE.

DIVENTA ANCHE CHIARO CHE POLO E UDR HANNO UNA STRATEGIA COMUNE ALTERNATIVA ALLA SINISTRA''.

I DIECI CANDIDATI CHE DOVREBBERO VENIRE ELETTI AL CSM SONO QUINDI SEI DELLA MAGGIORANZA E QUATTRO DELL'OPPOSIZIONE: GIOVANNI DI CAGNO E GRAZIELLA TOSSI BRUTTI (AREA DS), SALVATORE MAZZAMUTO (AREA RI), SERGIO PASTORE ALINANTE (AREA PRC), ELIGIO RESTA (AREA VERDI), GIOVANNI VERDE (AREA PPI), MARIO SERIO (AREA FI), RAFFAELE VALENSISE (AREA AN), MICHELE VIETTI (AREA CCD) E GIUSEPPE RICCIO (AREA UDR).

leggi tutto

riduci