29 OTT 1998

CSM - Plenum del 29 ottobre 1998, seduta antimeridiana con la partecipazione del Presidente Scalfaro

[NON DEFINITO] | - 00:00 Durata: 2 ore 23 min

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

La seduta antimeridiana ha inizio alle 10.32 e termina alle 13.04 Presidenza del vicepresidente Giovanni Verde.

Registrazione audio di "CSM - Plenum del 29 ottobre 1998, seduta antimeridiana con la partecipazione del Presidente Scalfaro", registrato giovedì 29 ottobre 1998 alle 00:00.

La registrazione audio ha una durata di 2 ore e 23 minuti.
  • Pratiche di routine

    0:00 Durata: 48 min 14 sec
  • Elezione del nuovo primo presidente della Corte di Cassazione

    <strong> Il CSM nelle agenzie di stampa</strong> CSM: COMINCIATA SEDUTA PLENUM PER NOMINA PRESIDENTE CASSAZIONE (ANSA) - ROMA, 29 OTT - ALLA PRESENZA DEL CAPO DELLO STATO E' COMINCIATA A PALAZZO DEI MARESCIALLI LA SEDUTA DELL'ASSEMLEA DEL CSM CHE DOVRA' NOMINARE IL NUOVO PRIMO PRESIDENTE DELLA CASSAZIONE, AL POSTO DI VITTORIO SGROI, CHE PROPRIO OGGI LASCIA LA MAGISTRATURA PER RAGGIUNTI LIMITI D'ETA'. L'UNICO CANDIDATO A SUCCEDERGLI, INDICATO DALLA COMMISSIONE PER GLI INCARICHI DIRETTIVI DEL CSM DI CONCERTO CON IL MINISTRO DELLA GIUSTIZIA DILIBERTO, E' FERDINANDO ZUCCONI GALLI FONSECA, ATTUALMENTE PROCURATORE GENERALE PRESSO LA SUPREMA CORTE. FONSECA E' STATO SCELTO NELL'AMBITO DI UNA ROSA DI SEI ASPIRANTI, COMPRENDENTE IL PRESIDENTE AGGIUNTO DELLA CASSAZIONE, ANTONIO LA TORRE E I PRESIDENTI DI SEZIONE PRESSO LA STESSA CORTE SILVIO PIERI, ANDREA VELA, FRANCO BILE E ALDO VESSIA. LA PROPOSTA DI NOMINA A FAVORE DI ZUCCONI IN COMMISSIONE E' PASSATA CON CINQUE VOTI A FAVORE E UN'ASTENSIONE, QUELLA DEL ''LAICO'' DI AREA CCD, MICHELE VIETTI. CSM: CASSAZIONE - ZUCCONI PRESIDENTE - IL DIBATTITO (AGI) - Roma, 29 ott. - Il relatore ha in particolare sottolineato che nella circolare e' stato ammesso, in determinate circostanze, per esempio l'approfondita conoscenza dell'ufficio, un periodo di permanenza nell'incarico piu' breve di due anni. Zucconi Galli Fonseca e l'altro aspirante preso in considerazione, Antonio La Torre, assicuravano la conoscenza della Suprema Corte e dei meccanismi che ne caratterizzano l'attivita': dei due di piu' il primo. L'Assemblea plenaria e' stata d'accordo sulla scelta operata: il consigliere Santi Consolo (MI) ha messo l'accento sul fatto che Zucconi ha per lungo tempo svolto, come presidente aggiunto della Cassazione, funzioni sostanzialmente identiche a quelle di primo presidente; il consigliere Giovanni D'Angelo (Unicost) ha riconosciuto alla quinta commissione di aver lavorato bene. Un si convinto anche dal consigliere Ippolisto Parziale (Movimenti), anch'egli richiamando l'attenzione sulla esperienza e sulle qualita' professionali di Zucconi; il consigliere Nello Russo (MD) ha riconosciuto a Zucconi la capacita' di essere "un innovatore razionale e coraggioso" e di dare impulso "al necessario rinnovamento della Cassazione" ("le sue relazioni annuali sull'amministrazione della giustizia - ha fatto osservare - costituiscono analisi attente ed acute dei problemi della giurisdizione"); il consigliere laico Graziella Tossi Brutti (PDS) ha voluto evidenziare "l'assoluta indipendenza sempre dimostrata da Zucconi". Quanto ai due consiglieri che si sono astenuti, Valensise e Vietti, per bocca di quest'ultimo hanno spiegato che le loro perplessita' si fondano sull'interpretazione data alla circolare. "L'intreccio tra regola e candidato - ha detto Vietti - e' stato sciolto dando una sostanziale irrilevanza al periodo minimo di permanenza nell'ufficio. E' stato privilegiato il requisito dell'anzianita'". Il Capo dello Stato (che come di consueto non ha votato) ha diretto il dibattito senza svolgere un intervento. All'esito del voto si e' limitato a un "proclamo primo presidente della Corte Suprema di Cassazione il dott. Ferdinando Zucconi Galli Fonseca, al quale rivolgo un saluto e un augurio di tutta l'Assemblea". CSM: CHI E' ZUCCONI GALLI FONSECA (ANSA) - ROMA, 29 OTT - ORIGINARIO DI CAMERINO, 71 ANNI, PROCURATORE GENERALE DELLA CASSAZIONE DAL '95, FERDINANDO ZUCCONI GALLI FONSECA HA COMINCIATO LA CARRIERA DI MAGISTRATO NEL 1950 E IL SUO PRIMO INCARICO E' STATO QUELLO DI GIUDICE AL TRIBUNALE DI BOLZANO. SEI MESI DOPO GLI FU AFFIDATA LA REGGENZA DELLA PRETURA DI MONGUELFO POI, ALTRI DUE NUOVI TRASFERIMENTI AL TRIBUNALE DI VENEZIA ED ALLA PRETURA DI CORTINA D' AMPEZZO. PROMOSSO NEL '65 MAGISTRATO DI CORTE D'APPELLO, TRE ANNI DOPO FU COLLOCATO FUORI RUOLO PER ESSERE ASSEGNATO AL MINISTERO DEGLI ESTERI PER LE ESIGENZE DELL' ASSISTENZA TECNICA DELLA SOMALIA. L' ESORDIO PRESSO LA SUPREMA CORTE AVVENNE NEL 1971, COME CONSIGLIERE MA SI TRATTO' DI UNA BREVE ESPERIENZA: NEL 1975 GLI VENNE AFFIDATO L'INCARICO DI PRESIDENTE DI SEZIONE PRESSO LA CORTE D'APPELLO DI ROMA, CHE LASCIO' NELL'81 PER ANDARE A OCCUPARE LA POLTRONA DI PROCURATORE GENERALE DELL' AQUILA. NEL NOVEMBRE DELL'83 IL RITORNO IN CASSAZIONE, PRIMA COME PRESIDENTE DI SEZIONE, POI DALL' '87, COME PRESIDENTE AGGIUNTO. NEL '95 L'ULTIMA TAPPA, LA NOMINA A PROCURATORE GENERALE DELLA CASSAZIONE, DOPO CHE IL PLENUM LO AVEVA ''BOCCIATO'' COME PRIMO PRESIDENTE DELLA CASSAZIONE, PREFERENDOGLI VITTORIO SGROI. STIMATO DALLA SINISTRA, CHE NEL '95 LO SOSTENNE NELLA ''CORSA'' ALLA PRESIDENZA DELLA CASSAZIONE, ZUCCONI NON PIACE A FORZA ITALIA CHE RIPETUTAMENTE NE HA CHIESTO LE DIMISSIONI PER LA COSIDDETTA VICENDA ABBRUCIATI: UNA PRESUNTA CHIAMATA TELEFONICA CHE IL KILLER DELLA BANDA DELLA MAGLIANA AVREBBE FATTO A ZUCCONI PRIMA DI ESSERE UCCISO. IL PLENUM DEL CSM CON UNA RECENTE DELIBERA HA ESCLUSO CHE IL NUMERO CHIAMATO DA ABBRUCIATI, RIPORTATO NELLA SCHEDA TELEFONICA DI UN MOTEL, FOSSE QUELLO DEL PG. MA QUALCHE MESE PRIMA LA SEZIONE DISCIPLINARE AVEVA ASSOLTO IL GIP DI ROMA OTELLO LUPACCHINI, ''COLPEVOLE'' SECONDO L'ALLORA MINISTRO DELLA GIUSTIZIA FLICK DI AVER RIPORTATO IN UN SUO PROVVEDIMENTO LA CIRCOSTANZA ''NON CONFORME AL VERO'' CHE SUL CORPO DI ABBRUCIATI ERA STATO TROVATO IL NUMERO TELEFONICO DI ZUCCONI. UNA DECISIONE CONTESTATA DA FLICK E DALLO STESSO PG, E PER LA QUALE ZUCCONI E' STATO A UN PASSO DALLE DIMISSIONI. A GENNAIO DI QUEST'ANNO ZUCCONI SI E' TROVATO AL CENTRO DELLA BUFERA PER ESSERSI ESPRESSO A SORPRESA NELLA SUA RELAZIONE PER L'INAUGURAZIONE DELL'ANNO GIUDIZIARIO A FAVORE DELLA SOMMINISTRAZIONE CONTROLLATA DELLA DROGA PER I TOSSICODIPENDENTI.UNA PRESA DI POSIZIONE CHE NON E' PIACIUTA ALLA CHIESA, ALLA DESTRA E ALLE COMUNITA' TERAPUETICHE E CHE HA PROVOCATO UNA SPACCATURA NELLO SCHIERAMENTO CHE SOSTENEVA IL GOVERNO PRODI. CAMERA: MESSAGGIO VIOLANTE A GALLI FONSECA (ANSA) - ROMA, 29 OTT - IL PRESIDENTE DELLA CAMERA, LUCIANO VIOLANTE, HA INVIATO AL PROFESSOR FERDINANDO ZUCCONI GALLI FONSECA UN MESSAGGIO DI CONGRATULAZIONI PER LA SUA NOMINA A PRIMO PRESIDENTE DELLA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE. ''DESIDERO FARLE PERVENIRE - HA SCRITTO VIOLANTE - LE PIU' VIVE FELICITAZIONI, ANCHE A NOME DELLA CAMERA DEI DEPUTATI, E I PIU' FERVIDI AUGURI PER LA NOMINA A PRIMO PRESIDENTE DELLA CORTE DI CASSAZIONE''. ''SONO CERTO - HA AGGIUNTO IL PRESIDENTE DELLA CAMERA - CHE NELLO SVOLGIMENTO DEL PRESTIGIOSO INCARICO CONTINUERA' A PORTARE IL RIGORE, L'EQUILIBRIO E LA COMPETENZA CHE HANNO SEMPRE CARATTERIZZATO LA SUA OPERA AL SERVIZIO DELLA MAGISTRATURA E DELLE ISTITUZIONI DEMOCRATICHE''. CSM: MANCINO SCRIVE A ZUCCONI GALLI FONSECA Roma 29 ott. - (Adnkronos) - Il Presidente del Senato, Nicola Mancino -informa una nota- ha inviato un messaggio al professor Ferdinando Zucconi Galli Fonseca nel quale esprime ''vivissime felicitazioni'' e l'augurio di buon lavoro per la sua nomina a primo presidente della Corte Suprema di Cassazione. CSM: GLI AUGURI DI D'ALEMA A ZUCCONI GALLI FONSECA Roma, 29 ott. - (Adnkronos) - Il presidente del Consiglio, Massimo D'Alema, ha inviato a Ferdinando Zucconi Galli Fonseca un messaggio per esprimergli ''le piu' vive felicitazioni per la nomina a primo presidente della Corte di Cassazione''. ''Il prestigioso incarico -scrive D'Alema- corona una lunga carriera nella magistratura svolta con costante impegno professionale. L'auspicio generale e' che il mondo della giustizia possa progredire verso un assetto piu' moderno per soddisfare le esigenze dei cittadini in un contesto fattivo e sereno''. ''A lei con rinnovate felicitazioni -conclude il presidente del Consiglio nel suo messaggio- invio gli auguri di buon lavoro con sentimenti di stima e viva cordialita'''. Presidenza del Presidente della Repubblica Oscar Luigi Scalfaro
    0:48 Durata: 1 ora 35 min