27 GEN 1999

CSM - Plenum del 27 gennaio 1999, seduta pomeridiana

[NON DEFINITO] | - 00:00 Durata: 3 ore 41 min

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

La seduta ha inizio alle 16.35 e termina alle 20.12 Presidenza del vicepresidente Giovanni Verde Il CSM nelle agenzie di stampa GIUSTIZIA: PROCURATORE LAMEZIA DENUNCIA CARENZE AGI) - Lamezia Terme (Cz), 27 gen.

- "La Procura di Lamezia - ha detto Vitale - e' sottodimensionata.

Gia' la previsione dell'organico di cinque sostituti e' assolutamente insufficiente per una procura nel cui territorio operano ben 15 clan criminali organizzati.

Oltretutto, quasi mai abbiamo potuto contare sui 5 sostituti, che attualemnte sono quattro, mentre uno di essi sta per trasferiti, su disposizione del Csm, a
Civitavecchia".

Al vertice di stamani ha preso parte il Questore di Catanzaro Francesco Minerva, Con lui il capo della squadra mobile catanzarese, il dirigente del commissariato lametino, il compandante della compagnia dei carabinieri, i responsabili della Guardia di Finanza.

BORRELLI: BERLUSCONI, DI LUI NON PARLO (AGI) - Padova, 27 gen.

- "Di Borrelli non parlo, ma mi auguro che il sistema giudiziario italiano si omologhi a quello europeo e che come avvenuto in Inghilterra per il caso Pinochet, quando un magistrato e' sospettato di pregiudizi, il processo venga annullato".

Lo ha detto Silvio Berlusconi rispondendo a Padova ai giornalisti che gli chiedevano un commento all'indicazione del Csm di promuovere Francesco Saverio Borrelli procuratore generale di Milano.

BORRELLI: D'AMBROSIO, 10 ANNI DI ESPERIENZA ECCEZIONALE Milano, 27 gen.

(Adnkronos) - ''Questi dieci anni di lavoro insieme sono stati un'esperienza eccezionale''.

E' difficile per il procuratore aggiunto Gerardo D'Ambrosio restare in silenzio mentre il suo dirimpettaio, il procuratore capo Francesco Saverio Borrelli si prepara a traslocare dal quarto al terzo piano del Palazzo di giustizia per assumere l'incarico di procuratore generale.

Ormai i giochi sono praticamente fatti, e negli uffici della Procura di Milano si attende solo che il plenum del Csm accolga l'indicazione assunta ieri dalla Commissione.

''Sia Borrelli che io -dice oggi D'Ambrosio- veniamo da culture diverse e da esperienze diverse.

Non siamo due 'yesman', ma abbiamo saputo imparare l'uno dall'altro anche se a volte con diversita' di vedute''.

L'esperienza di Mani Pulite, dichiara ancora D'Ambrosio ''non ha fatto che rafforzare ulteriormente l'unione con Borrelli, anche se io -e il procuratore aggiunto si concede un riconoscimento- avevo gia' affrontato vicende di alto livello''.

leggi tutto

riduci