03 DIC 2003

CSM - Plenum del 3 dicembre 2003, seduta pomeridiana

[NON DEFINITO] | - 00:00 Durata: 2 ore 5 min

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

Registrazione audio di "CSM - Plenum del 3 dicembre 2003, seduta pomeridiana", registrato mercoledì 3 dicembre 2003 alle 00:00.

La registrazione audio ha una durata di 2 ore e 5 minuti.
  • Edizione integrale

    <strong>All'ordine del giorno: 1) Incarichi extragiudiziari 2) Gruppo di studio per la individuazione della tipologia di provvedimenti da acquisire a campione, significativi per le varie funzioni del Magistrato: circolare del 23 luglio 2003 3) Pratiche di Quarta Commissione 4) Incarichi extragiudiziari 5) Conferimento uffici direttivi e semidirettivi: pubblicazione 6) Pratiche di Settima Commissione 7) Provvedimenti emessi dal Presidente della sezione GIP del Tribunale di Firenze nell'ambito del procedimento n. 16390/02 e n. 114774/02 RG GIP 8) Tabelle 9) Circolare per le tabelle degli Uffici Giudiziari dei Giudici di pace per il prossimo biennio 10) Il CSM nelle agenzie di stampa</strong>
    0:03 Durata: 1 ora 2 min
  • Presidente e poi Marotta, relatore

    <em>Approvate</em> <strong>Indice</strong><br>La seduta ha inizio <strong>alle 15.43</strong><br>Presidenza del Consigliere <strong>Nicola Buccico</strong><br>Pratiche di Quarta Commissione rinviate dalla seduta del 19 novembre 2003 <strong>Incarichi extragiudiziari</strong> Dr. Maruccia; d.ssa Mignone
    0:03 Durata: 59 sec
  • Antonio Marotta (membro laico(UDC)), Presidente della Quarta Commissione, relatore

    <em>Approvata</em> <br>Pratiche varie<br>Pratica rinviata dal 20 novembre <strong>Gruppo di studio per la individuazione della tipologia di provvedimenti da acquisire a campione, significativi per le varie funzioni del Magistrato: circolare del 23 luglio 2003</strong>
    0:04 Durata: 2 min 50 sec
  • Luigi Riello (Unicost), relatore; interviene Di Federico

    <em>Approvata</em> <strong>Idoneità alla nomina a Magistrato di Cassazione</strong> Dr. Pannullo
    0:07 Durata: 3 min 43 sec
  • Mariella Ventura Sarno (membro laico(Lega)), relatore

    <em>Approvate</em><br>La seduta, segretata <strong>alle 15.54</strong>, torna pubblica <strong>alle 16.08</strong> <strong>Cessazioni</strong>
    0:10 Durata: 55 sec
  • Antonio Marotta (membro laico(UDC)), relatore

    <em>Approvata</em> <br>Varie <strong>Un quesito sui permessi</strong>
    0:11 Durata: 58 sec
  • Dr. Antonio Marotta (membro laico(UDC)), Presidente della Quarta Commissione, relatore

    <em>Approvate</em> <strong>Incarichi extragiudiziari</strong> D.ri Passarelli, Pomodoro, Frasca, Casalbore, Fiale, Vigna, Paluchowsky, Indellicati, Ciampoli
    0:12 Durata: 4 min 14 sec
  • Francesco Menditto (MD), relatore

    <em>Approvate tutte meno la prima</em> D.ri Bouchard, Gallo, Pistorelli, Di Paolantonio, Schirò, Ambrosio
    0:16 Durata: 2 min 55 sec
  • Mariella Ventura Sarno (membro laico(Lega)), relatore

    <em>Approvate</em> D.ri Passarelli, Bucci, Casucci, Caracuzzo, Russo, Cassano
    0:19 Durata: 1 min 3 sec
  • Giovanni Mammone (MI), relatore

    <em>Approvate</em> D.ri Riviezzo e Balsamo
    0:20 Durata: 13 sec
  • Giovanni Salvi (MD), relatore

    <em>Approvate</em> D.ri Cosentino e Stifano
    0:21 Durata: 23 sec
  • Luigi Riello (Unicost), relatore

    <em>Appprovate</em> D.ri Monteleone e Amendola, poi Bouchard in seconda lettura
    0:21 Durata: 28 sec
  • Leonida Primicerio (Unicost), Presidente della Quinta Commissione, relatore

    <em>Approvata</em> <br>Pratiche di Quinta Commissione <strong>Conferimento uffici direttivi e semidirettivi: pubblicazione</strong>
    0:21 Durata: 24 sec
  • Lanfranco Maria Tenaglia (Unicost), Presidente della Settima Commissione, relatore

    <em>Approvata</em> <br>Pratiche di Settima Commissione <strong>Criteri di organizzazione, per il biennio 2002-2003, della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Torino</strong>
    0:22 Durata: 1 min 16 sec
  • Lanfranco Maria Tenaglia (Unicost), Presidente della Settima Commissione

    <em>Approvata</em> <strong>Applicazione extradistrettuale</strong> Dr. Giordano
    0:23 Durata: 1 min 9 sec
  • Gianfranco Schietroma (membro laico(SDI)), relatore, quindi il Presidente

    <em>Approvate tutte</em> <strong>Criteri di organizzazione, per il biennio 2000-2001, della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Varese e altre</strong>
    0:24 Durata: 2 min 35 sec
  • Giuseppe Di Federico (membro laico(FI)), relatore, poi Salvi che dialoga col relatore

    <em>Approvate</em> <strong>Integrazione alle tabelle di organizzazione, per il biennio 2002-2003, del Tribunale di Cosenza</strong>
    0:27 Durata: 2 min 6 sec
  • Giuseppe Di Federico (membro laico(FI)), relatore

    <strong>Provvedimenti emessi dal Presidente della sezione GIP del Tribunale di Firenze nell'ambito del procedimento n. 16390/02 e n. 114774/02 RG GIP</strong> Dr. Carvisiglia: la bancarotta di Cecchi Gori<br>Relazione
    0:29 Durata: 3 min 45 sec
  • Lo Voi, Marini, Tenaglia; il relatore replica, il Presidente risponde a un precedente intervento di Salvi che ribatte.Per dichiarazione di voto interviene Berlinguer, il Presidente conclude la discussione

    Voto sul ritorno in Commissione: <em>accolto</em> Discussione
    0:33 Durata: 22 min 36 sec
  • Paolo Arbasino (Movimento per la giustizia), relatore, poi Mammone

    <em>Approvata</em> <strong>Applicazioni extradistrettuali</strong> Dr. Cervelli
    0:55 Durata: 3 min 16 sec
  • Leonida Primicerio (Unicost), relatore

    <em>Approvate tutte</em> <strong>Criteri di organizzazione, per il biennio 2000-2001, della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Bologna e altre</strong>
    0:59 Durata: 1 min 23 sec
  • Luigi Marini (MD), relatore

    <em>Approvate</em> <strong>Formazione delle tabelle di organizzazione, per il biennio 2002-2003, del Tribunale di Sassari e della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Oristano</strong>
    1:00 Durata: 2 min 3 sec
  • Presidente, poi Aghina, relatore

    <em>Approvata</em><br>La seduta termina <strong>alle 17.03</strong> <strong>Il CSM nelle agenzie di stampa</strong> CSM: BASTA DISPARITA' ECONOMICHE TRA GIUDICI PACE <br>PLENUM RICHIAMA CAPI UFFICI A DISTRIBUIRE EQUAMENTE AFFARI (ANSA) - ROMA, 3 DIC - Basta con le vistose disparita' di trattamento economico tra i giudici di pace. Il Csm affronta di petto la questione, rivolgendo un preciso richiamo ai capi di quegli uffici: devono distribuire il lavoro ( i giudici di pace sono pagati a provvedimento) secondo ''criteri obiettivi e predeterminati''. Il monito e' contenuto in una circolare approvata oggi all'unanimita' dal plenum di Palazzo dei marescialli. In gioco non c'e' solo una questione di equita', peraltro evidente, visto che ci sono giudici di pace che percepiscono indennita' annuali pari a 700 milioni di vecchie lire a fronte di loro colleghi che si fermano a circa 400 euro all'anno. Con il suo intervento il Csm vuole assicurare anche la funzionalita' di questi uffici e la ragionevole durata dei procedimenti che si svolgono davanti a loro. ''La necessita' di coniugare l'esigenza dell'efficienza degli uffici, con quella di uniformare i tempi di definizione dei procedimenti e di un'equa ripartizione degli affari, anche ai fini della retribuzione dei giudici, impone al coordinatore - scrive infatti il Csm- l'adozione di criteri di distribuzione del lavoro oggettivi, che tengano conto della qualita' e della quantita' dei procedimenti'' Criteri ''obiettivi e predeterminati'' che dovranno essere adottati ''previa consultazione di tutti i magistrati'' in occasione della presentazione del piano organizzativo dell'ufficio e che dovranno servire anche a ''impedire la scelta del magistrato ad opera delle parti''. <br> (ANSA) - ROMA, 3 DIC - Basta con le vistose disparita' di trattamento economico tra i giudici di pace. Il Csm affronta di petto la questione, rivolgendo un preciso richiamo ai capi di quegli uffici: devono distribuire il lavoro ( i giudici di pace sono pagati a provvedimento) secondo ''criteri obiettivi e predeterminati''. Il monito e' contenuto in una circolare approvata oggi all'unanimita' dal plenum di Palazzo dei marescialli. In gioco non c'e' solo una questione di equita', peraltro evidente, visto che ci sono giudici di pace che percepiscono indennita' annuali pari a 700 milioni di vecchie lire a fronte di loro colleghi che si fermano a circa 400 euro all'anno. Con il suo intervento il Csm vuole assicurare anche la funzionalita' di questi uffici e la ragionevole durata dei procedimenti che si svolgono davanti a loro. ''La necessita' di coniugare l'esigenza dell'efficienza degli uffici, con quella di uniformare i tempi di definizione dei procedimenti e di un'equa ripartizione degli affari, anche ai fini della retribuzione dei giudici, impone al coordinatore - scrive infatti il Csm- l'adozione di criteri di distribuzione del lavoro oggettivi, che tengano conto della qualita' e della quantita' dei procedimenti'' Criteri ''obiettivi e predeterminati'' che dovranno essere adottati ''previa consultazione di tutti i magistrati'' in occasione della presentazione del piano organizzativo dell'ufficio e che dovranno servire anche a ''impedire la scelta del magistrato ad opera delle parti''. Ai responsabili degli uffici spetta percio' il compito di adottare ''criteri di distribuzione oggettivi'' dei carichi di lavoro, che ''tengano conto della quantita' e qualita' dei procedimenti''. Nel caso di ''evidente squilibrio'' con le assegnazioni al settore civile, il Csm indica la possibilita' di attribuire ai giudici di pace che fanno parte della sezione penale una ''concorrente competenza'': una soluzione che consente la ''tendenziale parificazione degli affari''. <br>Pratica di Ottava Commissione <strong>Circolare per le tabelle degli Uffici Giudiziari dei Giudici di pace per il prossimo biennio</strong>
    1:02 Durata: 3 min 33 sec