05 DIC 2003

Procedimento contro la d.ssa Maria Cristina Ribera: deposizione di Agostino Còrdova

[NON DEFINITO] | - 00:00 Durata: 54 min 16 sec

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

IndiceL'udienza ha inizio alle 9.31Presidenza del vicepresidente Virginio Rognoni.

Registrazione audio di "Procedimento contro la d.ssa Maria Cristina Ribera: deposizione di Agostino Còrdova", registrato venerdì 5 dicembre 2003 alle 00:00.

La registrazione audio ha una durata di 54 minuti.
  • Presidente sulla pubblicità dell'udienza

    0:00 Durata: 25 sec
  • Discussione sull'ammissione del dr. Còrdova a testimoniare

    0:00 Durata: 2 min 33 sec
  • Domande al teste Agostino Còrdova da parte del relatore Fici, del difensore dr. Caliendo e del P.G.

    0:03 Durata: 48 min 36 sec
  • Discussione tra le parti sulla data dell'udienza successiva

    L'udienza termina <strong>alle 10.25</strong> <strong>Il CSM nelle agenzie di stampa</strong> GIUSTIZIA: CASA BLINDATA, PG CASSAZIONE INDAGA SU CORDOVA <br>INCHIESTA PROMOSSA PER EVENTUALE AZIONE DISCIPLINARE DAVANTI CSM (ANSA) - NAPOLI, 5 DIC - La procura generale della Corte di Cassazione ha avviato una indagine, allo scopo di valutare gli elementi per una eventuale apertura di un procedimento disciplinare, nei confronti del procuratore di Napoli Agostino Cordova. La notizia e' trapelata oggi in ambienti giudiziari. A quanto si e' appreso, l'iniziativa della procura generale si riferisce all' affitto di un appartamento nella zona del Rettifilo a Napoli, intestato a un familiare di Cordova, per il quale sono stati eseguiti lavori di blindatura, per motivi di sicurezza, con finanziamenti statali per un importo ingente. Da quando e' a capo della procura di Napoli - l'insediamento risale al 1993 - Cordova ha sempre abitato in un alloggio della caserma del Reparto Mobile della polizia, in via Monte di Dio. Recentemente il Csm ha disposto il trasferimento per incompatibilita' ambientale ed ha indicato un nuovo incarico (consigliere di Cassazione) per il magistrato, il quale resta tuttavia ancora al suo posto in attesa della definizione del ricorso al Consiglio di Stato. GIUSTIZIA: LEGALI CORDOVA, I FATTI SONO INFONDATI (ANSA) - NAPOLI, 5 DIC - ''I fatti sono assolutamente infondati ai fini di qualunque valenza negativa gli si voglia attribuire''. Cosi' gli avvocati Nicola Simonelli e Maria Clelia Curci, legali del procuratore Agostino Cordova, intervengono sulla vicenda dell' avvio di un'inchiesta da parte della Procura generale della Cassazione. ''Il dottor Cordova - hanno aggiunto gli avvocati - lamenta ancora una volta la fuga di notizie, che rappresenta una lesione della sua immagine e della sua privacy e si riserva di far valere nelle sedi opportune i propri diritti''. I legali ''ribadiscono che questa vicenda nasce in un momento storico particolare, in quanto pendono due ricorsi giurisdizionali contro il trasferimento d'ufficio e nello stesso il Csm sta valutando la domanda del dottor Cordova finalizzata a ricoprire il posto di procuratore della Repubblica di Roma''.
    0:52 Durata: 2 min 42 sec