18 DIC 2003

CSM - Plenum del 18 dicembre 2003, seduta antimeridiana

[NON DEFINITO] | - 00:00 Durata: 26 min 49 sec

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

All'ordine del giorno: 1) Pratiche di Terza Commissione 2) Pratiche di Quarta Commissione 3) Ordine del giorno ordinario 4) Ordine del giorno aggiunto 5) Il CSM nelle agenzie di stampa.

Registrazione audio di "CSM - Plenum del 18 dicembre 2003, seduta antimeridiana", registrato giovedì 18 dicembre 2003 alle 00:00.

La registrazione audio ha una durata di 26 minuti.
  • Presidente e poi Lo Voi, relatore per un emendamento presentato il giorno prima, poi Buccico, dialogando col Presidente e con Lo Voi, quindi Marotta, Fici e il relatore. Il Presidente e poi Stabile

    <em>Rinviata al pomeriggio</em> <strong>Indice</strong><br>La seduta ha inizio <strong>alle 9.30</strong><br>Presidenza del vicepresidente <strong>Virginio Rognoni</strong><br>Pratiche di Terza Commissione <strong>Copertura posti e trasferimenti</strong> Quattro posti alla Corte di Appello di Napoli<br>D.ssa Orlandi
    0:00 Durata: 6 min 55 sec
  • Presidente e poi Menditto, relatore

    <em>Approvata</em> <br>Pratiche di Quarta Commissione <strong>Autorizzazione ad incarico extragiudiziario: proroga</strong> Dr. Pioletti
    0:06 Durata: 1 min 2 sec
  • Presidente e poi Riello

    <em>Rinviata al pomeriggio</em> Ordine del giorno ordinario Pratiche del Comitato di Presidenza <strong>Destinazione all'Ufficio Studi del CSM</strong>
    0:07 Durata: 37 sec
  • Presidente

    <em>Approvate tutte in blocco</em> <br>Pratiche di Nona Commissione
    0:08 Durata: 32 sec
  • Presidente

    <em>Approvata</em> Ordine del giorno aggiunto Pratiche del Comitato di Presidenza <strong>Opere di risanamento del tetto del Palazzo dei Marescialli</strong>
    0:09 Durata: 58 sec
  • Presidente e poi Riello, relatore

    <em>Approvata</em> <br>Pratiche di Terza Commissione <strong>Copertura posti</strong> D.ssa Scorsa ad Ancona
    0:10 Durata: 49 sec
  • Fici, relatore

    <em>Approvata</em> Dr. Di Bello a Bari
    0:10 Durata: 28 sec
  • Ventura Sarno, relatore

    <em>Approvate tutte</em> Sei posti alla Corte di Appello di Roma; un altro posto alla Corte di Appello di Roma; un posto a Potenza
    0:11 Durata: 2 min 31 sec
  • Lo Voi, relatore

    <em>Approvata</em> D.ssa Conforti a Salerno
    0:13 Durata: 21 sec
  • Fici, relatore

    <em>Approvata</em> D.ssa Laneri a Trento
    0:14 Durata: 21 sec
  • Civinini, relatore

    <em>Approvata</em> D.sse Teatini e De Stefano a Venezia
    0:14 Durata: 54 sec
  • Lo Voi, relatore

    <em>Approvata</em> D.ssa Catalano a Benevento
    0:15 Durata: 25 sec
  • Marotta, relatore

    <em>Rientro in Commissione</em>
    0:15 Durata: 27 sec
  • Lo Voi, relatore, poi Tenaglia, Fici gli replica insieme a Lo Voi

    <em>Approvata</em> D.ssa Venturi a Savona
    0:16 Durata: 3 min 18 sec
  • Fici, relatore

    <em>Approvata</em> Dr. Quercia a Bari
    0:19 Durata: 24 sec
  • Fici, relatore

    <em>Presa d'atto</em> <strong>Varie</strong> Un posto a Pinerolo: dr. Pochettino contro d.ssa Siccardi
    0:20 Durata: 1 min 42 sec
  • Fici, relatore

    <em>Approvata</em> D.ssa Siccardi a Bergamo
    0:21 Durata: 1 min 35 sec
  • Ventura Sarno, relatore

    <em>Approvata</em> <strong>Nota del Ministro di richiesta di collocamento a Bruxelles</strong> D.ssa Gualtieri
    0:23 Durata: 1 min 25 sec
  • Menditto, relatore, poi il Presidente

    <em>Rinviata</em><br>La seduta termina <strong>alle 9.56</strong> <strong>Il CSM nelle agenzie di stampa</strong> CSM: DI FEDERICO, MI VOGLIONO CACCIARE PER RICERCA SGRADITA <br>APERTA ISTRUTTORIA PER VERIFICARE MIA COMPATIBILITA' (ANSA) - ROMA, 18 DIC - Palazzo dei marescialli avviera' un'istruttoria per verificare la compatibilita' della permanenza al Csm del consigliere Giuseppe Di Federico (Forza Italia) con il suo ruolo di direttore dell'Istituto di ricerca sui sistemi giuridici del Cnr. E' quanto fa sapere il diretto interessato che parla di una ''ritorsione'' nei suoi confronti per aver diffuso dati e detto ''cose non gradite'' sulle attivita' extragiudiziarie dei magistrati. A sollevare il problema e' stato il consigliere di Magistratura democratica, Giuseppe Salme', riferisce Di Federico, ''e oggi il vice presidente del Csm Virginio Rognoni mi ha detto che sta per partire un'istruttoria per verificare se l'iniziativa sulla mia compatibilita' abbia sostanza o no''. ''Il fatto che per aver detto cose sgradite meriti di essere cacciato e' grave e incredibile'' denuncia il laico di Forza Italia , che annuncia: ''non lascero' l'incarico di direttore dell'istituto di ricerca; non sono disposto a subire ricatti''. Secondo il consigliere tutto e' nato dunque da una ricerca, ''sgradita alla corporazione'', che lui ha condotto sulle attivita' extragiudiziarie dei magistrati e dei cui risultati ha parlato nel corso di un convegno che si e' tenuto la settimana scorsa a Roma. Perche', spiega, ''tutti sapevano al Csm, compresi i consiglieri di Md, che io ero direttore dell'istituto del Cnr, ma il problema e' stato sollevato solo ora. Oltretutto senza fondamento perche' il mio caso non rientra tra le incompatibilita' previste dalla legge per i consiglieri del Csm. Ma questi - aggiunge - sono capaci di tutto e dunque di usare le norme come clave''. ''In quel convegno - ricorda Di Federico - ho detto cose che ho sempre sostenuto anche nei miei interventi al Csm. E cioe' che i magistrati sono nei ministeri, alla presidenza del Consiglio, alla Corte costituzionale, in Parlamento, con buona pace del principio della divisione dei poteri. E che questo fenomeno e' solo la punta di un iceberg di un numero piu' rilevante di persone alla ricerca di gratificazioni al di fuori delle loro funzioni. Quanto alla ricerca, l'Istituto non c'entra niente. L'ho fatta io, raccogliendo dati al Consiglio. E che l'avrei fatto lo aveva annunciato in plenum il 12 dicembre scorso''. Nessuno stupore pero' per l'iniziativa del collega di Md: ''me lo era immaginato, perche' gia' nel corso del convegno, il presidente dell'Anm ed esponente di Magistratura democratica, Edmondo Bruti Liberati aveva posto il problema della mia carica. La verita' e' che do' fastidio perche' conosco il Csm come le mie tasche''. SALME': DI FEDERICO SI ERA DIMESSO DA ISTITUTO CNR<br>''PER QUESTO CONVALIDATA ELEZIONE, ORA VA ACCERTATA COMPATIBILITA''' Roma, 18 dic. - (Adnkronos) - Il consigliere laico Giuseppe Di Federico si era dimesso dall'incarico di direttore dell'Istituto di ricerca sui sistemi giudiziari del Cnr, come risulta da due sue lettere, per questo e' stata convalidata la sua elezione al Csm. Ma ora e' necessario ''accertare se il fatto corrisponde al vero e se la situazione configuri o meno un'ipotesi di incompatibilita' sopravvenuta''. E' stata questa la richiesta che il consigliere Giuseppe Salme', togato di Md e all'epoca del rinnovo dell'organo di autogoverno della magistratura presidente della Commissione per la verifica dei titoli, ha rivolto al vicepresidente Virginio Rognoni, sollecitando l'avvio di una istruttoria sul 'caso'. Una vicenda nata dopo che Di Federico, che oggi ha accusato i colleghi di ''intimidazioni'' e ''ricatti'' nei suoi confronti, aveva presentato alcuni dati sulle attivita' extragiudiziarie dei magistrati. ''Nell'esercizio delle mie funzioni di presidente della Commissione per la verifica dei titoli -scrive Salme' nella richiesta inviata al comitato di presidenza del Csm- ho avuto modo di occuparmi della questione della rilevanza della direzione dell'Istituto di ricerca sui sistemi giudiziari del Cnr come situazione di eventuale incompatibilita' del prof. Di Federico. La situazione e' stata superata -ricorda- a seguito della comunicazione che il prof. Di Federico ha fatto pervenire alla Commissione di avere rassegnato le dimissioni dalla carica di direttore dell'Istituto del Cnr''.Salme' ricorda infatti che Di Federico ''dichiaro' a verbale la sua decisione di dimettersi e comunico' in seguito, con lettera datata 1 agosto, di aver presentato le dimissioni''. Sulla base delle ''dimissioni gia' presentate'', la Commissione ''delibero' la proposta di convalida dell'elezione a componente del Csm; delibera conseguentemente adottata dal plenum del Consiglio sulla base dei dati cosi' prospettati''. ''Apprendendo ora dalla stampa che in realta' il prof. Di Federico non si sarebbe dimesso'', Salme' spiega di aver chiesto al comitato di presidenza se cio' ''corrisponda a verita''' per ''valutarne le conseguenze sulla sua eventuale incompatibilita'''. Salme' chiarisce di aver mantenuto ''il piu' stretto riserbo'' sulla iniziativa presa lo scorso 16 dicembre e di intervenire ''solo per fornire i dati di fatto veri e incontestabili sopra riportati''. Una scelta fatta ''per rispetto di verita' e a tutela della dignita' delle funzioni che svolgo'', conclude. <br>Pratiche di Quinta Commissione <strong>Copertura posti semidirettivi</strong> Bergamo
    0:24 Durata: 2 min 5 sec