05 FEB 2004

CSM - Plenum del 5 febbraio 2004

[NON DEFINITO] | - 00:00 Durata: 47 min 16 sec

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

All'ordine del giorno: 1) Formazione e aggiornamento professionale dei Giudici onorari 2) Nomina dei membri aggregati alla Commissione permanente 3) Parere del CSM sul bando del concorso per Uditore giudiziario 4) Interpello a tutti i Magistrati che intendono dichiarare la loro disponbilità per l'emanando bando di formazione della Commissione per il concorso per Uditori giudiziari 5) Ordine del giorno ordinario 6) Conferimento uffici direttivi 7) Il CSM nelle agenzie di stampa.

Registrazione audio di "CSM - Plenum del 5 febbraio 2004", registrato giovedì 5 febbraio 2004 alle 00:00.

La
registrazione audio ha una durata di 47 minuti.

leggi tutto

riduci

  • Presidente e Aghina, relatore

    <em>Approvata</em> <strong>Indice</strong><br>La seduta ha inizio <strong>alle 9.43</strong><br>Presidenza del Consigliere <strong>Nicola Buccico</strong><br>Pratiche di Ottava Commissione <strong>Formazione e aggiornamento professionale dei Giudici onorari</strong>
    0:00 Durata: 46 sec
  • Presidente

    <em>Resistenza in giudizio per tutte</em> <strong>Ricorsi</strong> D.ri Rispoli, Caruso, Catacci e Leone
    0:00 Durata: 30 sec
  • Di Federico, relatore e il Presidente: interviene Civinini

    <em>Posposta</em> <br>Pratiche di Nona Commissione<br>Pratica urgente: concorsi <strong>Nomina dei membri aggregati alla Commissione permanente</strong>
    0:01 Durata: 1 min 31 sec
  • Mammone e Di Federico, relatori

    <em>Resistenze in giudizio</em> <br>Altri ricorsi<br>Dr. Accolla; d.ssa Faizza; dr. Catanese
    0:02 Durata: 1 min 12 sec
  • Aghina, relatore

    <strong>Parere del CSM sul bando del concorso per Uditore giudiziario</strong> Il problema delle Scuole di preparazione per le professioni legali
    0:03 Durata: 1 min 11 sec
  • Buccico fà una comunicazione sull'annullamento di un volo per nebbia; Aghina prosegue nella relazione

    0:05 Durata: 2 min 39 sec
  • Berlinguer e Di Federico; quindi il Presidente sull'ordine dei lavori

    Discussione
    0:07 Durata: 12 min 21 sec
  • Aghina lo illustra, poi intervengono, Meliadò, Mammone e Berlinguer, che si esprime sui voli sospesi per nebbia; intervengono Aghina e Di Federico, quindi Stabile

    Voto sulla prosecuzione dei lavori: <em>la proposta sarà discussa in altro Plenum</em> Un emendamento
    0:20 Durata: 14 min 13 sec
  • Presidente e poi Aghina, relatore, poi Di Federico per una correzione

    <em>Approvata</em> <strong>Interpello a tutti i Magistrati che intendono dichiarare la loro disponbilità per l'emanando bando di formazione della Commissione per il concorso per Uditori giudiziari</strong>
    0:34 Durata: 1 min 55 sec
  • Di Federico, relatore

    <em>Approvata</em> <strong>Incontro di studio</strong> I beni di provenienza illecita
    0:36 Durata: 34 sec
  • Presidente, fuori microfono

    0:36 Durata: 33 sec
  • Tenaglia, relatore

    <em>Approvato</em> Ordine del giorno ordinario Pratiche di Settima Commissione <strong>Piano organizzativo, per il biennio 2002-2003, della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Bari sulla DDA</strong>
    0:37 Durata: 30 sec
  • Di Federico, relatore

    <em>Approvato</em> <strong>Programma organizzativo, per il biennio 2002-2003, della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Chieti</strong>
    0:37 Durata: 52 sec
  • Arbasino, relatore

    <em>Approvato</em> <strong>Programma organizzativo, per il biennio 2002-2003, della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Nola</strong>
    0:38 Durata: 14 sec
  • Presidente e poi Aghina, relatore

    <em>Approvate tutte</em> <br>Pratiche di Ottava Commissione <strong>Nomine e conferme</strong>
    0:39 Durata: 1 min 17 sec
  • Presidente e poi un Consigliere sulle pratiche in aggiunto: il Presidente decide

    <em>Approvate tutte</em> <strong>Conferimento uffici direttivi</strong> Procuratore di Locri; Presidente del Tribunale dei minorenni di Firenze; Presidente di sezione della Crte di Appello di Trento;
    0:40 Durata: 2 min 7 sec
  • Presidente e poi Fici, relatore e Presidente della Terza Commissione

    <em>Approvate tutte</em> <br>Pratiche di Terza Commissione <strong>Copertura posti</strong>
    0:42 Durata: 1 min 44 sec
  • Presidente e poi Marotta, relatore

    <em>Approvata</em> <strong>Bando per i nuovi meriti insigni</strong>
    0:44 Durata: 44 sec
  • Presidente sull'ordine dei lavori e poi Marotta, relatore

    <em>Approvate</em> meno le residue che sono rinviate alla settimana successiva<br>La seduta termina <strong>alle 10.30</strong> <strong>Il CSM nelle agenzie di stampa</strong> GIUSTIZIA: ANM; BRUTI LIBERATI, DIFENDERE INDIPENDENZA (ANSA) - VENEZIA, 5 FEB - ''Difendiamo con fermezza l' indipendenza della magistratura, che e' garanzia essenziale non per i magistrati ma per la tutela dei diritti dei cittadini''. E' uno dei passi della relazione di apertura del congresso dell' Associazione Nazionale Magistrati, letta dal presidente Edmondo Bruti Liberati. ''Per questo difendiamo il ruolo del Csm - ha aggiunto - e ricordiamo quanto il presidente della Repubblica ebbe a dire: 'saro' garante del ruolo e delle prerogative del Consiglio Superiore della magistratura.Sono convinto che l'attivita' di ogni magistrato puo' essere svolta con serenita', nella fiducia dei cittadini e a presidio della loro liberta', solo quando egli sa di poter contare sulla determinazione di chi deve difendere la sua indipendenza'(discorso al Csm del 1 agosto 2002)'''. ''Siamo impegnati a promuovere e sostenere tutte le riforme che possano migliorare la qualita' del servizio giustizia. Non siamo certo noi magistrati a voler conservare una situazione nella quale, nonostante ogni sforzo dei singoli, non e' possibile rispondere in modo adeguato alla richiesta di giustizia''. ''Soggetti alla legge e soltanto alla legge - ha continuato Bruti Liberati - abbiamo nella costituzione il saldo punto di riferimento, a partire da quel principio scolpito nell'art.3 che vuole tutti eguali di fronte alla legge. Siamo aperti ed attenti a recepire ogni critica, che riguardi il modo con cui operiamo o il contenuto delle decisioni. Chiediamo rispetto per il difficile compito che l' ordinamento e la societa' ci affidano''. BORRELLI: ISPEZIONI SU PM MILANO ENNESIMO ATTO INTIMIDATORIO <br>E' quanto afferma l'ex procuratore sulla vicenda fascicolo 9520 Venezia, 5 feb. (Apcom) - "Si tratta dell'ennesimo atto persecutorio nei confronti della magistratura milanese". Così l'ex procuratore di Milano, Francesco Saverio Borrelli, commenta la notizia della presunta apertura di un'inchiesta ministeriale nei confronti dei pm milanesi Ilda Boccassini e Gherardo Colombo sulla vicenda del fascicolo 9520. "Io stesso, in passato - ha aggiunto l'ex procuratore - ho avuto più di 200 esposti al Csm. Sono altrettanti atti di intimidazioni. E' chiaro che non bisogna cedere. Siccome però anche i magistrati sono uomini e non tutti hanno la capacità, la pazienza e la forza di resistere, gli atti di intimidazione possono sortire effetti indiretti nella generalità degli altri magistrati e per quelli che preferiscono il quieto viver alla battaglia". GIUSTIZIA: ANM, ARTICOLO 3 PROPONE SCIOPERO DI PIU' GIORNI (ANSA) - VENEZIA, 5 FEB - Uno sciopero di piu' giorni dei magistrati, accompagnato da ''una mobilitazione lunga che coinvolga direttamente i cittadini, le associazioni, i sindacati e l'Avvocatura''. E' la proposta lanciata al Congresso dell'Anm da Articolo 3, l'ultima nata tra le correnti della magistratura. Servono ''iniziative di protesta forti e decise che consentano di testimoniare il pesante attacco portato all'autonomia e all'indipendenza della magistratura'' ha spiegato il presidente Antonello Ardituro nella sua relazione al Congresso. Il pesante attacco viene dalla riforma all'ordinamento giudiziario che ''cancella cinquant'anni di storia, di progresso e di democratizzazione dell'ordine giudiziario, colpendo l'appartenenza alla giurisdizione del pubblico ministero, ingabbiando il potere-dovere di interpretazione del giudice, burocratizzando la carriera del magistrato, svuotando di competenze il Csm, con la chiara volonta' di neutralizzare l'indipendenza della magistratura''. Una riforma che tra l'altro, ha insistito Ardituro, ''introduce con legge ordinaria una sostanziale separazione delle carriere e che trasformera' le procure in vere e proprie caserme al comando del procuratore''. <strong>Destinazione a funzioni diverse</strong> Dr. Catalozzi; d.ssa De Renzis; 2 pubblicazioni di un posto
    0:45 Durata: 2 min 23 sec